maledetti massoni Turchia Bildenberg assassini

Ankara ierodula NWO ] [ come CHIUDERE tutte le MOSCHEE a anticristo Islam: il nazismo assassino è senza RECIPROCITà! le leggi sulla libertà religiosa in turchia, non sono mininamente soddisfacenti, gli standar europei: neanche per un anticristo come la MERKEL, e tuttavia, rispetto alle leggi naziste e assassine, di tutta la LEGA ARABA, sono migliorative, ma, nessun cristiano può operare in Turchia perché la concreta  prospettiva di essere pugnalato o sgozzato è pari al 99,99%.
===============
se, i farisei Rothschild SpA Enlightened FED, Banche CENTRALI, si autoscomunicano da soli, perché il PAPA è il bastardo che non ha il coraggio per farlo? Poi, tutte le religioni, e tutti i Governi del mondo, anche insieme alla Chiesa Cattolica andranno tutti a puttane!
==============
cazzo, nessuno di voi mi potrà sfuggire: perché non ha importanza se loro sono i santi, o se loro sono i satanisti: perché tutto il mio popolo degli ebrei è con me!
===================
Ecco perché, io non leggo mai la Bibbia: perché Dio con me è un chiacchierone! ] [ il Regno di ISRAELE e la superiorità razionale della Bibbia Cristiana, su ogni altro presunto testo rivelato! ] [ se, io uso la metafisica razionale che è la legge naturale e universale ] io dimostro la Santità di JHWH, il Dio vivente di ISRAELE e la Verità della Bibbia, senza nominarli / citarli, mai: neanche, una sola volta! NON SOLO: posso dimostrare falsi, i rari brani AT che i farisei del Talmud hanno introdotto nella Bibbia ebraica. INFATTI, SE IO DICO, semplicemente: "la Verità è non mentire!" io dimostro razionalmente la ESISTENZA di DIO, e distruggo ogni teosofia e ogni relativismo! INFATTI, CHE LA VERITà è NON MENTIRE? è UN DATO RAZIONALE METAFISICO ETERNO ED UNIVERSALE! è VERO che la Bibbia è un libro strizza cervello: ma, è perché Gesù ha detto: "non date le cose sante ai cani, e non date le perle ai porci!" COLORO CHE SONO PREDESTINATI ALL'INFERNO (anche se Vescovi) NON CAPIRANNO MAI LA BIBBIA (e Dio Spirito Santo non parlerà mai a loro attraverso di essa: QUINDI SONO CONDANNATI A LEGGERE LIBRI: non possonno parlare con autorità creativa come me!  ), PERCHé, LA BIBBIA è UNA PERSONA: è IL VERBO DI DIO fattosi uomo, in una ragazza ebrea: immacolata concezione!
Ecco perché, io non leggo mai la Bibbia: perché Dio con me è un chiacchierone! Quindi senza dichiarare la mia FEDE in Dio, e senza citare mai la Bibbia, io posso impostare una teocrazia razionale laica universale: che abbia in se tutti i diritti umani, la sacralità della vita, la legge naturale, la legge UNIVERSALE, e quindi tutta la Bibbia viene confermata razionalmente! qUANTA MERDA IDEOLOGICA E RELIGIOSA, CADE VIENE DISTRUTTA SE IO DICO, SEMPLICEMENTE SOLTANTO: "la giustizia è: il male che non vuoi per te? tu non farlo ad un altro!"
========
come, perché io sono arrabbiato contro Dio? PERCHé, LUI NON MI HA ANCORA UCCISO LE CENTINAIA DI MILIONI DI CRIMINALI CHE, lui MI HA PROMESSO DI UCCIDERE, ovviamente! è inutile che, noi vogliamo essere ipocriti. ANCHE L'ATEO PIù CONVINTO, DOVRà AMMETTERE IL SOPRANNATURALE, ED IL DIVINO NEL MIO MINISTERO politico di WEBMASTER! tuttavia, il soprannaturale, si va facendo sempre più insistente in questi giorni (anche se io non perdo il mio tempo a parlare di queste stronzate), perché mentre io faccio di tutto per uccidervi, i vostri santi angeli custodi, i miei ministri? Fanno i matti per salvare la vostra vita! MA, IO ODIO LE COSE SOPRANNATURALI, invisibili, ecc.. PERCHé, IO SONO UN LAICO razionale MINISTERO POLITICO UNIVERSALE, quindi io maltratto senza rispetto tutti gli spiriti, senza eccezione: anche se circa i demoni, per loro è impossibile potersi accostare a me: senza rischiare la disintegrazione!
=========
Papa FRANCESCO ] sputerà Obama monoculo di Lucifero Spa FED: new Babylon Tower: e il NWO collasserà! ] [ Adesso per rimediare lui deve scomunicare tutte le SpA Banche CENTRALI, con un atto di scomunica formale! ] [ dichiarare chi è cattolico e chi non è cattolico all'interno di una competizione elettorale è un danno contro la Chiesa CATTOLICA, che, oggi non può essere quantificato! [ Team Trump, 'Papa pensi a mura vaticane' Papa 'scomunica' Trump, non e' cristiano. Lui,vergognoso ] quindi il PAPA FRANCESCO, scomunicando Trump, ha santificato i massoni farisei SpA Banche Centrali, gli islamici, e i satanisti della CIA: tutti i criminali del regime massonico Bildenberg! PENSO CHE, LUI ABBIA AGITO ISTINTIVAMENTE: SU UNA VERITà OGGETTIVA: "i bambini che scappano dalla AMERICA LATINA vanno salvati assolutamente!", ma, NON COMPRENDENDO in quella modalità tutto il MALE CHE, lui STAVA FACENDO ALLA CHIESA CATTOLICA! Adesso per rimediare lui deve scomunicare tutte le SpA Banche CENTRALI, con un atto di scomunica formale!
==========
dai dati balistici in nostro possesso noi possiamo dire "NON SONO STATI LORO",  e circa il diritto internazionale violato questa storia si può risolvere soltanto con una dichiarazione di guerra della NATO contro l'india! ] [ Latorre posta foto del momento dell'arresto. Scrive il marò: "Questo accadeva il 19 febbraio 2012, 4 anni fa, cioè quando ci portarono in carcere"
===========
hanno deciso tutto nella massoneria NWO e poi, vengono a fare il teatrino, macabro d'avanti a noi!
Ultima Ora Mondo:
    00:01     Brexit: Merkel anticristo, un'intesa giusta
    23:43     Cameron, ora raccomando sì a referendum
    23:43     Renzi a Paesi Est, 'serve solidarietà'
    22:44     Brexit: Tusk, accordo all'unanimità
    22:30     Portavoce Tusk, non c'è ancora l'accordo
    22:13     Brexit:Lituania, accordo fatto tra Ue-Gb
#Obama 666 CIA NWO ] SEI STATO SGAMATO! TE LO DICEVO IO, FINGERE DI AVERE SMESSO DI FUMARE? NON è STATA UNA BUONA IDEA! [ Kyrgyzkorm ‏@kyrgyzkormkg В Москве появилась соцреклама "Курение убивает больше людей, чем Обама" - Clima teso fra Russia e Usa, a Mosca appare cartellone anti fumo con foto di Obama: Il fumo uccide più persone di Obama, sebbene lui ne uccida molte. Non fate come lui"
=========
Vertici della Cassazione contro Salvini: "I suoi attacchi un pericolo per la democrazia" ] se i Bildenberg Regime massonico, senza sovranità monetaria, erano la democrazia? Questo la Costituzione che ho letto io? non lo ha mai insegnato!
NATO attacca RUSSIA

l'unica cosa che quì è spregevole ed ignobile sono gli islamici e i loro satanisti della CIA! Potrebbe essere un autottacco, oppure potrebbe essere un attentato della CIA per mettere nei guai la Russia e la Turchia! PERCHé UNA COSA è SICURA: NON SONO CERTO I CURDI CHE SI VOGLIONO ANDARE A CERCARE PIù GUAI! ISTANBUL, 17 FEB - Il bilancio dell'esplosione di un'autobomba stasera nel centro di Ankara al passaggio di un convoglio militare, che trasportava un gruppo di soldati, è salito ad almeno 18 morti e 45 feriti. Ad aggiornarlo è l'ufficio del governatore della capitale turca. L'autobomba è stata fatta esplodere appena il convoglio militare si è fermato a un semaforo. Lo riferisce l'esercito di Ankara in un comunicato, in cui condanna l'attacco come "spregevole e ignobile".
NATO attacca RUSSIA

Erdogan BOIA ] CIA e Sauditi sono una sola agenzia! [ Autobomba ad Ankara, 28 morti e almeno 61 feriti ] [ e se voi non eravate i bastardi farisei Spa Banche CENTRALI massoni Bildenberg, e tutto l'ANTICRISTO in Vaticano? non è vero che avreste potuto fare il genocidio dei cristiani in: Iraq, Siria, Nigeria, Kosovo, Donbass ed in tutto il mondo! ] io dico, se tu ritieni di poter escludere la CIA da questo attentato? poi sono stati i sauditi!
NATO attacca RUSSIA

ErdogAn assassino ISLAMICo: SHARIA senza reciprocità! ] circa, il troppo perfetto attentato fatto dalla CIA: Autobomba ad Ankara, 28 morti e almeno 61 feriti [ attento! ] non è scritto nella Bibbia: "gli ebrei aboliranno il loro patto con la morte!", ma dice: "verrà abolito il loro patto con la morte!" e se gli ebrei farisei, raabbini, Rothschild SpA FMI, non possono salvarsi da soli dal satanismo? chi credi di essere tu? Quanto più ipocrita usuraio, commerciante di schiavi, cinico, maligno e  criminale pensi tu, di essere migliore di loro?
NATO attacca RUSSIA

ErdogAn il boia ISLAMICo: per SHARIA sultanato: di troia fica argento: di nove anni, alla MECCA CAABA! ]  quando io ho detto ad una racchia di bullo: "senti bella.. ecc.. ecc.." lei ha risposto: "si lo so che sono bella! ecc.. ecc.." e se lei si crede bella in mezzo alle altre ragazze? TU TI PUOI ANCHE CREDERE BIANCANEVE, in mezzo ai sette nani: della NATO, che aspetta il principe azzurro: della CIA: per la conquista del mondo califfato!

ARABIA SAUDITA è Allah sharia akbar: morte a tutti gli apostati infedeli ( è sempre la vagina, di una troia di argento vagina: di bambina pervertita di 9anni, con un idolo di pietra lunare al suo interno: il demonio! ) la MOGLie del GUFO Baal al Bohemian GROVE SPA FED, ed io dubito che in Arabia SAudita siano così diventati stupidi, tanto da rischiare il loro demonio dio, per esporsi incautametne, in Siria ed IRAQ! ] [ Arabia Saudita discute i dettagli e la data dell'invio delle truppe in Siria
================
Che fine farà il caso di Bilal, figlio bolognese di Erdogan, al PROSSIMO PASSO FALSO DI ERDOGAN IN TURCHIA, LA RUSSIA NON SI PUò FAR SCAPPARE LA OCCASIONE, DI MACELLARE TURCHIA E ARABIA SAUDITA!  (19.02.2016) L’inchiesta aperta in Italia nei confronti di Bilal Erdogan, figlio del presidente turco è un caso politico, oltre che giudiziario. Lo studente Erdogan, che si sarebbe trasferito a Bologna per continuare i suoi studi, è indagato per riciclaggio. Aperta in Italia un’inchiesta contro i traffici illeciti del figlio di Erdogan. Dall'autunno scorso Bilal sarebbe tornato in Italia per completare i suoi studi presso l'università americana Johns Hopkins di Bologna, sui muri della quale dopo l'arrivo di Erdogan figlio sono apparse le scritte "Erdogan assassino", "Erdogan terrorista". Bilal è accusato di riciclaggio di grosse somme di denaro portate in Italia. L'inchiesta partita con un esposto presentato da Murat Hakan Huzan, imprenditore e oppositore del presidente Recep Erdogan, probabilmente non farà luce sui fatti accaduti nel breve periodo. "Sicuramente non sarà un caso che porterà a dei problemi diplomatici", questa è l'opinione di Daniele Santoro, esperto di Turchia e collaboratore di Limes, che in un'intervista a Sputnik Italia sottolinea come siano importanti i rapporti commerciali fra Italia e Turchia. — Daniele, che idea si è fatto sul caso del figlio di Erdogan indagato in Italia per riciclaggio?
— Si tratta di un'inchiesta partita in seguito alla denuncia fatta da un oppositore di Erdogan che si trova in Francia. È un atto quindi dovuto da parte della Procura, che fin dall'inizio caratterizza l'inchiesta in termini politici. Dire se il figlio di Erdogan abbia commesso i reati di cui viene accusato è impossibile, visti i tempi anche della magistratura italiana. Magari si verrà a sapere tra qualche decennio. La cosa interessante della vicenda è che si sostiene che Bilal Erdogan si sia trasferito in Italia con un ingente somma di denaro per preparare poi un'eventuale fuga del padre e del resto della famiglia. Erano voci che circolavano ancora prima delle elezioni 7 giugno, il cui esito sembrava incerto, infatti poi si sono concluse con la mancata vittoria dell'AKP. All'epoca poteva avere senso: se il partito di Erdogan non avesse vinto alle elezioni, cosa che poi è avvenuta, e se gli altri tre partiti avessero raggiunto un accordo per formare un governo, le inchieste che erano state aperte nel 2013 su Erdogan e la sua famiglia avrebbero potuto portare all'arresto o a problemi giudiziari per il presidente. Era possibile ipotizzare che si stesse per preparare il terreno per una fuga. Adesso in questa fase mi sembra fantascienza. — Quindi il retroscena politico della vicenda di Bilal, accusato di aver portato in Italia grandi somme di denaro per preparare poi la fuga del padre è poco convincente? Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, Erdogan ha costruito il "monopolio della menzogna" — Mi sembra difficile ipotizzare che Erdogan possa a breve perdere il potere ed essere costretto a fuggire all'estero. Anzi, al contrario, oggi si pensa che la Turchia possa tornare alle urne entro la fine dell'anno. Nei sondaggi il partito curdo Hdp è crollato e se questo crollo venisse confermato da eventuali elezioni, il partito di Erdogan potrebbe conquistare una maggioranza tale da poter approvare da solo la riforma della Costituzione in senso presidenziale. Tra le due cose credo sia più probabile che Erdogan possa diventare il presidente di una repubblica presidenziale piuttosto che essere costretto a fuggire all'estero. Questo non toglie che Bilal Erdogan possa aver commesso i reati di cui è accusato. Il retroscena politico mi sembra un po' debole. Prima del 7 giugno ci poteva stare, adesso non credo.
— Secondo lei il caso verrà archiviato? Queste inchieste non porteranno a nulla di concreto, visto il loro aspetto politico? 
— Credo che non porteranno a nulla di concreto, poi è difficile saperlo. Sicuramente non sarà un caso che creerà dei problemi diplomatici. Vediamo come si comporta il governo italiano quando c'è da far valere la propria dignità, la vicenda di Regeni in Egitto ne è un esempio. L'Italia e la Turchia hanno importanti interessi commerciali. Qui in Turchia ci sono centinaia di aziende italiane che fanno cose importanti, come il terzo ponte sul Bosforo.
Credo che tra qualche giorno non se ne parlerà più. Bisognerà poi ovviamente vedere gli sviluppi dell'inchiesta: http://it.sputniknews.com/opinioni/20160219/2131293/caso-di-bilal-erdogan.html#ixzz40dv5Z9QD
NATO attacca RUSSIA

ADESSO IL PROGETTO CRIMINALE DEGLI USA SI DELINEA IN TUTTO IL SUO SATANISMO! HANNO DISTRUTTO I DITTATORI ISLAMICI, PER FAR DIVENTARE UNA SOLA ARABIA SAUDITA TUTTA LA LEGA ARABA! ... PRESTO 2MILIARDI DI SUNNITI NAZISTI ASSASSINI SERIALI, MANIACI RELIGIOSI DOGMATICI DEL GENOCIDIO, MARCERANNO CONTRO TUTTO IL RESTO DEL MONDO! Arabia Saudita discute i dettagli e la data dell'invio delle truppe in Siria. 19.02.2016 La data di inizio delle operazioni di terra in Siria non è stata determinata ed è oggetto di dibattito, ha riferito all'agenzia “Sputnik” il consigliere del ministero della Difesa saudita Ahmed Asiri. "Per quanto riguarda la data, proseguono le riunioni degli analisti militari, che determineranno la durata, i luoghi dell'operazione, il numero di soldati e le caratteristiche qualitative della campagna," — ha detto Asiri, segnala "RIA Novosti". In precedenza le autorità saudite avevano annunciato il possibile avvio delle operazioni di terra in Siria all'interno della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti. E' stato riferito che Riyadh prevede di inviare in Siria diverse migliaia di militari e che l'operazione potrebbe essere effettuata in coordinamento con la Turchia. Le autorità degli Emirati Arabi e del Qatar hanno fatto sapere che sono pronti ad unirsi all'operazione saudita: http://it.sputniknews.com/mondo/20160219/2133843/Guerra-Assad-Turchia.html#ixzz40drP7atD
NATO attacca RUSSIA

Russia convoca Consiglio di Sicurezza ONU per piani Turchia, su invio truppe in Siria. 19.02.2016, Mosca intende introdurre al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite una bozza di risoluzione di condanna delle azioni che minano l'integrità territoriale e la sovranità della Siria, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova. "A questo proposito la Russia intende oggi convocare una seduta del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per discutere la questione e presentare una bozza di risoluzione, in cui si esorta a bloccare tutte le azioni che minano la sovranità e l'integrità della Siria e non conformi alla risoluzione №2254 del Consiglio di Sicurezza ONU: http://it.sputniknews.com/politica/20160219/2133551/Pace-Diplomazia.html#ixzz40dpmRq5s
NATO attacca RUSSIA

se la UE, ritiene legale un GOLPE a Kiev, di cecchini della CIA: PER FARE UN PoGROM DI ODESSA E DELLA PARTE RUSSOFONA DEL PAESE? POI, SU DI TUTTO SI PUò CALUNNIARE, ANCHE, contro UNIUS REI! A partire dallo scorso ottobre il dicastero della diplomazia UE guidato dal commissario Federica Mogherini pubblica ogni settimana un rapporto sulle "campagne di disinformazione" di Mosca. Nell'ultimo rapporto si osserva che da diverse settimane la Germania è finita nel mirino di Mosca. In Europa sicuri: Germania nel mirino della campagna di disinformazione del Cremlino. 19.02.2016)Il Cremlino sta conducendo una campagna di disinformazione contro la Germania? Lo verificheranno i servizi segreti tedeschi: http://it.sputniknews.com/mondo/20160219/2130375/UE-Mogherini-Merkel-geopolitica-Pegida.html#ixzz40doyboJe
NATO attacca RUSSIA

QUESTO è IL VERO PROBLEMA: è quì che io ti stavo aspettando! I TERRORISTI NAZISTI SHARIA MODERATI di Obama, IN REALTà, NON COMBATTONO CONTRO ISIS, IN MODO CREDIBILE, PERCHé, QUESTA è UNA GUERRA sunnita di INVASIONE TURCO SAUDITA della SIRIA: E CON LA GUERRA CIVILE? HA POCO DA SPARTIRE! ed i cosiddetti: "gruppi moderati" sono così islamici SALAFITI WAHHABITI, che, ASSAD non potrebbe mai fare con loro, un governo di coalizione. NON ESISTE UNA PROSPETTIVA POSITIVA, IN tutta QUESTA CRIMINALE OPERAZIONE USA IN MEDIO ORIENTE: se non fare uno sterminio totale della LEGA ARABA nel suo insieme! 19 FEB - Il ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita Adel al Jubeir vuole rifornire i gruppi moderati di opposizione in Siria di missili terra-aria. Lo ha detto lo stesso ministro in un'intervista pubblicata sul numero dello Spiegel in uscita domani, di cui è stata fornita un'anticipazione. I missili, secondo al Jubeir, "permetteranno all'opposizione moderata di abbattere elicotteri e aerei del regime".
NATO attacca RUSSIA

Hollande: Londra non può porre veto, Nell'Ue 'andiamo avanti meno numerosi ma più forti'. Tra l'altro, ha ricordato, "ho fatto una proposta di governo della zona euro con un parlamento e un bilancio propri".  1. STOP MASSONI! 2. SOVRANITà MONETARIA EUROPEA, 3. ritornate a fare la CIVILTà EBRAICO CRISTIANA, OPPURE, IO SFASCIO TUTTO!
NATO attacca RUSSIA

IN EFFETTI, NON è FACILE ENTRARE NELLE PORCATE DEI CIRCOLI MASSONICI, ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE ] [ E' stata mandata a casa senza preavviso e secondo gli osservatori a Parigi in modo un filo brutale. E però Fleur Pellerin, l'ex ministra della Cultura scaricata da François Hollande non ci sta. Intervistata dai media critica il presidente e la "lobby organizzata" dei "salotti parigini". Al suo posto è stata nominata a sorpresa Audrey Azoulay, amica di Julie Gayet, la bionda attrice che è l'ultima fiamma di Hollande.
NATO attacca RUSSIA

lo Stato non può dire che è legale l'adulterio, quindi , la industria del porno si deve accontentare di coppie sposate, quindi, STOP! SONO ABOLITE LE STRAVAGANZE, E I RAPPORTI DI PERVERSIONE SESSUALE: E LA FRUIZIONE DI QUESTE PORCHERIE, SOLTANTO PER DUE ORE DURANTE LA NOTTE! CERTO, IO VI FACCIO DEL MALE, PER QUESTO GIà ADESSO! il problema del condom non si pone! Usa: vince industria porno, niente condom, Autorità sicurezza lavoro bocciano nuove norme http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/02/19/usa-vince-industria-pornoniente-condom_d2afaee6-aedb-4020-a303-22e4e9b85c86.html
NATO attacca RUSSIA

il PAPA Francesco ha colpito TRUMP, nel suo unico errore: di questa campagna elettorale! lui non può chiudere le frontiere ai bambini: sudamericani, che hanno rischiato la morte degli schiavisti, e dei commercianti di organi, per giungere negli USA! ] MA, ASSOLUTAMENTE STANTE IL DELITTO DI SHARIA, è INDISPENSABILE CHE I MUSULMANI DEBBANO ESSERE RESPINTI: E TUTTA LA LEGA ARABA SOFFOCATA NEL SANGUE! [ WASHINGTON, 19 FEB - Il Papa? "A wonderful guy" (una persona meravigliosa): Donald Trump, l'outsider repubblicano per la Casa Bianca, smorza i toni della polemica dopo che ieri il Papa lo aveva 'scomunicato' sostenendo che "non e' cristiano" chi vuole costruire muri, come quello che il magnate vuole erigere al confine col Messico. E, secondo la Cnn, si dice pronto ad incontrarlo "quando vuole", ribadendo che a suo avviso non si tratta di una 'battaglia':
NATO attacca RUSSIA

IN QUESTI TERRITORI PER QUELLO CHE SO IO, IL GENOCIDIO dei NON SUNNITI (ordinato da Erdogan e SALMAN) è STATO FATTO IN MODO SISTEMATICO! QUINDI, NON BISOGNA ESSERE TENERI CON I SOPRAVVISSUTI, ANCHE SE, I CIVILI DEVONO ESSERE SCANSATI: possibilmente, ed anche se, gli USA la devono smettere di uccidere deliberatamente i civili, bombardare scuole e ospedali per incolpare e calunniare la RUSSIA di tutto questo! ] Ong, 15 civili uccisi in raid in Siria, Tra vittime anche 3 minori e una donna. Bilancio potrebbe salire
NATO attacca RUSSIA

si possono sempre convertire al sunnismo, così SALMAN darà loro da mangiare invece di sterminarli! ] Yemen, Lancet: 21 milioni di persone su 25 bisognoe assistenza, Manca acqua, tasso malnutrizione tra più alti al mondo [ MA QUESTO NON è UN PROBLEMA PER QUEL BASTARDO DI OBAMA!
NATO attacca RUSSIA

IN QUALE COSTITUZIONE SI DICE che dobbiamo pagare le tasse, per comprare ad interesse il denaro teocratimente creato dal nulla, da Satana, in sue SpA banche commerciali private Farisei Bildenberg Massimo D'Alema? Lavoro: Ue, in Italia record di persone inattive, Nel terzo trimestre 2015 il 14,3% ha trovato occupazione
NATO attacca RUSSIA

SIETE DEI BASTARDI UE NATO, questi non sono i bambini ucraini, MA, sono soltanto i bambini del DONBASS che la MERKEL PRAVY SECTOR CIA SpA FED, cercano di uccidere, con genocidio! Ucraina: Unicef, 580 mila bambini colpiti da conflitto, Oltre 200 mila necessitano di sostegno psicologico
NATO attacca RUSSIA

Libia, sindaco Bengasi: 'Una catastrofe', Da Isis attacco barbaro. Spero Ue aiuti esercito ] QUESTA è PURA FOLLIA! COSA NON è BARBARO SHARIA DELITTI E PERVERSIONI SESSUALI, IN TUTTA LA LEGA ARABA? QUESTI BASTARDI DI MAOMETTANI CI STANNO COSTRINGENDO ANCHE A COMBATTERE PER LORO, MA, TRA ISIS E LEGA ARABA CI SONO GLI STESSI SHARIA OBIETTIVI IN COMUNE, QUELLO CHE CAMBIA è SOLTANTO LA STRATEGIA! Ecco perché ISIS, al-Nursa e tutta la galassia jihadista: sono tutte funzionali ad Erdogan e Salman! TUTTI LORO DEVONO IN TOTO ESSERE STERMINATI!
NATO attacca RUSSIA

la NATO è la troia, gli USA sono la puttana, la CIA è il protettore, e la SpA Banche CENTRALI Rothschild: sistema massonico Regime Bildenberg: sono i padroni del bordello! [ chi dice che la DEMOCRAZIA è incompatibile: con la teocrazia: ignora la verità della storia, cioè: che Democrazia, e i suoi diritti umani, e la dignita del valore sacro della persona, sono tutti nati in ambito ebraico cristiano, e soltanto in esso ambito, sussistono UNICAMENTE A TUTT'OGGI, come eccezione: dono del Vangelo di Gesù CRISTO, in tutto il mondo!
NATO attacca RUSSIA

la NATO è la troia, gli USA sono la puttana, la CIA è il protettore, e la SpA Banche CENTRALI Rothschild: sistema massonico Regime Bildenberg: sono i padroni del bordello! [ chi dice che la DEMOCRAZIA è incompatibile: con la teocrazia: ignora la verità della storia, cioè: che Democrazia, e i suoi diritti umani, e la dignita del valore sacro della persona, sono tutti nati in ambito ebraico cristiano, e soltanto in esso ambito, sussistono UNICAMENTE A TUTT'OGGI, come eccezione: dono del Vangelo di Gesù CRISTO, in tutto il mondo!
NATO attacca RUSSIA

ISRAELE PUò ESSERE SOLTANTO UN TEOCRAZIA: E I MUSULMANI NON SMETTERANNO DI MINACCIARE ISRAELE, FINCHè NON DIVENTERà UNA MONARCHIA TEOCRATICA! dei criminali contrappongono: il concetto di DEMOCRAZIA contro TEOCRAZIA: niente di più falso! ma, quando non c'è stata teocrazia abbiamo avuto gli eccidi della rivoluzione francese, eccidi ISLAMICI turchi contro: armeni, curdi siriani e iracheni, eccidi spagnoli, eccidi nazisti tedeschi e, eccidi comunisti russi! Tutte le ideologie demoniache del XX secolo!
NATO attacca RUSSIA

IL CAVALLO NON GIOVA PER LA VITTORIA, CON TUTTA LA SUA FORZA NON POTRà SALVARE! SOLTANDO divenendo un regno: ISRAELE potrà CONQUISTARE tutti i sui nemici! .. ed ovviamente non sto parlando di una conquista di tipo militare! io CREDO CHE IL REGNO DI ISRAELE SI IMPORRA SUL MONDO SENZA VIOLENZA! Israele è l'ultima speranza per la sopravvivenza del genere umano!
NATO attacca RUSSIA

IL CRISTOCENTRISMO ] che Gesù di Betlemme offrendo la sua vita, anche per il bene e la salvezza dei suoi assassini, sia stato l'uomo più importante della storia del GENERE UMANO, questo lo dicono anche: atei: guru, e uomini di tutte le religioni, ed ecco perché MAometto sharia CAINO, e satana Rothschild SpA FED, per invidia, loro la mafia dei massoni salafiti, fanno uccidere così tanti martiri innocenti cristiani, per tutto il mondo! ECCO PERCHé ISRAELE: LA SANTITà DELLA RADICE: LA BENEDIZIONE DI ABRAMO, E TESORIERE DI TUTTE LE BENEDIZIONI DI DIO, NON PUò AVERE UN FUTURO IN QUESTO MONDO DI INDEMONIATI!
NATO attacca RUSSIA

TEL AVIV, 18 FEB - E' morto per le ferite subite uno dei due israeliani accoltellati da due palestinesi questo pomeriggio in Cisgiordania. Lo ha detto il portavoce della polizia Micky Rosenfeld. Entrambi gli assalitori hanno, secondo i media israeliani e palestinesi, 14 anni. * Antimo Marandola [ lui parla bene al 95% di tutte le cose che dice, infatti, lui non dice mai nulla circa la usura bancaria Rothschild ALTO TRADIMENTO, satanismo Banche CENTRALI SpA ] Unioncamere Milano presso Docente Master Internazionalizzazione Pagheranno caro, pagheranno tutto. Tanto per dimostrare che i due fanciullini non meritassero la morte. per l'ennesima volta le bestie palestinesi approfittanno dell'imbecillità dei ragazzini per mandarli al suicidio. Avete notato che non sono mai uomini ma sempre ragazzini o ragazzine? I vigliacconi che li comandano mandano loro e se ne restano al caldo e al sicuro nei loro bunker a godersi i soldi del pizzo che viene estorto ai paesi occidentali. Ancora più scandaloso che ci sono allucinati in occidente che provano pure a giustificare tali bestie
* Gian Carlo ... gli assassini avevano 14 anni anche secondo i media palestinesi, in sostanza, se accoltellano con successo diventano eroi della patria, se vengono uccisi cercando di accoltellare, i soldati israeliani diventano assassini che sparano sui bambini: chiarissimo no?
NATO attacca RUSSIA

gli USA si divertono a bombardare ospedali, e povere persone innocenti e poi danno la colpa dei loro delitti alla RUSSIA! e se voi non eravate i bastardi farisei Spa Banche CENTRALI massoni Bildenberg tutto l'ANTICRISTO in Vaticano? non è vero che avreste potuto fare il genocidio dei cristiani in: Iraq, Siria, Nigeria, Kosovo, Donbass ed in tutto il mondo!
NATO attacca RUSSIA

la mia spada (LA METAFISICA RAZIONALE) non si fermerà finché, non avrò ucciso, anche, l'ultimo responsabile e l'ultimo mandante di questi eccidi DI PERSONE INNOCENTI! E NON ESISTE UN RIMEDIO CHE POTREBBE SOTTRARVI ALLA MIA GIUSTIZIA! E LA VOSTRA COLPA è TERRIBILE, PERCHé VI SIETE GETTATI DIETRO LE SPALLE LE MIE PAROLE IN QUESTI 8 ANNI! BEIRUT, E QUESTO MONDO DI SATANA E DI Amnesty International ONU? CERCA INUTILMENTE DI PROGGERE QUELLO CHE è SUO, MA SE NON VERRETE DA ME, CON UMILTà, IO UCCIDERò ANCHE L'ULTIMO ESSERE UMANO DI QUESTO PIANETA (se lui fosse colpevole) PERCHé IO SONO: metafisica e spirito, io sono la LEGGE DEL TAGLIONE! 18 FEB - Quaranta persone sono state condannate a morte oggi in Iraq con l'accusa di aver preso parte nel giugno del 2014 al massacro di circa 1.700 reclute, in maggioranza sciite, compiuto dall'Isis nella base militare di Speicher, vicino a Tikrit. Lo hanno riferito fonti giudiziarie citate dalla televisione panaraba Al Arabiya e da Amnesty International. L'organizzazione umanitaria ha criticato la sentenza, affermando che essa è giunta al termine di un processo "fondamentalmente viziato".
=====
e perché, noi dovremmo aiutare la LIBIA, O LA LEGA ARABA, dall'ISIS, se anche, tutta la LEGA ARABA è senza diritti umani e, senza libertà di religione, DEGLI ASSASSINI CRIMINALI SPREGEVOLI DI MARTIRI CRISTIANI? L'UNICA COSA, che, PUò ESSERE FATTA: è QUELLA DI UCCIDERLI TUTTI! perché l'unica differenza tra ISIS e LEGA ARABA è soltanto una differenza di metodi ma, non è una differenza di scopi genocidari e nazisti, razzisti. E LA VOSTRA COLPA RIMANE ED è TERRIBILE, PERCHé VI SIETE GETTATI DIETRO LE SPALLE LE MIE PAROLE IN QUESTI 8 ANNI!
======
nessun pericolo biologico in un fenomeno naturale, OVVIAMENTE, ma, nessuno può negare il valore mortale del simbolo! VOI STATE PER DIVENTARE CADAVERI PAGLIA SULLA SUPERFICIE DI QUESTO PIANETA MALEFICATO DAI FARISEI, SHARIA Amnesty International, E BANCHE CENTRALI SPA! E LA VOSTRA COLPA è TERRIBILE, PERCHé VI SIETE GETTATI DIETRO LE SPALLE LE MIE PAROLE IN QUESTI 8 ANNI! 18 FEB - L'hanno battezzata "Hairy panic" ('panico peloso', ma anche 'panico che fa drizzare i capelli'), l'ultima delle strane 'piaghe' climatiche che hanno colpito l'Australia: sottilissima erba secca creata dalla prolungata siccità estiva, mossa dal vento, che ha invaso la cittadina di Wangaratta, 17mila anime, nello stato australiano di Victoria, accumulandosi all'esterno delle case in soffici nuvole di erba infestante, che s'insinuano dappertutto. Lo riportano vari media, fra cui la Bbc, che in un video mostra gli abitanti di Wangaratta impegnata nella inutile "fatica di Sisifo" di liberare garage, giardini, portici e ingressi di casa dall'impalpabile, soffice nuvola filamentosa. "Ieri ho passato otto ore cercando di liberarmene. E oggi siamo daccapo", racconta la sua frustrazione mostrando il cumulo giallastro formatosi durante la notte, una signora, che fortunatamente non sembra soffrire di febbre da fieno.
NATO attacca RUSSIA

my holy JHWH ] [ io ho deciso di prendere il possesso e la consegna: nel nome di GESù di Betlemme, di tutti i siti che il NWO ha distrutto in youtube: quindi, io ti offro tutto l'amore e tutti i sacrifici che il genere umano ha fatto, e che i sacerdoti di satana in youtube hanno distrutto, per nome e per conto dei SpA Banche CENTRALI: il satanismo dei farisei salafiti massoni del NWO! Perché loro hanno stuprato plagiato, corrotto, le leggi e le regole del gioco sociale, così come a loro è piaciuto di fare, per prendere sempre di più il controllo del genere umano e per portare tutto a SATANA!
NATO attacca RUSSIA

posso capire che l'Occidente è stato visto nel mondo, come una base di coloniale sfruttamento, ma, sul perché, vi siete accaniti con odio contro i cristiani, il vostro stesso sangue, i vostri cittadini, tutti orgogliosi patrioti, i più onesti e virtuosi tra di voi? questo soltanto satana potrebbe spiegarlo! disinnescate tutto l'odio che i farisei SpA FED, hanno messo nel mondo, per la vostra uccisione e predazione! E LA VOSTRA COLPA è TERRIBILE, PERCHé VI SIETE GETTATI DIETRO LE SPALLE LE MIE PAROLE IN QUESTI 8 ANNI!
NATO attacca RUSSIA

SONO STATO COSTRETTO DAI FARISEI SpA Banche Centrali, i satanisti usurai Talmud Kabbalah cannibali, a SALIRE fino al Trono di Dio, per trovare la giustizia, e Dio INFINITA UMILTà, non mi ha detto: "tu diventa la sgabello dei miei piedi!" NO! ma, con il gesto della mano mi ha detto: "tu siedi al centro del mio TRONO" adesso, chi di voi, come me, creatura di polvere e cenere, insolentirebbe al posto mio?
NATO attacca RUSSIA

circa il ddl Cirinna, non ho sentito dire da nessuno, quello che è il vero problema: "con il delitto della teosofia satanica del GENDER: che è una idelogia senza supporto scientifico, ma, è una infestazione corruttiva e demoniaca, un virus che può travolgere la società, non si può aggiungere nessun diritto civile legittimo ai gay, figuriamoci l'impossibile legge naturale del matrimonio o della adozione dei bambini!"
NATO attacca RUSSIA

il delitto mondiale di satanismo e genocidio universale, è stato fatto dai FARISEI che hanno trasformato in merce, il denaro che, INVECE, è soltanto uno strumento convenzionale virtuale di mediazione: TRA I BENI DI VALORE ECONOMICO, ECCO PERCHé LA ECONOMIA MONDIALE SI è AMMALATA A MORTE, E ECCO PERCHé, TANTE PERSONE SONO STATE IMPOVERITE E SPINTE ALLA DISPERAZIONE: da questo parassita mostruoso dei popoli, perché la finanza ha preso in ostaggio la economia e con essa anche la politica e la sovranità dei popoli sono stati traditi! La Banca non ha titolo politico per appropriarsi del valore monetario: e per indebitare, prestare denaro ad interesse ai popoli! INFATTI NESSUNA COSTITUZIONE RITIENE consolida istituisce, il SIGNORAGGIO BANCARIO, MA, DICE CHE IL SIGNORAGGIO è DEL POPOLO!
NATO attacca RUSSIA

FATE UN CORDONE MILITARE INTORNO ALLA TURCHIA! LA TURCHIA è RESPONSABILE DI QUESTA GUERRA! Onu, in Egeo muoiono due bimbi al giorno, Appello congiunto di Oim, Unicef e Unhcr: 340 da settembre [ ritirate i soldi ad ERDOGAN ] [ GINEVRA, 19 FEB - Dal settembre 2015, due bambini al giorno sono annegati in media nelle acque del Mediterraneo orientale mentre tentavano con le loro famiglie la pericolosa traversata verso l'Europa. Lo hanno denunciato oggi a Ginevra l'Unicef, l'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). Dallo scorso settembre - quando la foto della tragica morte del piccolo Aylan ha commosso il mondo - più di 340 minorenni, tra i quali molti neonati. Il numero di decessi infantili è in aumento, hanno aggiunto.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/02/19/onu-in-egeo-muoiono-due-bimbi-al-giorno_7da14778-7cfa-4eff-badc-33fc4715a8aa.html
NATO attacca RUSSIA

DOVE IL COLORE DEL PETROLIO, HA IL COLORE DEL SANGUE DEI MARTIRI CRISTIANI E NON! Aperta in Italia un’inchiesta contro i traffici illeciti del figlio di Erdogan. 18.02.2016 . ufficialmente indagato per riciclaggio a Bologna, dove risiede dall’estate 2015, Bilal Erdogan è proprietario di compagnie marittime che contrabbanderebbero l’oro nero di Daesh. La procura di Bologna ha aperto un'indagine per riciclaggio su Bilal Erdogan, figlio del presidente turco, Recep Tayyp Erdogan, in seguito all'esposto presentato da un oppositore politico rifugiatosi in Francia, l'imprenditore Murat Hakan Huzan. Nell'esposto si chiede d'indagare su ingenti somme di denaro che sarebbero state portate in Italia da Bilal nel mese di settembre, al suo arrivo nella città emiliana con moglie e figli. Il fascicolo è affidato al pubblico ministero Manuela Cavallo. Bilal Erdogan, ufficialmente a Bologna per concludere il dottorato della Johns Hopkins in Relazioni internazionali, avviato a Washington, secondo il ministero della Difesa russo — che in dicembre aveva fornito foto e filmati — sarebbe la pedina di collegamento tra l'oro nero del Califfato e gli Stati acquirenti. Proprio le compagnie di trasporti marittimi di proprietà del terzogenito del presidente turco Edogan, tra cui la Bmz Ltd, rivenderebbe il greggio insanguinato dei tagliagole alle compagnie straniere, acquistato a circa 15 dollari al barile e venduto a quasi il triplo. [ Il figlio di Erdogan viene chiamato il “ministro del Petrolio del Daesh” ] Per Alessandro De Pascale, giornalista che scrive per Il Manifesto e Left, già osservatore internazionale delle elezioni turche del giugno 2015, raggiunto da Sputnik Italia, "per la procura di Bologna si tratterebbe di un atto dovuto". La denuncia dell'oppositore politico, per il giornalista esperto di geopolitica internazionale, non sarebbe altro che "un ulteriore tassello d'apportare a un quadro già denso d'indizi e anomalie". "Alla tangentopoli del Bosforo — inchiesta esplosa nel dicembre 2013 che ha fatto tremare il governo coinvolgendo numerose personalità vicine al partito Akp di Erdogan, il quale ha provveduto a rimuovere migliaia di funzionari e dirigenti della polizia e di magistrati — da cui sono emerse telefonate in cui il presidente Erdogan chiedeva al figlio Bilal di mettere al sicuro del denaro, si deve aggiungere l'urgenza con cui sono stati richiesti i passaporti diplomatici per Bilal e famiglia. Se l'arrivo di Bilal in Italia sia motivato esclusivamente da questioni di studio oppure anche da altre ragioni, è certamente un fatto che la Procura di Bologna si appresterà a indagare. Indubbiamente le circostanze politiche ci raccontano di un quadro politico nuovo — il risultato delle elezioni del giugno 2015 — che avrebbe potuto divenire problematico per Erdogan e il suo partito, ma anche per i suoi figli che rappresentano il braccio imprenditoriale dell'Erdogan politico, ininterrottamente al potere in Turchia dal 2003. E' quindi verosimile la tesi degli oppositori politici turchi che con l'arrivo di Bilal in Italia, Erdogan cercasse di gettare le basi per un'eventuale ulteriore disfatta elettorale, che non si è poi verificata nel novembre 2015." Secondo F. William Engdahl, consulente di rischio strategico e autore di best-seller su petrolio e geopolitica, le compagnie marittime di Bilal Erdogan hanno moli speciali nei porti di Beirut e Ceyhan da cui partirebbe il contrabbando dell'oro nero su petroliere dirette in Giappone. ][ Omran al-Zoubi: Aereo russo abbattuto per difendere interessi del figlio di Erdogan ] [ Gursel Tekin, vicepresidente del Partito Popolare Repubblicano turco ha dichiarato, in una recente intervista ai media turchi, che "secondo il presidente Erdogan per le convenzioni internazionali non c'è infrazione legale nelle attività illecite di Bilal, e suo figlio fa affari ordinari con società giapponesi, ma in realtà Bilal Erdogan è complice fino al collo del terrorismo, ma, fino a quando suo padre resterà in carica, sarà immune da ogni inchiesta giudiziaria". Tekin ha aggiunto che la Bmz Ltd è "un affare di famiglia e parenti stretti del presidente di Erdogan, che ne detengono le azioni, abusano di fondi pubblici e ricevono prestiti illeciti da banche turche". Oltre al redditizio contrabbando di petrolio di Bilal, Sumeyye Erdogan, altra figlia del presidente turco, gestisce un ospedale da campo segreto in Turchia, appena oltre il confine con la Siria, dove i camion dell'esercito turco ogni giorno trasportano decine di jihadisti feriti di Daesh, e ne inviano altri per la sanguinosa jihad in Siria, secondo la testimonianza di un'infermiera, anche se ora l'intervento dell'aviazione russa ha neutralizzato in parte questi viaggi della morte. L'analista geopolitico francese Thierry Meyssan è ancora più audace nella sua analisi e descrive, per Voltairenet, Recep Erdogan come "l'organizzatore principale del saccheggio della Siria, avvenuto anche attraverso lo smantellamento delle fabbriche di Aleppo, capitale economica, il furto dei macchinari e dei tesori archeologici." Bilal Erdogan, per ora, continua la sua vita bolognese tra casa, studio e una super scorta, composta da agenti turchi ma anche dalla polizia italiana: http://it.sputniknews.com/mondo/20160218/2125719/bilal-erdogan-soldi-indagine.html#ixzz40brt7m2S
NATO attacca RUSSIA

SONO TUTTI AMICI DI TURCHIA E ARABIA SAUDITA SOLTANTO PERCHé NON VOGLIONO CHE LORO SCATENINO IL TERRORISMO ISLAMICO ANCHE IN EUROPA, ECCO PERCHé NON è POSSIBILE PER ISRAELE DI TROVARE AMICI: GLI USA LO RENDONO IMPOSSIBILE!  Russia accusa media Occidente: informazioni incomplete su atrocità terroristi,  19.02.2016(I media occidentali forniscono spesso informazioni incomplete sulle atrocità dei terroristi in Medio Oriente, compresa la Siria, ha dichiarato il commissario del ministero degli Esteri russo per i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto Konstantin Dolgov. Ha sottolineato che senza la vittoria contro i terroristi "è utopistico dire che la situazione nella regione in termini umanitari e nell'ambito dei diritti umani tornerà alla normalità." "In Occidente, spesso dai media occidentali vengono mostrate informazioni incomplete su quello che sta accadendo e sulle atrocità commesse dai terroristi. Cercano senza prove di accusare la Russia di qualcosa, sostenendo che le nostre forze aeree colpiscono le infrastrutture civili: non ci sono fatti, mentre sui numerosi fatti di sangue e sulle centinaia di migliaia di vittime dei terroristi in Siria, e non solo in Siria, non se ne parla a 360 gradi", — il diplomatico russo ha detto nel corso di una conferenza stampa dell'agenzia russa di stampa internazionale "Rossiya Segodnya": http://it.sputniknews.com/mondo/20160219/2128175/Siria-Medioriente-propaganda-Daesh-terrorismo.html#ixzz40cbWt7fw
NATO attacca RUSSIA

SONO TUTTI AMICI DI TURCHIA E ARABIA SAUDITA SOLTANTO PERCHé NON VOGLIONO CHE LORO SCATENINO IL TERRORISMO ISLAMICO ANCHE IN EUROPA!  Dove finiscono i documenti d'identità dei Paesi UE smarriti? 19.02.2016( Ogni anno nell'Unione Europea vengono smarriti milioni di documenti d'identità europei. Qual è la loro sorte? Spesso vengono utilizzati dai terroristi o dai criminali, scrive il quotidiano danese “Berlingske”. In Danimarca, dove secondo la polizia nel 2015 sono finiti nel nulla 43.818 documenti d'identità, non vi è alcun limite sul numero di volte che una persona può cambiare il documento d'identità. Dal 2010 il numero di documenti smarriti raggiunge 226.311. Nonostante 61.399 documenti siano stati ritrovati in seguito, queste cifre rendono l'idea di come il titolo d'identità danese sia un prodotto ricercato nel mercato nero. In Europa le statistiche mostrano che anno dopo anno si perdono sempre più documenti. Negli ultimi 5 anni il numero delle denunce per la perdita di passaporti o di altri documenti di identità è raddoppiato. Secondo i dato dell'Interpol condivisi con "Berlingske" dal 2002 in Europa sono andati perduti 34 milioni di documenti d'identità. "Sono cifre spaventose," — ritiene lo studioso di terrorismo Magnus Ranstorp dell'Istituto di Difesa svedese. L'Interpol e l'Europol ritengono che i passaporti smarriti rappresentino una minaccia della sicurezza europea. Nei siti web clandestini il passaporto danese viene venduto a 3.150 €. Nella vicina Svezia le autorità hanno constatato l'aumento dello smarrimento dei documenti d'identità. Questo fatto offre "serie ragioni per ritenere" che molti passaporti svedesi siano finiti nel mercato nero. Forse alcuni cittadini li prestano ad altre persone per soldi o gratis. Lo scorso ottobre in Grecia un passaporto svedese poteva essere acquistato per 10mila dollari, rivela un'inchiesta dei giornalisti del giornale "Expressen". Molto probabilmente questo problema ha portato al fatto che a partire dal prossimo luglio in Svezia sarà possibile cambiare il passaporto non più di 3 volte cambiato ogni 5 anni. La piaga dei passaporti smarriti si interseca con gli attacchi terroristici di Parigi avvenuti a novembre. Almeno 2 dei terroristi avevano utilizzato passaporti falsi: http://it.sputniknews.com/mondo/20160219/2128494/Terrorismo-Banditi-Interpol-Europol.html#ixzz40ccEB0W8
NATO attacca RUSSIA

L'ESPANSIONISMO ISLAMICO DEL NAZISMO SHARIA: PROTETTO DA ONU USA UE LEGA ARABA,  SONO UN DELITTO DI GENOCIDIO DEL GENERE UMANO! NON HA IMPORTANZA QUANTO POSSA ESSERE DOLOROSA QUESTA SITUAZIONE DEVE ESSERE AFFRONTATA IN MODO RADICALE E GLOBALE SU SCALA MONDIALE! è LA LEGA ARABA CHE HA DECISO DI CRIMINALIZZARE ANCHE LA SUA RELIGIONE! “La Russia sta definendo l'Europa in Siria”, 19.02.2016(La minaccia per gli interessi occidentali in Siria non proviene dalla Russia, ma dall'Arabia Saudita e dalla Turchia, ritiene l'analista francese Roland Lombardi. Gli obiettivi che Mosca persegue in Siria non costituiscono una minaccia per l'Occidente, ma al contrario coincidono con i suoi interessi, ha dichiarato in un'intervista al quotidiano "Atlantico" Roland Lombardi, esperto di relazioni internazionali. "Bisogna essere ciechi per non notare che, difendendo i propri interessi in Medio Oriente, la Russia allo stesso tempo sta difendendo gli interessi della Francia e dell'Europa", — è sicuro Lombardi. Secondo l'analista, la vera minaccia proviene dalla Turchia e dall'Arabia Saudita, che in Occidente vengono considerati alleati. Ma allo stesso tempo diventa ancor più evidente che sulla scia della "primavera araba" volevano che in tutti i Paesi arabi salissero al potere i salafiti e i "Fratelli Musulmani". L'Arabia Saudita e la Turchia in particolare sono sempre più isolate ed hanno molto da perdere, ritiene Lombardi. In preda al panico Ankara minaccia l'intervento in Siria, ma il suo obiettivo non è il Daesh, ma salvare i suoi movimenti jihadisti e bombardare i curdi, che sono alleati dell'Occidente nella lotta contro i terroristi. "Erdogan auspica nell'escalation e conta su un errore da parte della Russia per poter trarre vantaggio dall'articolo №5, che obbliga la NATO ad intervenire in suo soccorso. Sarebbe un disastro. Serve attendersi nuove provocazioni come contro il bombardiere russo abbattuto lo scorso anno," — avverte l'analista. L'esperto ritiene che la soluzione avanzata dalla Russia in Siria sia la più importante, razionale e condivisibile. Il Cremlino ha già incassato il sostegno di Iran, Cina, Egitto, Giordania, Emirati Arabi ed anche Israele. Inoltre sembra non dispiacere anche ai curdi e persino gli Stati Uniti stanno gradualmente rivedendo la propria posizione sulla soluzione del conflitto, conclude Lombardi: http://it.sputniknews.com/mondo/20160219/2128935/Geopolitica-Turchia-NATO-ArabiaSaudita.html#ixzz40ccfgJEF
NATO attacca RUSSIA

L'ESPANSIONISMO ISLAMICO DEL NAZISMO SHARIA: PROTETTO DA ONU USA UE LEGA ARABA,  SONO UN DELITTO DI GENOCIDIO DEL GENERE UMANO! Cieli Aperti, la Russia denuncia le violazioni “inammissibili” della Turchia a Vienna, 19.02.2016 Alla commissione consultiva del trattato sui Cieli Aperti, la delegazione russa ha denunciato ufficialmente l'inammissibilità del divieto di sorvolo della Turchia in violazione del trattato, ha detto a RIA Novosti oggi il capo della delegazione russa all'incontro di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti Anton Mazur. "La dichiarazione riflette la posizione della Federazione Russa per una situazione molto brutta che si è creata per colpa della Turchia. La dichiarazione è stata fatta dalla delegazione russa oggi in una riunione straordinaria della commissione; anche se alcuni dei nostri partner si sono lamentati perchè non la ritenevano importante, lunedì ci sarà una riunione ordinaria, ma abbiamo spiegato che una situazione di emergenza richiede una risposta rapida," — ha detto Mazur, riporta "RIA Novosti": http://it.sputniknews.com/politica/20160219/2129499/Diplomazia-sicurezza.html#ixzz40cdx599s
NATO attacca RUSSIA

il delitto che ONU: LO STUPRATORE SHARIA DI TUTTI I DIRITTI UMANI, ha permesso di fare contro la Siria invasa dal terrorismo ISLAMICO TURCO e SAUDITA, non possono avere più una soluzione politica! LA GUERRA MONDIALE è INEVITABILE! Russia, nel Consiglio di Sicurezza Putin ha discusso l'escalation al confine turco-siriano. 19.02.2016 Il presidente russo Vladimir Putin ha discusso con i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza la situazione in Siria, i mercati petroliferi mondiali, così come problemi interni russi, ha riferito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov: http://it.sputniknews.com/politica/20160219/2130952/Turchia-Siria-Petrolio.html#ixzz40chUxZTz
NATO attacca RUSSIA

Benjamin Netanyahu LOL figurati! ] per tranquilizzare il tuo Fariseo USURAIO SATANISTA Rothschild? IO HO SORRISO CORDIALEMTE, e io ho stretto, anche, la mano al cassiere della mia banca! lol. e perché, non lo ho ucciso, e fulminato sul posto? lol. poi, QUESTo DOVREBBE TRANQUILLARE TUTTI I FARISEI MASSONI, di tutto il NWO: monoculo Lucifero torre di Babele: che hanno osservato tutto, attraverso, la telecamera: il "grande fratello" in tempo reale!
NATO attacca RUSSIA

LA LETTONIA NON PUò PIù DIRE DI ESSERE UNA DEMOCRAZIA! DI FATTO SPUTNIK è PARI AD ANSA, ED UN ALTRA VISIONE DEL MONDO, è QUELLA CHE CARATTERIZZA LA DEMOCRAZIA, DA UN REGIME TECNOCRATICO MASSONICO BILDENBERG SPA BANCHE CENTRALI! 18.02.2016, La Lettonia può introdurre sanzioni contro l'agenzia d'informazione Sputnik che ha cominciato a pubblicare notizie su sputniknews.lv. La Lettonia propone di introdurre sanzioni contro l'agenzia d'informazione Sputnik che ha cominciato a pubblicare notizie in lettone su sputniknews.lv. Lo ha detto Inese Laizāne, capo della Commissione per i diritti umani del parlamento lettone nella sua intervista al giornale Neatkarīgā. Dal 1 marzo nel Paese entra in vigore la legge sulle sanzioni nazionali e internazionali prevedente restrizioni per le persone fisiche e giuridiche che minacciano "agli interessi di politica estera e alla sicurezza della Lettonia": http://it.sputniknews.com/mondo/20160218/2123317/lettonia-sputnik-sanzioni.html#ixzz40XSDat4O
NATO attacca RUSSIA

Zakharova: Ankara ha messo in giro false informazioni sull’operazione russa in Siria, [ oGNI ASSASSINO è ANCHE UN BUGIARDO E TUTTI GLI ISLAMICI SONO INFAMI! ] 18.02.2016 Il portavoce ufficiale del mistero degli Esteri russo Maria Zakharova ha dichiarato che Ankara ha messo in giro la falsa informazione che la Russia in Siria ha colpito scuole, ospedali e civili. "Tutte queste dichiarazioni dei vertici turchi sono l'ennesima minaccia. Non posso nemmeno dire che si tratta di una menzogna, che probabilmente è una parola leggera: è una menzogna che la presunta parte russa e l'aeronautica militare russa abbiano preso parte ad un attacco finalizzato a colpire la popolazione civile siriana, le scuole e gli ospedali. Sono tutte menzogne" ha detto Zakharova. Dopo l'inizio dell'operazione dell'Aeronautica militare russa in Siria, l'Occidente ha regolarmente prodotto nei confronti della Russia prove non confermate dell'accusa che gli attacchi non siano condotti contro il Daesh, ma contro le posizioni dell'opposizione moderata e gli obiettivi civili. La Russia ha più volte smentito queste affermazioni, sostenendo che gli obiettivi della sua aeronautica militare in Siria sono esclusivamente i gruppi terroristici, e non le infrastrutture civili.
Il Cremlino sull'operazione in Siria: la Russia difende la propria sicurezza
Peskov: la Russia non accetta le accuse per l’attacco dell’ospedale in Siria
La Russia ha iniziato l'operazione militare in Siria per l'inattività della coalizione USA
L'Indipendent consacra la Russia: “ha determinato i vincitori e vinti in Siria”: http://it.sputniknews.com/mondo/20160218/2122711/zakharova-ankara-siria.html#ixzz40XQYFnob
NATO attacca RUSSIA

MA SE KIEV FA DARE LE SANZIONI A http://it.sputniknews.com/ IO DA DOVE PRENDO LE INFORMAZIONI? POI, lol. se io devo leggere le informazioni soltanto dalla Bibbia? POI, VOI SIETE SPACCIATI!
NATO attacca RUSSIA

I guerriglieri del Daesh potrebbero aver rubato una capsula di iridio-192, (. La diplomazia di Mosca sperava di convincere Ankara a non (FARE AFFARI) interagire col Daesh 18.02.2016) Se l’isotopo radioattivo è finito nelle mani del Daeh, i guerriglieri avrebbero le reali possibilità di creare una bomba con un grande raggio di azione radioattiva. I funzionari iracheni sono stati messi in allarme dal furto di un contenitore di iridio-192 da parte dei guerriglieri del Daesh.
La ricerca del materiale radioattivo si svolge dal novembre dello scorso anno. L'isotopo di iridio era conservato in una speciale valigetta delle dimensioni di un computer portatile nell'edifico protetto nella zona della città di Bars, che è sparita. Sul luogo dell'accaduto non sono state rilevate tracce di effrazione, ha reso noto la Reuters. "Temiamo che l'elemento radioattivo sia finito nelle mani del Daesh" ha riferito un alto funzionario del servizio di sicurezza iraniano.
I funzionari temono che i guerriglieri possano utilizzarlo per la creazione di una bomba capace esporre alle radiazioni territori rilevanti. Fin dal principio era stato comunicato che il proprietario del locale protetto dal quale è stato rubato l'iridio-192 è la compagnia di idrocarburi americana Weatherford, nonostante i rappresentanti della società abbiano smentito l'informazione. La società ha fatto sapere di non essere in possesso ne di questi materiali, ne di luoghi dove poterli conservare. In conformità con i documenti ufficiali, il materiale radioattivo appartiene alla società turca SGS. Ma non si è riuscito ad ottenere commenti dalla società.
Il materiale rubato appartiene alla seconda categoria di pericolosità secondo la classificazione AIEA. Questo materiale, che emette raggi gamma, è utilizzato per la ricerca dei difetti nei sistemi di tubazioni per gli idrocarburi. Secondo i dati dell'agenzia, Bagdad ha annunciato la scomparsa all'AIEA. Anche Washington è stato informato della sparizione dell'iridio, hanno riferito alcune fonti. Precendentemente grandi quantità di iridio-192 sono scomparse in Europa e negli USA. La diplomazia di Mosca sperava di convincere Ankara a non (FARE AFFARI) interagire col Daesh: http://it.sputniknews.com/mondo/20160218/2122081/daesh-furto-iridio.html#ixzz40XNZ4ipQ
NATO attacca RUSSIA

ERDOGAN il BOIA, aveva tutto premeditato! PERCHé QUELLI CHE ABITANO ALL'INFERNO? NESSUNO DI LORO SI OPPORRà AL CRIMINE ISLAMICO, DI STERMINARE I CURDI! ANCHE PERCHé ONU NON CONDANNADO LA SHARIA HA CONDANNATO A MORTE IL GENERE UMANO!  L’esercito turco ha iniziato a bombardare i curdi nell’Iraq settentrionale, 18.02.2016) Lo Stato maggiore turco ha annunciato che le forze armate hanno iniziato gli attacchi aerei alle posizioni del PPK. "Ieri, due ore dopo l'attentato terroristico ad Ankara, è stata condotta un'operazione aerea nella zona di Haftanin dell'Iraq settentrionale, la quale è durata un'ora. L'obiettivo dell'attacco era un gruppo di 60, 70 persone, incluso i capi dell'organizzazione terroristica (PPK)" si legge nella dichiarazione dello Stato maggiore turco pubblicata da RIA Novosti: http://it.sputniknews.com/mondo/20160218/2118568/esercito-turco-attacca-ppk.html#ixzz40XLtSxC6
====================
+++++++++++++++
Sei membri del Consiglio di sicurezza ONU respingono la soluzione russa per la Siria. 20.02.2016( Il Consiglio di sicurezza dell’ONU non ha raggiunto l’accordo per proposta della Russia del progetto di risoluzione riguardante la situazione sul confine turco-siriano. Si sono espressi contro 6 paesi su 15: Spagna, Nuova Zelanda, Ucraina, e USA, Francia e Gran Bretagna che hanno il diritto di veto. Secondo il rappresentante permanente del Venezuela all'ONU (presidente del Consiglio di sicurezza a febbraio) Rafael Ramirez, nel corso della discussione, che si è protratta per oltre due ore, "ogni paese ha esposto la propria posizione nazionale". "Abbiamo tempo fino a lunedi (22 febbraio) per avere le reazioni a questa risoluzione, e vedere cosa succederà" ha osservato Ramirez. Il rappresentante permanente degli USA all'ONU Samantha Power ha definito il progetto di risoluzione russo "fuorviante". "Sarebbe utile, se la Russia realizzasse la risoluzione già approvata. Abbiamo lavorato tutti insieme alla risoluzione 2254 a fine anno, siamo tutti uniti per la sua realizzazione, e il sostegno deve essere fatto per la sua attuazione" ha dichiarato Power, citata da RIA Novosti.
Giovedi, la Russia ha presentato al Consiglio di sicurezza dell'ONU il progetto di risoluzione per la Siria che richiede di porre fine all'indebolimento della sovranità di questo paese: http://it.sputniknews.com/mondo/20160220/2134515/onu-respinge-risoluzione-russia-siria.html#ixzz40hV13Jnc
===================
NO, IO NON ADREI A LETTO CON MOGHERINI, CHE è UNA STUPIDA OCA, NEANCHE SE MI PAGANO! LOL. VOI siete tutti testimoni: lol. gli arabi faranno una feroce guerra mondiale tra di loro, per chi si deve portare nel suo Harem MOGHERINI, ma, lei non doveva ingannarli, lol. doveva dire loro che i suoi capelli biondi: sono di un colore finto! http://www.ansa.it/webimages/img_700/2016/2/11/7b59ec952c5a3204caffadd05ae49f92.jpg
10:36 La Turchia continua a bombardare i curdi in Siria
10:03 Sei membri del Consiglio di sicurezza ONU respingono la soluzione russa per la Siria
09:22 Siria, i curdi: Circa duemila combattenti islamici sono arrivati ad Azaz dalla Turchia
18:33 Arabia Saudita discute i dettagli e la data dell'invio delle truppe in Siria

SATANA ROTHSCHILD SPA FED, TU HAI LE ORE CONTATE! ] eppure Bush il Vecchio CAPRONE NWO, lui andava dicendo: "NOI VINCEREMO!" [ QUANDO INCOMINCI A SMANTELLARE LA TANA DELLA ZOCCOLA, OPPURE LA TANA DEL SERPENTE PITONE FROCIO? tu sai che sarà costretto a venire fuori, e lui sa la morte che, io gli farò fare! SATANA ROTHSCHILD SPA FED, TU HAI LE ORE CONTATE!
=====================
chi può impedire alla Russia di dare armi atomiche a Siria e IRAQ, dato che, la NATO le ha date alla TURCHIA? [ 09:22 Siria, i curdi: Circa duemila combattenti islamici sono arrivati ad Azaz dalla Turchia ] CHE SE QUALCUNO IN QUALSIASI MOMENTE DECIDESSE DI AGGREDIRE LA TURCHIA? QUESTA SAREBBE SOLTANTO UNA LEGITTIMA DIFESA!


 maledetti massoni Bildenberg assassini, maledetti disgraziati, ladri traditori
la elemosina maledetta di rothschild Spa Troika, lui è il ladro della sovranità monetaria, che, dopo averti fatto schiavo, per non lascirti, i tuoi figli, morire di fame, poi, ti lascia le bricione, del bottino, che, ti ha rubato.. maledetti massoni Bildenberg assassini, maledetti disgraziati, ladri traditori! Grecia: Atene torna su mercati, autobomba alla Banca Centrale.. Per attentato sospetti su estrema sinistra. Domani arriva Merkel
Rispondi
 ·
CreationReal
1 secondo fa

gender dittatura gender dittatura gender --> [ amici gay ] --> voi combattete il cristianesimo, perché, con i musulmani vi troverete meglio? .. però, questo deve essere riconosciuto da tutti: " è con i satanisti che voi starete veramente bene! "
Rispondi
 ·
CreationReal
3 minuti fa

eraser695 --- i musulmani hanno ucciso anche te fratello?
eraser695 --- Muslims have killed you brother?
Rispondi
 ·
CreationReal
32 minuti fa

[ la Turchia è il terrorismo NATO USA UE, quindi, è inevitabile che il terrorismo, venga indietro, a ferire coloro che lo hanno supportato, per uccidere persone innocenti!  ] TG 24 Siria. 23 marzo.  #Siria, L’eroe pilota del Jet siriano: mi ha colpito un jet turco. Intervistato dalla Tv Siriana, L'eroe pilota siriano racconta come è stato colpito all'interno del territorio siriano da un missile lanciato da jet turco. — a Siria.
TG 24 Siria. 13 febbraio. Il popolo turco sa tutto del complotto USA-Erdogan contro, Siria
Turchia, Piazza Taksim, Il popolo turco sa tutto del complotto USA-Erdogan, contro, la Siria. TG 24 Siria. 22 marzo. #Siria, video a Infrarossa dell'imboscata dell'esercito a Adra
#Siria, imboscata, esercito elimina terroristi Nusra provenienti dalla Giordania
Una fonte militare ha detto SANA che un'unità dell'esercito ha eseguito un'imboscata eliminando gruppo di terroristi di Jabhat al-Nusra infiltrato attraverso il confine giordano nella zona di al-Ma'amel (fabbriche) nella città di Adra nella parte orientale di al-Ghota, in sobborgo Damasco. La fonte ha aggiunto che l'unità dell'esercito ha anche sequestrato armi e munizioni che erano in possesso dei terroristi.
Rispondi
 ·
CreationReal
42 minuti fa

[ in teoria, ogni religione è un atto di amore verso Dio, ed una dichiarazione di amore verso tutti gli uomini del pianeta! Questo evento, reande ancora, più evidente, come, l'Islam è il nazismo, una spietata macchina per lo sterminio del genre umano! ecco perché, io sono costretto a deportare tutti i Palestinesi, ed a demolire quella Moschea! .. ma, tutti sono testimoni, io o lavorato 6 anni in youtube, per impedire questa inevitabile violenza! ] Mo: Spianata Moschee, ultra' ebrei pronti a sacrificio: "Agnello Pasquale"!
Ambasciatore palestinese Onu, tensione a Gerusalemme est. 10 aprile, Polizia israeliana sulla Spianata delle moschee durante scontri con i palestinesi (arcihivio) #TEL AVIV. In occasione della Pasqua ebraica, che si celebra da lunedì per una settimana, un gruppo nazionalista ebraico progetta di condurre per la prima volta il "sacrificio rituale" di un agnello nella Spianata dove duemila anni fa sorgeva il Tempio di Gerusalemme, ossia in quella che è oggi nota come la Spianata delle Moschee. L'intenzione dei nazionalisti di compiere un rito ebraico in uno dei principali Luoghi sacri all'Islam, allarma già i leader musulmani palestinesi e anche la polizia di Gerusalemme che, per prevenire disordini, sarà obbligata ad adottare severe misure di sicurezza. "Quest'anno non celebreremo la Pasqua a casa, bensi' sul Monte del Tempio", ha preannunciato oggi il gruppo 'Hozrim el ha-Har' (in ebraico: Torniamo sul Monte) che chiede ai seguaci di radunarsi lunedì presso le mura esterne della Spianata in "condizioni di purezza", ossia dopo aver compiuto abluzioni rituali. Già oggi, in un rione ebraico di Gerusalemme, un altro agnello sarà "sacrificato" da questi attivisti, sulla base della metodologia descritta nei testi biblici.
Un'iniziativa che certo non contribuira' a rasserenare il clima a Gerusalemme est, dove la tensione tra ebrei e arabi sta crescendo, come denuncia l'ambasciatore palestinese all'Onu, Riyad Mansour, in una lettera inviata al Segretario generale dell'Onu, al presidente del Consiglio di sicurezza e a quello dell'Assemblea generale del Palazzo di vetro. Secondo Mansour - citato dai media palestinesi - "gli esponenti del governo israeliano e i gruppi della destra, riconducibili al movimento dei coloni, stanno cercando di provocare frizioni interreligiose al fine di destabilizzare la situazione" riguardo alla disputa sui luoghi santi, in particolare nella Spianata delle Moschee, il Monte del Tempio per gli ebrei. Mansour ha aggiunto che ''le continue incursioni di estremisti nei pressi della moschea di Al Aqsa e le restrizioni imposte ai fedeli palestinesi rischiano di infiammare ulteriormente il clima politico" e ha richiesto un intervento deciso della comunità internazionale e del consiglio di sicurezza dell'Onu.(ANSAmed).

Rispondi
 ·
CreationReal
52 minuti fa

[ credo, che, per vincere questa sfida mortale contro, i satanisti americani Rothschild 666 Bush 322 Kerry, i cannibali CIA NSA FMI-NWO ] sia necessario condividere, i dati di tutti i satelli, tra, tutte le Nazioni, perché in realtà tutte le Nazioni del mondo sono le loro vittime, anche, per elevare la sicurezza ed il monitoraggio dello spazio, e di tutto quello che avviene sulla superficie terrestre, sicurezza ed il monitoraggio. come il dirottamento di aerei di linea con cinesi  bordo. [ quindi, è indispensabile una confederazione spaziale contro gli Stati Uniti ed il loro scudo spaziale ] New Israeli spy satellite enters orbit
Ya’alon says Ofek 10, which already began transmitting data back to Earth, would let Israel ‘better deal with threats near and far’
By AFP and AP April 10, 2014. Read more: New Israeli spy satellite enters orbit | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/new-israeli-spy-satellite-enters-orbit/
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

[open letter #LEGA #ARABA] io non sono il vostro stupido, che, crede al vostro meschino teatrino 1. voi fingete di litigare tra di voi!! 2. voi siete una solo #CABA #UMMA #SHARIA, di califfato mondiale! voi siete una mafia, un associazione di criminali, una minaccia per il genere umano, certo, voi sarete tutti sterminati, se, non rimuovete subito la sharia, nazi, senza reciprocità, senza diritti umani, senza libertà di religione, UMMA aumma aumma, per i fessi, sotto egida #ONU #AMNESTY, quindi non esite #Siria, Palestina #Giordania, ecc.. esiste soltanto, un solo di crimine: di: la #UMMA, sharia califfato.. lo scopo satanico di nuocere a tuttto il genere umano.. se, voi non rimuovete la sharia, tra, 12 ore, io incomincerò ad uccidervi!  ] Golfo: crisi interna con Qatar, per Kuwait presto soluzione. A giorni possibile rientro a Doha ambasciatori #Riad, #Eau, #Bahrein. 10 aprile, 14:19. Peace talks can continue past April 29, says Abbas.  Palestinian leader appears to pull back from looming crisis; Israeli official says prisoners can be released if PA halts international drive. By Times of Israel staff April 10, 2014, #Palestinian #Authority #President Mahmoud #Abbas attends the Arab foreign ministers' meeting at the Arab League headquarters in #Cairo, on April 9, 2014. Palestinian Authority President Mahmoud Abbas said Thursday that he was willing to continue peace talks with Israel past the current April 29 deadline. Israel considers PA payments to Palestinian inmates in Israeli prisons and their families to be “funding terrorism,” the senior official said. In 2012, the PA Ministry of Prisoner Affairs transferred $75.5 million to terrorists imprisoned by Israel and their families, out of a total budget of $3.1 billion, according to Israeli government figures. Prime #Minister #Benjamin #Netanyahu has not yet decided to go ahead with the move, the official said, but as he considers various options to respond to the Palestinians’ unilateral steps, a partial freeze of the transfer of funds “could well be implemented.”
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura] Zecchi: «Vigilare sui figli Il gender è la nuova dittatura» Si dice «d’accordissimo» che l’educazione comprenda anche il tema dell’omosessualità e che nessuna discriminazione sia accettabile, soprattutto a scuola, «ma il trasformare questa convinzione in una battaglia politica è mistificatorio è violento nei confronti dei bambini. Occorre reagire, là dove è possibile bisogna creare argini di confronto pacifico». Tra i genitori sconcertati dalle linee guida dell’Unar (i tre ormai famigerati volumi dedicati alle scuole elementari, medie e superiori, poi ritirati dal web) e dall’ideologia del gender imposta come indottrinamento fin dalla tenera età, c’è Stefano Zecchi, ordinario di Filosofia alla Statale di Milano e scrittore, ma anche padre di un bimbo di 10 anni.
Fiabe gay alle materne, problemini di aritmetica con personaggi omosessuali alle elementari, narrativa e film transgender alle superiori, la parole padre e madre cancellate dai moduli... Come si arriva a questo? A chi giova? Ci sono due livelli di ragionamento. Il primo è culturale filosofico, il secondo più pedagogico. Oggi in politica c’è una forte difficoltà a dare un senso culturale alle proprie differenziazioni, così il laicismo proprio della sinistra ha trasportato il suo armamentario ideologico nel tema dell’abolizione dei generi. Dire che i generi non sono più maschio e femmina ma addirittura 56 tipi diversi diventa la battaglia per un’identità politica. Come prima credevano sinceramente che il comunismo salvasse il genere umano e si riconoscevano nella moralità ineccepibile, così oggi sostengono che il gender salva dall’abbrutimento. Ma così la politica diventa biologismo, selezione della specie, darwinismo deteriore. Basta leggere i loro testi.
E sul piano pedagogico? La scuola è particolarmente nel mirino di queste folli ideologie.
È giusto che l’educazione comprenda anche l’omosessualità e soprattutto il rispetto delle differenze, ma senza portare il tema sotto le bandiere mistificatorie che vedo oggi. Una cosa è il dato biologico, altro è la sovrastruttura culturale: un giorno arriveremo a difendere il pedofilo, in fondo è un uomo che persegue una sua preferenza sessuale, e addirittura l’incesto... La libertà di educazione per i propri figli è un principio costituzionale. Eppure oggi è minato da una "educazione di Stato" che gli ideologi del gender vorrebbero imporre. È chiaro che più si sa e meglio è, è persino banale dirlo, ma chi deve sapere? I docenti. Devono essere formati bene per prevenire ogni forma di bullismo, che crea vere tragedie personali, e fare mediazione tra le sensibilità della classe. Ma lasciate in pace i bambini: su di loro si sta esercitando un’ideologia violenta che non dovrebbe nemmeno lambirli. D’altra parte è tipico dei regimi, che come prima cosa si appropriano delle scuole: questo sta diventando un regime e infatti tutti hanno paura di reagire, anche solo dire che il padre è un uomo e la madre una donna è diventato un atto di "coraggio". Siamo al grottesco. Eppure alcune scuole si adeguano subito: via le fiabe perché il principe ama la principessa, via anche la festa del papà (chissà perché della mamma no)... È il frutto di una demolizione della figura del padre che arriva da lontano, dagli anni ’70, quando si è cominciato a distruggere la famiglia dal "capo". Sfasciata la famiglia è chiaro che dopo puoi sfasciare anche i due diversi ruoli di padre e madre, e che oggi sia a pezzi lo dice la facilità con cui si sciolgono i matrimoni: quando si accetta una visione così "allegra" di famiglia, aperta, senza legami, tutto diventa possibile. Annientare la madre è più difficile perché è la figura biologica, anche se affitti un utero è ancora femminile, finché almeno la tecnologia non riuscirà in cose mostruose, e allora saremo di nuovo al nazismo. Ma io non credo si arriverà a tanto.
Lei è ottimista? La storia insegna che nei regimi si cade senza avvedersene.
Ormai la nostra società ha consolidato un forte individualismo, la teoria del gender non diventerà un fenomeno di massa, lascerà il tempo che trova: io non sono terrorizzato, sono disgustato, che è diverso. Tuttavia bisogna avere delle attenzioni, attrezzarsi perché i nostri figli possano crescere in una dimensione – religiosa o laica che sia – di libertà. Mia madre era maestra e per una vita ha insegnato nella scuola statale, io ho studiato e insegnato sempre nello Stato, lo stesso fa mia moglie... ma mio figlio studia in una scuola paritaria: lì ho la garanzia che cresca libero dall’arroganza degli "inappuntabili moralmente". Lo ripeto, non voglio crociate, dobbiamo creare argini di confronto pacifico e informare i docenti, ma non fare violenza sui piccoli. Chi ha autorità morale – oltre alla Chiesa anche la politica – si faccia sentire, la buona sinistra parli, dica la sua, ne abbiamo bisogno. Lucia Bellaspiga. ©riproduzione riservata
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

cronaca. 3 aprile 2014. Allarme da Torino [gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura] Zecchi: «Vigilare sui figli Il gender è la nuova dittatura» Nosiglia: «Gender, famiglie non cedete»
«Siamo arrivati alla "discriminazione al contrario'»: le famiglie che vogliono educare i figli nel rispetto dei valori cristiani, che sono poi stessi delle radici culturali europee, si trovano a dover fare i conti con una "ideologia di genere" che fa uso della Bibbia senza alcuna seria mediazione critica, con risultati francamente preoccupanti. Lo sostiene l’arcivescovo di Torino e vicepresidente della Cei Cesare Nosiglia, nell’intervento che compare sul numero in edicola de "La voce del popolo", settimanale diocesano di Torino. «Il modo in cui le citazioni della Bibbia sono presentate orienta infatti a giudicare negativamente – e dunque a condannare – proprio chi segue tali insegnamenti, che vengono sottoposti a un’interpretazione strumentale e ideologicamente unilaterale, distorti nello spirito come nella sostanza. Va ricordato che la Bibbia rappresenta per tutte le Chiese e confessioni cristiane un testo sacro che contiene la rivelazione di Dio stesso  per il bene dell’umanità». All’origine dell’intervento dell’arcivescovo c’è la pubblicazione, sul sito del Comune di Torino, di una serie di schede a cura dell’assessorato per le Pari Opportunità; materiale destinato ad uso didattico per educare a evitare le "discriminazioni di genere" e organizzare una cultura e una mentalità utili a fermare il bullismo nelle scuole. Ci fu già, qualche tempo fa, un dibattito in Consiglio comunale, in cui i contenuti delle schede vennero duramente criticati. Tolti dal sito sono ora ricomparsi, continuando a proporre come "materiale didattico", un’impostazione ideologica mutuata interamente dal contesto delle culture omosessuali e transgender, che privilegiano esclusivamente il loro punto di vista senza tenere in alcun conto la mediazione culturale necessaria per avvicinare e comprendere testi come quelli dell’Antico e del Nuovo Testamento. Così si fa presto a trasformare san Paolo in uno sfegatato maschilista, e ci si può permettere di domandare se i "principi esposti da Paolo" siano compatibili con "l’uguaglianza e la libertà di tutti i cittadini"; e san Paolo, era favorevole anche alla schiavitù? Contro questo uso della Bibbia si esprime Nosiglia: «La Bibbia è anche il Libro fondamento della cultura europea e fonte di ispirazione non solo spirituale ma civile e sociale del suo percorso storico e per molti anche attuale. La strumentale e ideologica interpretazione (…) è segno di ignoranza; e tali contenuti risultano improponibili non solo nella prospettiva dei credenti ma ancor più in quella della laicità che è tenuta a rispettare la libertà religiosa dei cittadini». Perché, appunto, una simile impostazione fa passare i credenti (e non solo i cattolici) come persone ancorate a una cultura "superata" e non rispettosa dei diritti individuali così come sono intesi e propagandati dalla cultura lgbt. L’arcivescovo conclude poi il suo intervento invitando le famiglie a esercitare tutta la vigilanza necessaria nei confronti dei programmi di educazione alla sessualità svolti nelle scuole: «Gli insegnanti di religione si facciano carico di spiegare in modo approfondito agli alunni il significato dei brani biblici indicati, sottolineando la superficialità delle domande che le schede propongono».
E le famiglie rivendichino il diritto di essere informate preventivamente e compiutamente su questo tipo di attività. «Tocca infatti a loro – primi educatori dei propri figli – esercitare il diritto di approvare o meno ogni insegnamento in materia di sessualità che riguarda aspetti di grande rilevanza educativa». Marco Bonatti ©riproduzione riservata
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

Perché un Tg importante distorce i termini del «caso Unar»? Gentile direttore, vorrei metterla a parte della lettera che ho scritto alla direzione del Tg3 che seguo quasi sempre nell’edizione delle 19.00 perché è un telegiornale di cui non condivido sempre le idee, ma che effettivamente informa sulla politica. Mi è spiaciuto mercoledì sera, 26 marzo, seguire il servizio sui "libretti" Unar che si intendeva distribuire nelle scuole e che il Tg3 ha presentato come una iniziativa «del governo». 1) Questo non è vero, visto che si tratta dell’iniziativa di un ufficio legato al Ministero delle Pari opportunità che ha invaso il campo del Ministero dell’Istruzione senza neanche avvertire il suddetto Ministero (e dalla quale anche il viceministro all’epoca delegato, Maria Cecilia Guerra del Pd, ha preso le distanze). 2) Non è stato menzionato che questi strumenti erano destinati anche alle scuole materne: e questa dimenticanza è grave perché da cronisti al Tg3 sanno benissimo che tanti genitori si stanno opponendo a questa cosa. 3) Il capolavoro del servizio del Tg3 è il finale in cui si è accusato il cardinale Bagnasco, presidente della Cei, di "aver affossato" lui il tutto. In realtà, la Chiesa ha sempre ribadito la sua posizione: rispetto per tutte le persone, ma anche per la Costituzione in cui la famiglia è fondata sul matrimonio e il matrimonio è tra uomo e donna. Agli amici del Tg3 vorrei dire che un conto è il rispetto per gli omosessuali, un conto è questa ideologia "gender" che anche loro mi sembra sposino in quel servizio. Insomma, ho rispetto per il lavoro dei giornalisti, ma anche per la verità. Scrivo anche a lei, che è direttore di Avvenire, perché il Tg3 è parte del "servizio pubblico" della Rai ed è giusto che simili comportamenti vengano discussi pubblicamente. Vittorino Bocchi
Ho verificato di persona che il servizio del Tg3 di cui lei parla, gentile signor Bocchi, è totalmente "a tesi". Tesi encomiastica sugli opuscoli firmati dall’Unar (un ufficio governativo che, come dice la sua sigla, dovrebbe occuparsi di discriminazioni razziali) che sono ispirati alla "teoria del gender" (cioè all’articolata visione di coloro che affermano che l’identità sessuale delle persone non ha fondamenti di natura femminile-maschile, ma piuttosto e solo una base culturale e perciò mutevole nel tempo), che risultano liquidatori nei confronti della famiglia madre-padre presentata come «stereotipo» da superare e che contengono affermazioni duramente polemiche con le fedi religiose indicate come visioni «omofobe» da estirpare. Capisco perciò perché lei abbia chiesto spiegazioni alla direzione di quella testata del servizio pubblico radiotelevisivo. Il "pezzo" di cui lei si duole è, per di più, sostanzialmente lo stesso andato in onda anche alle 14.30 dello stesso 26 marzo (ce lo aveva subito segnalato un altro lettore, il signor Berardo, e proprio ieri ho pubblicato la sua lettera). La reiterazione dell’intervento dimostra che si è trattato di una libera e precisa scelta informativa. E il fatto che il testo sia stato impostato col passo dell’editoriale più che con quello della cronaca completa il quadro. Anche a mio parere, argomentazioni, sottolineature e censure distorcono sensibilmente e direi deliberatamente i termini del caso, presentato come una pura e ovviamente condivisibile proposta di «educazione alla diversità», alla «civile convivenza» contro il «bullismo». Ma purtroppo c’è dell’altro: i servizi del Tg3 hanno, infatti, proposto ripetutamente e in modo inusitatamente duro, qualificandolo come un riuscito diktat al governo, l’appassionato appello che il presidente della Cei, cardinale Bagnasco, aveva rivolto lunedì scorso alle famiglie italiane chiamandole a un protagonismo positivo anche su così cruciale fronte educativo. A questo punto, gentile amico lettore, devo anche dirle che mi ha molto colpito che la questione degli opuscoli Unar sollevata da "Avvenire" nel gennaio scorso sia stata "scoperta" solo ora dal Tg3. Eppure in quei giorni la nostra denuncia giornalistica della forzatura ideologica in atto portò a severe prese di posizione di esponenti del Governo Letta e del Parlamento e al blocco di fatto dell’incresciosa iniziativa che, si noti, era stata concordata dall’attuale direttore dell’Unar con diverse sigle della galassia politica gay e nessuna – dico nessuna – associazione familiare, tantomeno quella che le riunisce quasi tutte (il Fonags) e che è accreditata presso il ministero dell’Istruzione. Mi colpisce altrettanto anche un ulteriore particolare, e cioè che la "scoperta" del Tg3 – sia per i toni usati sia per le chiavi di lettura minimizzanti, edulcoranti e improprie che propone – ricalchi sorprendentemente la titolazione (più ancora che il testo) dell’articolo di un altro quotidiano pubblicato proprio la mattina del 26 marzo. Solo singolari coincidenze? Forse. O, forse, la "scoperta" tardiva e distorta da parte del Tg3 del caso Unar (che ha anche un secondo aspetto, riguardante una quasi incredibile vicenda di "linee guida" da Minculpop per il lessico giornalistico a proposito di famiglia, matrimonio, maternità, paternità e omosessualità) è anche dovuta al fatto che ormai da alcuni mesi l’edicola serale del Tg3, tradizionalmente assai completa, ha preso a ignorare quasi sempre la (scomoda?) prima pagina di "Avvenire". Anche questa è una libera (ma eloquente) scelta. Che, francamente, non credo dipenda dai bravi colleghi – alcuni dei quali conosco e stimo da tempo – che lavorano in quell’edizione dell’importante telegiornale della Rai. Marco Tarquinio
©riproduzione riservata
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

[gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura] Zecchi: «Vigilare sui figli Il gender è la nuova dittatura» 28 marzo 2014. ] Parma strappa: "Famiglia? È anche lgbt". Hanno smantellato a colpi di scure il Quoziente Parma e hanno aumentato le rette di nidi e materne. Non paga di aver di fatto azzerato le politiche familiari, l’amministrazione pentastellata che guida il Comune emiliano da nemmeno due anni, decide di proseguire sulla strada anti-famiglia, quella fondata sul matrimonio tra uomo e donna, così come garantita dall’articolo 29 della Costituzione. E lo fa con due bandi pubblicati lunedì scorso, 24 marzo: uno per iniziative da organizzare in occasione della Giornata internazionale della famiglia fissata il 15 maggio, l’altro per analoghi interventi a favore della Giornata internazionale contro l’omofobia del 17 maggio.
Si tratta di due avvisi pubblici molto simili tra loro – la scadenza per entrambi è il 4 aprile, che sarebbe a dire undici giorni soltanto per mettere a punto progettualità complesse – con una differenza: per quello inerente la famiglia è previsto il patrocinio ed eventuali vantaggi economici («tariffe agevolate per l’utilizzo di spazi, strutture, attrezzature, risorse logistiche e servizi accessori»), per l’altro sono previsti anche contributi in denaro (fino al 50 per cento delle spese, il 100 per cento nel caso di costi non superiori a mille euro). In entrambi i casi gli eventi devono svolgersi tra il 10 e il 18 maggio, gli stessi giorni nei quali il Forum delle associazioni familiari dell’Emilia Romagna ha organizzato, a Parma, la prima festa regionale della famiglia.
Leggendo attentamente il bando sulla famiglia si scopre che a Federico Pizzarotti e alla sua giunta – in particolare al vice sindaco con delega alle Pari opportunità, Nicoletta Paci – il dettato costituzionale assume un rilievo insignificante. Il Comune infatti intende promuovere iniziative che «sappiano rivolgersi alla pluralità di tipologie di famiglia che la società di oggi esprime». Ecco allora che gli M5S di Parma si sostituiscono al potere legislativo e aggiungono nuove famiglie a quella prevista dalla carta costituzionale: da quelle con modelli culturali e familiari differenti dal nostro (vale quindi anche la poligamia?) alle «famiglie ricomposte, ricongiunte, ricostituite» per arrivare a quelle «arcobaleno». Simpatica definizione per indicare le unioni omosessuali che – almeno sotto il profilo costituzionale – famiglia non sono. Se non bastasse questo a svelare il vero scopo del bando, ecco un ulteriore requisito messo nero su bianco nell’avviso pubblico. Le iniziative devono essere «motivo di riflessione rispetto ad alcune tematiche considerate di prevalente interesse». Un esempio? «La realizzazione di progettualità formative e di corretta comunicazione dirette a sensibilizzare gli ambiti familiari delle persone Lgbt (acronimo che sta per lesbiche, gay, bisessuali e transgender, nda) finalizzate all’accoglienza, al sostegno e al superamento degli stereotipi culturali e sociali». Ambito, quello familiare, che fa il paio con quello scolastico previsto dall’avviso pubblico della Giornata contro l’omofobia. Insomma, due bandi che sembrano avere un unico orizzonte: attaccare la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna per privilegiare altri tipi di unione. Ma è questo il compito di un’amministrazione comunale? Matteo Billi riproduzione riservata


[gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura] Zecchi: «Vigilare sui figli Il gender è la nuova dittatura» 27 marzo 2014. Il direttopre risponde. Quei corsi «filo-gender» a Roma. e il democratico dissenso «dal basso»
Gentile direttore, siamo le organizzatrici del corso di formazione per insegnanti negli asili nido e nelle scuole d’infanzia “La scuola fa differenza”, che ha la finalità di «promuovere una educazione attenta a non perpetrare stereotipi di genere e razziali, valorizzando le differenze nei contesti scolastici ed educativi». In relazione all’articolo di Luca Liverani («Gender, a Roma maestre “rieducate”. Famiglie in allarme») pubblicato su “Avvenire” dello scorso 12 marzo facciamo presente che: 1) L’Italia è uno stato laico, plurale e democratico e il Comune di Roma (Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale) ha autorizzato il nostro corso su gara 2013, in applicazione delle proprie direttive: «Promuovere progetti formativi speciali, volti a introdurre sperimentazioni su approcci pedagogici innovativi che stimolino nuovi modi di fare educazione»; 2) il corso di formazione si rivolge solo alle/agli insegnanti e in nessun corso di formazione si prevede il coinvolgimento decisionale, il controllo e la partecipazione dei genitori. 3) Siamo stupefatte da interpretazioni che distorcono totalmente il progetto e le sue finalità: «Costruzione dell’identità di genere; sviluppo della libera espressione della personalità nel rispetto degli altri/e e delle differenze individuali; parità donna-uomo; pluralità dei modelli familiari e dei ruoli sessuali; contrasto al sessismo della lingua e nella cultura italiana; lotta all’omofobia, al bullismo e a ogni forma di violenza sulle donne». (Linee guida espresse e ribadite dal Consiglio d’Europa e dalla Unione Europea).
Monica Pasquino, per S.co.s.s.e. Associazione di promozione sociale
e Archivia archivi, biblioteche e centri  documentazione delle donne. Ciò che lei, gentile signora Pasquino, ritiene di dover sottolineare con questa lettera – che mi invia a nome e per conto delle organizzatrici di quelli che abbiamo definito corsi di "rieducazione" per insegnanti – è esattamente (virgolettati compresi) quanto abbiamo già illustrato nel preciso e circostanziato articolo di Luca Liverani pubblicato non il 12 marzo, ma il 23 febbraio scorso. In esso abbiamo dato conto dell’allarme scattato a causa delle importanti attività formative e culturali promosse dalla giunta Marino che risultano caratterizzate da un’impostazione filo-gender (ovvero l’articolata visione di quanti sostengono che l’identità sessuale delle persone non ha fondamenti di natura femminile-maschile, ma piuttosto e solo una base culturale e perciò mutevole). È questo che, anche a Roma, ha motivato e motiva un profondo dissenso di famiglie e associazioni familiari. E la protesta è stata ed è resa più acuta – del resto, lei stessa tiene a ribadirlo – dall’assoluta esclusione dei genitori da qualunque informazione e/o coinvolgimento a proposito dei corsi per insegnanti finalizzati a portare nell’istruzione dei loro figli – in una fascia d’età compresa, si noti, tra 0 a 6 anni – la «costruzione dell’identità di genere» e la «sperimentazione delle differenze» e di una «pluralità dei modelli familiari e dei ruoli sessuali». Un’esclusione quella di padri e madri, bisogna pur dirlo, smaccatamente "dirigista" e condotta con l’insopportabile piglio del "te lo erudisco io, il pupo…".  Il sacrosanto rispetto per ogni persona e il contrasto a ogni forma di violenza morale e materiale, purtroppo appare solo il contorno di questo piatto indubbiamente "forte" e per più di un ingrediente indigeribile che viene presentato con brusco sussiego. Quanto al primo punto illustrato nella sua missiva, il fatto che il Comune di Roma abbia autorizzato lei e le sue colleghe significa semplicemente che approva la vostra impostazione. Dunque, godete di un pieno sostegno politico "dall’alto" ma, appunto assieme alla giunta Marino, subite anche una contestazione "dal basso". Succede in uno Stato laico, democratico e pluralista (sa, gentile signora, la Repubblica anche se rispetta le autonomie non è, come lei scrive, «plurale», ma è «una e indivisibile»). Di tutto questo, con correttezza, abbiamo dato e continuiamo a dare conto. Perché in democrazia c’è piena libertà di civilmente dissentire da chi esercita il "potere" di cui dispone (per esempio, un Comune) o che gli viene attribuito (per esempio, le vostre organizzazioni). Soprattutto se l’esercizio del potere è discutibile o proprio cattivo. E c’è anche libertà di stampa. Marco Tarquinio. ©riproduzione riservata.  26 marzo 2014 «Studenti a casa: via da scuola l’ideologia gender» «Un giorno al mese tenete i figli a casa da scuola». Un gesto forte proposto dall’Age (Associazione italiana genitori) per svegliare dal torpore insegnanti, presidi e genitori e far comprendere loro il pericolo dell’ideologia del gender, che «subdolamente, senza incontrare una vera opposizione», si sta diffondendo nelle scuole dei nostri figli. Tra l’altro «mettendo a repentaglio il diritto dei genitori di scegliere liberamente l’educazione dei propri figli (riconosciuto dalla Costituzione e dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo) e la libertà d’insegnamento dei docenti, ma anche la laicità dello Stato». In Francia, dove i tempi di comprensione dei fenomeni e quelli di reazione sono decisamente più rapidi, la società ha già reagito: 18mila studenti francesi restano a casa un giorno al mese e questo è bastato perché il governo facesse un passo indietro. Il problema è che da noi il tarlo dell’ideologia gender scava gallerie mentre ancora la gran parte non sa di che cosa si tratti, da qui l’appello del presidente nazionale dell’Age, Fabrizio Azzolini: «Insegnanti e presidi, state uniti a noi genitori, facciamo sentire insieme la nostra voce, anche attraverso le nostre associazioni e rappresentanze sindacali. Informiamo gli altri docenti e genitori, facciamo conoscere i contenuti della teria del gender, il tipo di società che vuole costruire». Ed è Azzolini a riassumere allora tale teoria: «Afferma che la differenza tra i due sessi è solo un pregiudizio, che il maschile e il femminile sono costruzioni sociali e storiche da abbattere. Si insinua l’utopia sottile e pervasiva dell’indifferenziazione sessuale e la presunta uguaglianza tra individui tutti asessuati, cioè astratti...». Non si nasce maschi e femmine, ma «individui che rimandano la propria identità a future scelte». Il tutto tra l’altro con l’alibi di eliminare discriminazioni e bullismo (l’assurda "Strategia nazionale 2013-2015" che teorizza il gender ha come sottotitolo "per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale..."). Se maschio e femmina non esistono e tutti noi possiamo "scegliere" cosa vogliamo essere, ne deriva che anche le figure di padre e madre non hanno più alcun senso, i ruoli naturali e tradizionali decadono, tutti gli individui sono disumanizzati e indifferenziati. Sembra un film di fantascienza, ma di fantasia qui c’è ben poco, dato che ogni giorno queste teorie sono davvero accolte da qualche Comune o scuola: «Da mesi insieme ad altre associazioni familiari denunciamo il rischio di rieducazione al gender attraverso la formazione dei docenti e i progetti didattici per gli studenti, attivati dal ministero dell’Istruzione, dall’Unar (presidenza del Consiglio dei ministri) e da alcuni Comuni, Province, Regioni.
Come docenti e genitori dobbiamo proteggere il nostro mestiere di educatori – prosegue il presidente dell’Age –. L’impressione è che lo Stato cerchi di separarci, nonostante nella scuola italiana la legge ci unisca nel patto di corresponsabilità educativa: ai genitori nasconde l’obiettivo delle strategie, agli insegnanti lo impone».
Basti pensare ai famigerati tre volumetti partoriti dall’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni) e diretti alle scuole primarie e secondarie, di nuovo con un obiettivo ingannevole ("Linee-guida per un insegnamento più accogliente e rispettoso delle differenze"), in realtà espliciti nel definire "uno stereotipo da pubblicità" la famiglia in cui il padre sia un uomo e la madre una donna. Tre libri pagati con i soldi dei contribuenti. «I sostenitori del gender – sottolinea Azzolini – non si limitano a proporre un’opinione, ma conducono a una nuova educazione, orientano il governo in Italia, in Europa, in Occidente». Quell’Occidente che, come ha scritto nella sua prolusione al Consiglio permanente della Cei il cardinale Angelo Bagnasco (vedi Avvenire di ieri) si sta allontanando dall’Umanesimo e dai suoi valori di civiltà, cedendo a ideologie che credevamo sepolte con il secolo scorso. «Esprimiamo gratitudine al cardinale Bagnasco – scrivono anche i genitori dell’Agesc, Associazione genitori scuole cattoliche – e accogliamo il suo invito a non farci intimidire, a non lasciarci esautorare nel diritto di educare i nostri figli. In vista dell’incontro con il Papa del 10 maggio, i genitori dell’Agesc sentono la responsabilità di riaffermare, secondo le parole del presidente della Cei, "l’urgenza del compito educativo, la sacrosanta libertà nell’educare i figli, il dovere della società di non corrompere i giovani con idee ed esempi che nessun padre e madre vorrebbero per i propri ragazzi...». D’altra parte, come rileva l’Age, «non occorre essere cristiani» per comprendere che la differenza tra i due sessi è una realtà ontologica: «Lo scriveva anche Marx... Una presunta uguaglianza tra individui asessuati e astratti apre la strada a una società che non può sopravvivere». Ma soprattutto che è grigia e disperata come nel peggior film di fantascienza. Lucia Bellaspiga. ©riproduzione riservata
Rispondi
 ·
CreationReal
1 ora fa

[gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura gender dittatura] Zecchi: «Vigilare sui figli Il gender è la nuova dittatura» 26 marzo 2014 Giusto allarme per l’offensiva gender La sfida compresa
Se si pretende che perfino l’essere uomo o donna non sia più un dato di natura, ma soltanto il frutto, per giunta mutevole e reversibile a piacere, di una scelta assolutamente personale e insindacabile, quali ruoli sociali e quali connesse responsabilità pubbliche o private possono essere richiesti, in nome del superiore bene comune, al cittadino di una qualsivoglia comunità civile? L’interrogativo chiude e giustifica l’appello che i vertici dell’Associazione italiana genitori hanno lanciato ieri agli insegnanti di ogni ordine e grado, per richiamare l’attenzione sul "rischio gender" che, come questo giornale continua a documentare, incombe sul nostro sistema educativo, oltre che nel mondo dell’informazione e nella sfera della libertà di manifestazione del pensiero. Un’iniziativa che segue di appena 24 ore l’allarme a piena voce del cardinale Angelo Bagnasco, nei confronti di una deriva ideologica di cui gli stessi fautori non sembrano a volte in grado di valutare le conseguenze.
Va detto che in queste ultime settimane il livello di consapevolezza della posta in gioco, nonostante la strategia dell’oscuramento mediatico accutamente perseguita (quasi a voler dare al nuovo approccio culturale un’aura di acquisita normalità), sta salendo rapidamente, sia tra gli organismi che operano in campo educativo sia fra le famiglie e la gente comune. Si può quindi immaginare che nei prossimi giorni l’attenzione sulla sfida lanciata dalla lobby politica lesbo-gay-bisex-trans (Lgbt) resterà alta, come è giusto che sia. E non solo per gli attacchi e le reiterate accuse di omofobia nei confronti di chi difende il diritto dei genitori di verificare e autorizzare i contenuti formativi proposti ai loro figli. Accuse, sia detto per inciso, che offrono la dimostrazione più efficace dei veri obiettivi perseguiti a livello legislativo con provvedimenti come il ddl Scalfarotto: intimidire e ridurre al silenzio chi prova ad opporsi al "nuovo verbo".
È appena il caso di ribadire che, da parte del mondo cattolico, non c’è la benché minima volontà di impedire la sacrosanta lotta a ogni forma di discriminazione, o peggio ancora di bullismo e di violenza, nei confronti delle persone omosessuali. Già un troppo dimenticato documento del Concilio Vaticano II, il decreto "Gravissimum educationis" dell’ottobre 1965, indicava come scopo della missione formativa di fanciulli e giovani l’acquisizione di «un più maturo senso di responsabilità», ricevendo anche gradualmente «una positiva e prudente educazione sessuale», in modo da «essere avviati alla vita sociale» pienamente «disponibili al dialogo con gli altri» e contribuendo «di buon grado all’incremento del bene comune» (GE, n. 1).
Tutto questo, però, senza mai perdere di vista il principio di fondo, in base al quale «i genitori, poiché hanno trasmesso la vita ai figli», devono essere «considerati come i primi e i principali educatori di essa» (n. 3). In questa missione la società civile e lo Stato hanno una funzione sussidiaria e integrativa, ma sempre «escludendo ogni forma di monopolio scolastico» (n. 6). Ecco quindi il punto decisivo che l’appello Age sottolinea a più riprese: a risultare intollerabile è proprio la pretesa di indottrinamento imposto dall’alto agli operatori scolastici e inflitto alle famiglie senza che esse possano far sentire la propria voce. Di fronte a un simile sopruso, mascherato da incentivo alla tolleranza, si giustifica anche il ventilato ricorso a forme di protesta clamorosa come la "giornata di ritiro" dalle lezioni, nel rispetto del calendario di assenze programmate. Parafrasando Von Clausewitz, verrebbe quasi da dire che l’indifferentismo sessuale, propugnato dai teorici del gender, in ultima analisi non è nulla più che la continuazione con altri mezzidell’iperindividualismo. Ma così come la guerra ha prodotto nella storia una quantità di vittime incomparabilmente superiore a quelle dei dibattiti politici, anche la devastazione antropologica implicita nella teoria del gender rischia di causare danni irreparabili e nuove dolorose schiavitù per quella stessa umanità che si afferma di voler liberare. Gianfranco Marcelli ©riproduzione riservata

Isaia 42:1-2 [ UNIUS REI ]
Primo canto del servo del Signore
42 Ecco il mio servo che io sostengo,
il mio eletto di cui mi compiaccio.
Ho posto il mio spirito su di lui;
egli porterà il diritto alle nazioni.
2 Non griderà né alzerà il tono,
non farà udire in piazza la sua voce,
Isaia 42:3-5 [ UNIUS REI ]
3 non spezzerà una canna incrinata,
non spegnerà uno stoppino dalla fiamma smorta.
Proclamerà il diritto con fermezza;
4 non verrà meno e non si abbatterà,
finché non avrà stabilito il diritto sulla terra;
e per la sua dottrina saranno in attesa le isole.
5 Così dice il Signore Dio
che crea i cieli e li dispiega,
distende la terra con ciò che vi nasce,
dà il respiro alla gente che la abita
e l'alito a quanti camminano su di essa:
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Snowden laureato Dottore honoris causa all'Università di Rostock [ certamente, Snowden è uno dei più grandi uomini, della storia del genere umano, perché, lui ha fatto tremare i poteri occulti del governo ombra CIA del NWO, il satanismo ideologico e pratico per la schiavitù globale, del genere umano, fatto dai criminali Bush 322 Kerry. ] L'ex ufficiale dell'intelligence statunitense Edward Snowden potrà disporre di una laurea honoris causa grazie all'Università della città tedesca orientale di Rostock, sulla costa baltica.
La maggioranza dei tre quarti dei voti utili si è espressa a favore oggi alla Facoltà Filosofica di Istruzione superiore per avviare il procedimento di assegnazione del titolo.
Per la Germania è questo il primo caso, con Snowden, di assegnazione di una laurea honoris causa.  Formalmente il dottorato onorario gli sarà attribuito a maggio. Si deve comunque attendere la valutazione, che si pensa non contraria, del Senato della città e del Rettore dell'Università di Rostock.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_10/Snowden-laureato-Dottore-honoris-causa-allUniversita-di-Rostock-1876/

Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Questo non è un problema reale.. perché, tutte le ex nazioni sovietiche, non sono state definitivamente catturate, dalla Europa massonica, tutti loro possono fare un referendum per decidere, circa, la loro volontà sovrana di adesione, anche, perché non credo che, la Europa Troika Spa, FMI, FED BCE, truffa signoraggio bancario, si stia facendo di suo, una buona pubblicità! ] [ Gorbaciov, non è il responsabile del satanismo del sistema massonico occidentale, che, opera in modo abusivo ed illecito, con associani massoniche che la costituzione vieta! Quindi non potrà mai essere giudicato per il crollo dell'URSS. ma, Un gruppo di deputati della Duma di Stato di diverse formazioni politiche hanno preparato una richiesta al Procuratore generale della Federazione russa Yuri Chaika, in cui si chiede un'indagine sugli eventi che portarono al crollo dell'URSS, avviando eventualmente procedimenti penali anche nei confronti dell'ultimo leader sovietico Mikhail Gorbaciov. I parlamentari sottolineano il fatto che i cittadini sovietici in un referendum si espressero in modo schiacciante a favore del mantenimento dell'unità dello Stato mentre evidentemente alti dirigenti sovietici commissero atti illegali che causarono il collasso della Nazione. Dichiara il rappresentante del partito LDPR, Mikhail Degtyarev: "Le conseguenze del 1991 sono evidenti nella cronaca attuale. La gente sta morendo a Kiev e moriranno per colpa di chi, tanti anni fa, al Cremlino decise di distruggere il Paese. ": http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_10/Gorbaciov-potra-essere-giudicato-per-il-crollo-dellURSS-3229/

Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

per l'Ucraina tutto deve essere fatto con lealtà democratica e sovranità popolare, popolo per popolo, regione per regione provincia per provincia! anche perché, in caso di guerra mondiale, nessuno degli europeisti potrà conservare la sua vita! ]   [ Lugansk sta per seguire l’esempio di Kharkov e Donetsk. Dopo Kharkov e Donetsk anche Lugansk vuole proclamare la Repubblica popolare. Lo hanno dichiarato i rappresentanti del gruppo di iniziativa che ha occupato la sede del Consiglio di sicurezza locale. A Lugansk, come nelle regioni vicine, i protestanti si preparano a respingere l’attacco che può effettuato nei prossimi giorni. Intanto a Kharkov deve iniziare il processo a carico di quattro manifestanti arrestati martedì. Le proteste sedate con la forza e la democratica Costituzione di Crimea
Nella parte orientale Ucraina continuano le dimostrazioni a favore della federalizzazione sotto la bandiera russa: Donetsk, Kharkov e Lugansk chiedono ai loro membri di varare un referendum sullo status delle loro Regioni.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

PUTIN -- [ io non voglio più sentire questa storia grottesca! il comunismo in Russia ha ucciso 40milioni di martiri cristiani! il comunismo ideologico marxista è una minaccia per il genere umano] -- "Indagare su Gorbaciov per crollo Urss". Ultimo presidente sovietico: "Assurdità totale"MOSCA, 10 APRile. Un gruppo di deputati del partito putiniano Russia Unita, di quello comunista e di quello liberal-democratico ha chiesto alla procura generale un'inchiesta sulle responsabilità per il crollo dell'Urss, puntando il dito contro Mikhail Gorbaciov. La replica dell'ultimo presidente sovietico: "Una assurdità totale'', una richiesta, "assolutamente irragionevole sul piano storico". Putin ha definito la dissoluzione dell'Urss "la peggior catastrofe geopolitica del XX secolo". [ ovvimente, dal punto geopolitico, la caduta della Urss è stata la peggior catastrofe geopolitica] perché di fronte noi abbiamo il satanismo ideologico e pratico dei farisei, Fmi, Spa, 322 Bush Kerry, Obama gender, ma, soltanto per quello!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
7 ore fa

Ucraina tra ultimatum e blindati [ open letter to ] Ucraina -- [ voi avete ottenuto il golpe, con un movimento di popolo violento .. e voi avete invocato, il non intervento dello esercito, per non soffocare le aspirazioni del vostro popolo a Kiev Maidan! e la Europa anche ha impedito ogni violenza contro i manifestanti .. ed ora in base a quale principio, voi Massoni Bildenberg, fascisti, voi volete soffocare il popolo? non potete usare due diversi criteri di ragionamento! se, poi, voi volete essere uccisi come cani? fatevi avanti.. perché certamente voi meritate di essere giustiziati! ] Sale tensione per ultimatum Europa. A Donetsk e a Lugansk a 24 ore dalla scadenza agli attivisti filorussi per sgomberare i palazzi del potere occupati. Movimenti truppe e blindati alla frontiera. Il presidente ad interim ucraino Turcinov assicura un'amnistia ai filorussi se consegnano armi. [] 1. Ucraina: Putin, Kiev non faccia nulla di irreparabile.
2. Sgomberato palazzo governo Kharkiv (arresti ma non morti)
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

sharia è peggio del nazismo, perché, non contempla il concetto della reciprocità! tutto questo male DI STERMINIO - GENOCIDIO, è stato progettato dai farisei Illuminati per rovinare Israele e il Genere Umano, di violazione di ogni diritto umano fonamentale sotto egida ONU Bildenberg, NATO UE Amnesty.. ecco perché l'unica speranza di Israele è la CINA E LA RUSSIA! ] Se la sharia diventa legge per tutti. Nuove limitazioni preoccupano la piccola comunità cristiana nella provincia indonesiana di Aceh. 18 febbraio 2014. Un provvedimento lesivo dei diritti umani e della libertà religiosa: così — riferisce l’agenzia Fides — rappresentanti delle Chiese e attivisti di associazioni hanno definito il decreto legge approvato dall’amministrazione provinciale di Aceh, distretto speciale nel nord dell’isola indonesiana di Sumatra, che impone sia ai musulmani sia ai non musulmani di osservare la legge islamica (sharia). Timori e preoccupazioni si sono diffusi immediatamente nelle comunità cristiane del capoluogo Banda Aceh: finora infatti l’applicazione della sharia, in vigore nella provincia, riguardava solo i cittadini musulmani. L’assessore provinciale Abdulah Saleh ha confermato che il controverso decreto legge (denominato «Qanun Jinayat») è stato approvato nel mese di dicembre e firmato nei giorni scorsi dal governatore Zaini Abdullah: in tal modo il provvedimento è entrato ufficialmente in vigore.
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
20 ore fa

Mosca chiede l’immediato allontanamento degli esperti militari Usa dall’Ucraina
Fmi: “Misure per riaprire il credito in Italia aumenterebbero il Pil di oltre il 2%
Kiev: aggredito in parlamento il segretario comunista Simonenko
La Russia è disposta ad affrontare la crisi ucraina con Usa ed Europa
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
2 giorni fa

Basta essere brave persone? Cosa dobbiamo fare per avere l’approvazione di Dio?
Il blog di Simone Venturini. 06.04.2014 © Public Domain. di Giuseppe Cucchiaro
Basta essere brave persone? “Vivo la mia vita e cerco di essere una brava persona”. Una fase comune che molti considerano l’essenza di tutto ciò che Dio richiede da noi. Addirittura molti sono convinti che a Dio non importa nulla se commettono gravi peccati, purché nell’insieme si comportino bene. Questo spiega quel strano fenomeno che si verifica quando, dopo qualche cruento fatto di cronaca, si sentono i conoscenti del trasgressore commentare: “Era una brava persona, lavoratore, buon padre di famiglia…”. Questo indica che il concetto di “brava persona” è soggettivo. Ma cosa dice la Bibbia? Cosa dobbiamo fare per avere l’approvazione di Dio? Cosa significa per Dio essere una brava persona?
Come ogni genitore ha il diritto di impartire una guida morale, anche Dio YHWH, ha provveduto con la Bibbia, le leggi e principi che guidano la nostra condotta e la nostra adorazione. Infatti al suo popolo disse: “Ascoltate la mia voce ed eseguite quanto vi ho comandato; allora voi sarete il mio popolo e io sarò il vostro Dio” (Geremia 11:4). Perciò per essere brave persone dal punto di vista di Dio, è necessario conoscere le sue norme e apportare cambiamenti alla propria vita in modo da osservarle.
Se vogliamo essere amici di qualcuno, è necessario conoscere prima come vuole essere trattato e comportarci di conseguenza se vogliamo essere considerati tali da quest’ultimo. Deve essere così anche perché nel nostro caso chi ha le norme più elevate non siamo di certo noi peccatori ma Dio. Non possiamo aspettarci che sia Lui ad adeguarsi ai nostri valori. A questo punto è necessaria una qualità: l’ubbidienza. Molti pensano che sia sufficiente ubbidire solo a ciò che riesce più facile tralasciando quelle norme che implicano uno sforzo contro se stessi.
Ma una considerazione del genere andrebbe in conflitto con le parole di Gesù, il quale disse: “Devi amare YHWH tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua mente” (Matteo 22:37). Non abbiamo a che fare con un Dio perfezionista ma, piuttosto, con un Dio che si diletta nel vedere i nostri sforzi per non ripete gli errori (Salmo 103:12-14; Atti 3:19). Sarebbe triste cercare pure di compensare delle trasgressioni con atti di devozione alternativi in forma di offerte di denaro o impegnandosi in opere di pubblica utilità ai bisognosi o altre buone azioni.
L’esempio di Saul è emblematico. Nella sua presunzione pensò di giustificare un atto di disubbidienza con un grandioso sacrificio a Dio (1Samuele 15:2-9). Per tutta risposta, leggete in 1Samuele 15:17-22 quale sonora riprensione ricevette per la sua disubbidienza: “Si diletta YHWH degli olocausti e dei sacrifici quanto dell’ubbidienza alla voce di YHWH? Ecco, ubbidire è meglio del sacrificio e prestare attenzione è meglio del grasso dei montoni”. Qualcuno a questo punto potrebbe obiettare: “Ma perché Dio ci tiene così tanto all’ubbidienza quando sa che per noi è difficile?” La risposta è semplice e si trova in Isaia 48:17-18 dove tra le altre cose si legge: “Io, YHWH, sono il tuo Dio, Colui che ti insegna per il tuo beneficio, Colui che ti fa calcare la via per la quale devi camminare”.
Alla fine è solo pratico e saggio ubbidire a Dio, anche nelle cose che sembrano strane e impossibili, perché ci solleva dalle responsabilità di prendere decisioni nei nostri limiti umani. Infatti ci avverte: “Esiste una via che davanti all’uomo è retta, ma la sua fine son poi le vie della morte”. (Proverbi 14:12) Tutte le leggi di Dio YHWH riflettono il suo amore per gli esseri umani e il suo desiderio di risparmiarci inutili sofferenze. Eludere le norme di Dio sulla moralità sessuale o su altri comportamenti non ha reso le persone più felici, anzi ha complicato la vita a molti.
Se desideriamo essere brave persone dal punto di vista di Dio e conseguire la sua amicizia, è necessario fare tutto il possibile per seguire la sua guida riscontrando quanto “i suoi comandamenti non siano gravosi” (1Giovanni 5:3).
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
2 giorni fa

L’ILLICEITÀ DELLE TASSE, in quanto frutto, per la più gran parte, del signoraggio. L’inveramento del denaro. La neutralizzazione della svalutazione da signoraggio per effetto della diminuzione dei costi dovuta alla continua semplificazione dei processi frutto dell’evoluzione tecnologica.
scarica il volantino in PDF
Indisturbate, sotto gli occhi della magistratura, le banche centrali, tra cui la Banca d’Italia (BdI) e la Banca Centrale Europea (BCE), incredibilmente private, praticano il crimine del signoraggio primario, mentre le banche di credito praticano l’ancor più grave signoraggio secondario.
Crimini realizzati, come vedremo, in modo tale che le ‘dinastie’ – una ‘cupola’ che controlla di fatto le banche nel mondo – realizzino anche, mediante degli immensi falsi in bilancio, due ulteriori obiettivi.
Il primo, il furto, agli azionisti delle banche di credito (quindi ‘azionisti’ indiretti anche della BdI e della BCE), dei proventi dello stesso signoraggio primario e secondario.
Il secondo, un’evasione fiscale maggiore delle tasse sia pagate che evase dal resto della società.
Proventi del signoraggio che, dopo averli rubati, la ‘cupola’ ricicla mediante centrali interbancarie mondiali, tra cui innumerevoli fonti Internet indicano la Clearstream, l’Euroclear, la Swift e altre.
Dopo averlo infatti segretato già dalla nascita della Repubblica fin negli atti del Parlamento (con gli omissis), si è ‘scoperto’ che la BdI è di privati (85% banche, 10% assicurazioni, 5% apparentemente dell’INPS), come gran parte delle altre banche centrali; fra cui la BCE, che è al 14,57% della BdI, e quindi dei suoi proprietari.
Una privatezza di cui, da quando, pochi anni fa, la si è scoperta, si cerca di sminuire la rilevanza, ma che è la causa della miseria e del malessere del mondo.
Signoraggio primario della BdI/BCE e delle altre banche centrali che consiste in quel che segue.
1) Nello stampare continuamente le banconote al costo della carta e dell’inchiostro o nel creare il denaro elettronicamente con un click (dal 1929 non occorre alcun corrispettivo in oro, ma è una favola che prima occorresse). Banconote i cui numeri di serie non sono progressivi e dei quali non si conosce il significato, sicché la loro quantità, nota solo a loro, è fuori dal controllo sociale.
2) Usarle (al valore in euro, dollari ecc. su esse stampato) per comprare dagli Stati – udite udite – un pari importo in titoli del debito pubblico (BOT, CCT, BPT, CTZ).
3) Vendere i titoli alle aste, riprendendosi i soldi e lasciando allo Stato il ‘debito pubblico’ inventato mediante questo crimine.
4) Realizzare il predetto falso in bilancio iscrivendo fraudolentemente al passivo l’importo delle banconote stampate a costo tipografico o create elettronicamente allo scopo di ‘pareggiare’ iscrivendo all’attivo i titoli o il ricavato della loro vendita, e di occultare così queste enormi somme.
Un occultamento al quale (fermo restando che, come vedremo, le tasse sono illecite), all’aliquota del 50%, consegue un’evasione fiscale per un importo pari alla metà delle banconote emesse o del denaro elettronico creato per ‘acquistare in contropartita’ il debito pubblico, il solo pagamento dei cui interessi è sufficiente a rovinare la società.
Un fenomeno prima di produzione incontrollata e da falsari del denaro e poi, come vedremo, di cinquantuplicazione del suo uso a opera delle banche di credito (signoraggio secondario), che è la causa sia dell’inflazione che dell’attuale, illecito sistema fiscale, creato anche a fini di dominio dei cittadini criminalizzandoli quali evasori, riciclatori ecc.
Crimini che, tra l’altro, fermo restando l’obbligo dello Stato di pagare ai compratori alla scadenza i titoli già emessi con i promessi interessi, rendono responsabili del ‘debito pubblico’ le ‘dinastie’ e, per esse, la BdI/BCE, avendone esse (non lo Stato) riscosso il corrispettivo.
5) Riciclare, nel modo già detto, il denaro così truffato.
Fenomeni che hanno stravolto il mondo, a partire da ciò che si definisce inflazione, che è tutt’altro da ciò che si ritiene, perché è frutto della produzione del denaro a opera di falsari.
Osserviamo infatti che se, ad esempio, il denaro globale è 100, e un falsario (è un falsario chiunque produca denaro ma non sia lo Stato, e quindi anche le banche) ne crea un altro ammontare pari di nuovo a 100, nel momento in cui lo mette in circolazione (lo spende), da un lato si appropria indebitamente di metà della ricchezza reale, e dall’altro porta a 200 il denaro globale, per cui ne diminuisce del 50% il potere di acquisto, ovvero determina una (cosiddetta) inflazione del 50%.
Inflazione che non si verifica se è lo Stato a produrre il denaro.
Questo perché lo Stato, per legge, può poi erogarlo solo a corrispettivo di beni, prestazioni, diritti ecc., ovvero inverandolo (facendoselo coprire) mediante il parallelo incremento della ricchezza reale che riceve in cambio, per cui il potere di acquisto del denaro rimane invariato, dato il parallelo incremento del denaro e della ricchezza reale.
Inveramento (processo che ho definito io) che non c’è quando a produrre il denaro è un falsario (una banca), perché il falsario lo assegna a sé senza prima coprirlo, e solo dopo lo mette in circolazione spendendolo.
Definisco quindi inflazione quel fenomeno che si verifica quando, avendo dei falsari introdotto del denaro non inverato mediante lo spenderlo, abbiano così causato (oltre che un incremento della percentuale del denaro nelle loro mani che, appena speso, si traduce in un aumento della percentuale di ricchezza reale di loro proprietà) un incremento del denaro globale senza un incremento della ricchezza, e quindi una diminuzione del potere di acquisto del denaro.
Considerazioni dalle quali si deduce anche che i cittadini hanno il potere di inverare i soldi (chiunque li produca) per il sol fatto di riceverseli, perché sussiste la presunzione di fondo che non li ricevano a titolo gratuito, ma sempre coprendoli con la prestazione, il bene o il diritto che offrono a corrispettivo.
Un quadro nel quale, se un falsario ‘presta’ dei soldi a un ignaro cittadino, che li spende mettendoli irrimediabilmente in circolazione, ma poi viene a sapere della loro falsità e può provarla, nulla dovrà al falsario, sia perché il falsario nulla gli ha dato, e sia perché il corrispettivo dello spendere quei soldi il cittadino lo otterrà dalla collettività, non dal falsario; sicché è alla collettività (allo Stato) che dovrà restituirli.
Motivi per i quali sostengo di seguito che fidi, mutui, quinti di stipendio ecc. non vanno restituiti alle banche, e che se si vogliono rendere veri i ‘debiti’ dei cittadini verso di esse, per poterli poi esigere, occorre prima confiscarle e nazionalizzarle, essendo altrimenti i loro crediti inesigibili in quanto crediti di falsari e di truffatori.
Cose la cui eliminazione, e crediti la cui riscossione, renderà ricchissimo lo Stato debellando anche la drammatica demonetizzazione pilotata dalle banche per indebolirci e dominarci.
Infatti, nel momento in cui il denaro è prodotto dallo Stato, sicché produrlo non causa inflazione, ne va stampato un adeguato quantitativo, perché ciò incrementa gli scambi ed è benefico per l’economia.
Accuse di violazione degli artt. del codice penale n. 241, 283, 648 bis, 501, 501 bis, 416, 61 ecc. che vanno ai soli beneficiari diretti e consci di questi delitti.
Opera di falsificazione delle Banche Centrali (signoraggio primario), a cui si aggiunge quella delle banche di credito (loro proprietarie) attraverso il meccanismo del ‘moltiplicatore monetario’ (signoraggio secondario).
Moltiplicatore monetario in virtù del quale le banche, secondo prassi che una prona e scellerata dottrina di regime dà per scontate, ma sono il massimo della criminalità, realizzano prestiti per un ammontare 50 volte maggiore del denaro che detengono.
In sostanza, se Tizio versa su Banca Intesa SanPaolo (proprietaria del 44,25% di BdI) 100.000 euro, essa banca tratterrà il 2% circa come riserva (le cifre e le percentuali sono approssimative, conta il concetto), e presterà il 98% che, una volta depositato in un’altra banca, di nuovo, a cascata, sarà prestato al 98% all’infinito.
Finché, non la singola banca, ma il sistema bancario, attraverso un giro di prestiti di un importo ogni volta più basso del 2%, avrà azzerato i 100.000 euro iniziali, ma avrà lucrato interessi su prestiti per 5.000.000.
Un usare 50 volte sempre lo stesso denaro che serve a monetizzare la società e non arreca, di per sé, vantaggi alle banche (gliene arreca molti, fermo restando però che ogni volta che una banca presta a taluno c’è un altro a cui deve restituire), ma serve loro per lucrare illecitamente interessi su ognuno di questi prestiti di denaro altrui, per i quali hanno diritto solo al compenso per il servizio (che già riscuotono), mentre gli interessi devono andare ai proprietari del denaro, e allo Stato per i prestiti frutto della cinquantuplicazione.
Interessi cinquantuplicati che costituiscono una creazione di denaro dal nulla in loro vantaggio che si realizza come effetto di ogni forma di ‘versamento’ o di pagamento, ovvero anche attraverso l’uso degli assegni, delle carte di credito, dei bonifici ecc.
Se infatti Caio paga a Tizio 1.000 euro con una carta di credito, un assegno o un bonifico, la banca addebita a Caio 1.000 euro inverati, perché abbiamo detto che il cittadino il denaro non può crearlo dal nulla.
1.000 euro che si configureranno come la costituzione presso la banca di un fondo che essa userà per fare pagamenti o prestiti al 98% come sopra cinquantuplicati lucrando anche qui i predetti interessi su denaro altrui.
Meccanismi di moltiplicazione i cui proventi (signoraggio secondario) non vanno nemmeno essi agli azionisti, ma vengono di nuovo sottratti dalla ‘cupola’ attraverso complessi falsi in bilancio e trucchi il cui effettivo accertamento richiede che una magistratura molto specializzata entri finalmente con i suoi poteri nel profondo del sistema, anziché astenersene garantendo che vi fioriscano ogni genere di imperscrutabili mostruosità.
Meccanismi di moltiplicazione del denaro a opera di falsari che non possono che provocare una continua svalutazione che però non si avverte, o si avverte meno, perché è neutralizzata dall’altrettanto continua grande diminuzione dei costi frutto della crescente meccanizzazione\semplificazione dei processi produttivi, commerciali ecc.
Quanto poi all’attuale sistema fiscale è illecito perché il grosso delle tasse e delle imposte serve per rastrellare denaro inverato da usare per acquistare il denaro da inverare dalle banche.
Tasse e imposte destinate all’acquisto del denaro dalle banche che non serviranno quando lo Stato il denaro lo stamperà da sé.
Un nuovo sistema in cui potrà bastare un’unica imposta (potremmo definirla la ‘generale’) da pagarsi – senza compensazioni tra dare e avere – su ogni consumo di beni, prestazioni, servizi ecc. in una misura variabile, in ipotesi, dall’1% al 20%.
Meccanismi fraudolenti che, tra signoraggio primario e secondario, processi inflattivi a loro vantaggio, tasse evase e fiscalità illecita, stanno consentendo alle dinastie che governano le banche di rastrellare un’incredibile quantità di denaro e di spingere gli Stati e le stesse banche, sia di credito che centrali, al fallimento per demenziali fini di dominio. Dominio che stanno poi follemente usando per distruggere il pianeta.
Motivi tutti per i quali, così come si può sostenere che non è dovuta a un ladro la restituzione di un prestito di somme rubate, si può sostenere nelle cause che non è dovuta alle banche la restituzione dei fidi, mutui, quinti di stipendio ecc., essendo essa dovuta al vero proprietario: la collettività.
Logica in cui non è dovuto nemmeno il pagamento delle attuali imposte e tasse.
Contestazioni che vanno fatte salvaguardandosi con ogni indispensabile strategia giudiziaria e, specie per i mutui e le imposte, continuando, se possibile, nel mentre a pagarli.
Cause in cui bisogna addurre anche, in subordine, ciò che la giurisprudenza già riconosce: come l’illegittimità di anatocismo, accredito tardivo dei versamenti, commissione di massimo scoperto, usura ecc.
Conquiste giurisprudenziali ora in forse a causa delle cinque leggi illegittime regala-soldi alle banche, quattro delle quali recentissime, contro le quali spero però riusciremo presto a condurre a buon fine l’opera di abrogazione, o in via referendaria, mediante il Comitato promotore del referendum per la loro abrogazione, o mediante la loro bocciatura da parte della Corte costituzionale (vedi da www.marra.it i ricorsi per anticostituzionalità che io stesso ho formulato).
Citazioni impostate cioè in modo da ottenere già in primo grado l’accoglimento anche solo parziale delle subordinate (per importi sovente elevati), per poi proseguire, per il resto, in appello e in cassazione, in attesa che, in breve, la giurisprudenza si evolva.
Come pure vanno promosse le cause contro le tasse e le imposte, formulando anche qui, quale domanda principale, la richiesta che venga pronunziata la loro non debenza stante la illiceità del sistema fiscale e, quali subordinate, tutte le altre ordinarie richieste.
Cupola che ha imposto al mondo le sue regole codificandole nei sistemi fiscali vigenti o nei famosi accordi di Basilea, di cui tutti si riempiono ridicolmente la bocca, ignorando che sono solo dei volgari accordi illeciti tra privati.
Cose che ora, per la verità proprio in seguito alla vasta diffusione di questo documento, sono divenute note.
Cose da eliminare attraverso la nazionalizzazione o delle banche o comunque della produzione del denaro in via primaria o secondaria, in modo che lo Stato, quando ha bisogno di denaro, possa semplicemente stamparlo, o crearlo virtualmente (accade già perché lo Stato crea le monete di metallo, che però sono solo il 2% delle banconote).
Vanno inoltre pareggiati gli interessi passivi e attivi in modo che vadano ai proprietari dei soldi, e quelli frutto del moltiplicatore monetario vadano allo Stato.
Interessi, quelli bancari, peraltro generalmente usurai. Usura che – consistendo il signoraggio secondario, come abbiamo visto, nell’appropriarsi indebitamente di interessi cinquantuplicati sui prestiti di denaro altrui – ne costituisce quindi la forma estrema.
Stampa delle banconote e creazione del denaro virtuale da parte dello Stato che richiede una modifica del trattato di Maastricht però aggirabile confiscando e nazionalizzando le banche e/o eliminando i fattori di criminalità dal loro operato.
Trattato, accordi e sistemi fiscali scritti di pugno dalle banche, e con i quali hanno tentato di rapinare gli Stati della sovranità economica per ricettarla a queste cosche, ma senza potervi riuscire, perché resta il contrasto con tutti i principi fondamentali della Costituzione Italiana, della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, e con tutti gli altri principi di ogni altra norma.
Stampa dei soldi da parte dello Stato non indispensabile anche da varie altre angolazioni, essendo sufficiente che lo Stato li paghi alla BCE/BdI al mero costo tipografico, o anche solo che le banche centrali iscrivano come è ovvio all’attivo le banconote che creano e vi paghino le tasse: cosa che non risolve tutto il problema, ma basta ad arricchirci e a evidenziare la criminalità dell’attuale sistema.
Prassi – queste della BCE come della Federal Reserve eccetera, nonché dei sistemi fiscali – contro le quali non è vero che nessuno e nessun Paese può nulla, perché non appena magistratura, politica e informazione inizieranno a fare il loro dovere questi mostri saranno sconfitti in un baleno; e se non lo faranno saranno travolti lo stesso insieme ai loro mezzani grazie a Internet: la nuova alleanza.
Alfonso Luigi Marra
PS. Le mie tesi in tema di signoraggio secondario originano da importanti rettifiche che devo allo sforzo disperato fatto, una notte, nonostante le mie dure reazioni, da mio figlio Giulio per persuadermi di un errore in cui ero incorso.
Avevo intuito nel 1980 l’aspetto cruciale di quello che avrei poi saputo essere il signoraggio secondario, ma ho appreso della privatezza delle banche centrali e del signoraggio, con sommo stupore, solo nell’estate del 2006, da Euroschiavi, il libro del mio amico Marco della Luna. Proseguendo l’analisi, ho poi impiegato sei mesi per definire ciò che ho chiamato ‘inveramento’ (che considero essenziale per la comprensione del signoraggio), nonché il concetto di ‘svalutazione’ e le altre cose non note alla precedente letteratura in materia di cui a questo foglio. Ora però che è scritto, e per leggerlo basta un quarto d’ora, mi chiedo quanto impiegherà per capirle la magistratura.
I veri colpevoli del signoraggio, della rovina della società, e ora anche delle tremende conseguenze dell’involuzione climatica, sono i magistrati, perché hanno il potere di interrompere questi crimini, ma non lo esercitano per motivi meglio noti a loro.  
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
2 giorni fa

Buonasera prof, girovagando su internet ho trovato questo articolo. Volevo sapere cosa lei ne pensasse a riguardo di questo sterminio di massa e se veramente verremo decimati a livello mondiale. Chi ne farà le spese? Fino a che punto si può spingere la crudeltà umana al fine di massimizzare i loro introiti? [[ niente panico JHWH è in controllo! ]] Grazie Buonasera PS: In allegato il file PDF contenente l'articolo ] [ Il regime massone e bilderberghino adesso prova a sterminarci con i virus! Scarica l'articolo in formato PDF  L’inchiesta, portata avanti dalla Procura della Repubblica di Roma, scopre il velo su una vicenda a dir poco inquietante, dove interessi particolari e complicità politiche si mescolano con l’infame sperperio di danaro pubblico.
Secondo l’inchiesta portata avanti dai NAS e dalla procura capitolina, una potente organizzazione nata negli USA nel 2005 ha creato un autentico network criminale specializzato nella spedizione di virus della temibile epidemia di aviaria, in plichi anonimi e senza nessuna misura preventiva, ne’ tantomeno autorizzazione, allo scopo di produrre vaccini. E con il rischio concreto, invece, di trasmettere la pericolosissima e letale pandemia! Circostanza che nel 2005 spinse, l’allora premier Berlusconi a spendere la bellezza di 50 milioni di Euro per acquistare farmaci, rimasti poi totalmente inutilizzati. Ovvero nostri soldi, spesi come al solito per gonfiare i portafogli di qualche lercio e squallido personaggio!
Ma c’è di più: i militari dell’arma sospettano che dietro questo particolare commercio in realtà si celi un turpe, quanto cinico business che favorirebbe le multinazionali e le lobby del farmaco, perché l’aumento dei rischi di contagio spinge le autorità governative ad adottare provvedimenti di emergenza. Ed è assai facile capire che chi fa affari d’oro, sulla pelle di milioni e milioni di cittadini, sono le potenti case farmaceutiche che così, con la complicità di una classe politica vigliacca e mafiosa, possono accrescere in maniera esponenziale i loro profitti!
Ad essere coinvolta in questa trama criminale e squallida, tra gli altri, figura la virologa di fama internazionale Ilaria Capua, attualmente deputata di Scelta Civica (il partito del massone e bilderberghino Monti, per chi non lo sapesse) su cui pendono come un macigno le accuse di corruzione, abuso d’ufficio e traffico illecito di virus!
Franco Svevo
http://www.signoraggio.it/il-regime-massone-e-bilderberghino-adesso-prova-a-sterminarci-con-i-virus/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Pistorius: mi scuso con i parenti Volevo solo proteggere Reeva [ questo ragazzo ha fatto troppo bene l'attore, premiatelo, e non dategli più di 15 anni, ma, se li deve fare tutti! ]
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

KIGALI, [ quella dello ONU è una vergogna perenne, infatti, i nazisti della sharia, lo abominio di ogni diritto umano violato, sono parte integrante del suo consiglio, ecco perché l'ONU deve essere distrutto immediatamente! ] Venti anni dopo il genocidio in Ruanda "la vergogna" dell'Onu per non averlo potuto impedire non è stata cancellata. Lo ha detto il segretario delle nazioni Unite Ban Ki Moon dando il via alle cerimonie di commemorazione. Ban ha ricordato che "i caschi blu sono stati ritirati dal Ruanda nel momento in cui c'era più bisogno". Per Ban "il genocidio dei tutsi e' stata tra le pagine più oscure della storia. Per cento giorni e' stato versato sangue, dopo 20 anni le lacrime scorrono ancora".
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

smettete comunisti Bildenberg, farisei ladri e abusivi, strozzini usurai, di fare gli sciacalli contro i carabinieri, per fare precipitare la nostra società ancora di più nella anarchia.. che, proprio questo è il vostro obiettivo! ] in caso di sospetto reato, la polizia può perquisire chiunque, senza un mandato del tribunale, cioè, al di fuori del luogo del domicilio delle persone! [Undicenne perquisito da Cc a scuola. Marocchino costretto a svuotare zaino e tasche, ma arma non c'era. CERISANO (COSENZA), Un bambino marocchino di 11 anni è stato perquisito in classe dai Carabinieri, che cercavano un coltello che, però, non hanno trovato. È accaduto a Cerisano. Il piccolo ha avuto una lite con una compagna di classe. Il padre della bambina ha parlato poi con un carabiniere accennando anche ad un coltello che sarebbe stato in possesso dell'undicenne. I militari, insieme alla vicepreside, hanno costretto il piccolo a svuotare zaino e tasche, ma non hanno trovato nulla.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Open letter to Israel -- Siria e Iran, si accontenteranno di vedere distruggere lo stato massonico e satanico di Israele, soltanto, ma, la ARABIA SAUDITA dei wahhabiti, non prenderà pace, finché non vedrà l'ultimo israeliano morire nei tormenti.. io li ho visti giurare per questo obiettivo, con le scimitarre in mano! Arabia SAUDITA ha tanti missili balistici, da carbonizzare ogni cmq di Israele.. uccidili oggi stesso, con le armi atomiche!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

CIA 666 NSA -- perché, voi state nel mio computer, se, io Unius REI, io non ho niente da nascondere a nessuno? in questo modo, voi mi avete tolto la soddisfazione di poter vedere un filminio pornografico ogni tre mesi! sembrate tante donne pettegole e spione, che, spendete i soldi dei contribuenti americani, passando il tempo, a spiare quello che fa la gente.. io dico, che, voi siete tutti dei frustrati sessuali!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Siria: Israele, Assad ha usato armi chimiche non letali [ cioè, i gas lacrimogeni! lol. è vero che, Israele vede in Assad, un irriducile nemico, per fargli fare qualcosa di assolutamente cretino, falsoo, autolesionistico, che, lui Assad, proprio non farebbe mai! Ma, quello che, Israele non sa, è che, mentre, Iran e Siria, si accontenteranno di vedere distrutto lo stato massonico di Israele, senza sovranità monetaria, altri goym schiavi di rothschild, soltanto, poi, la ARABIA Saudita, non potrà mai accontententarsi, finché, non vedrà l'ultimo israeliano morire! ] Episodio avvenuto la settimana scorsa a Damasco. 07 aprile, TEL AVIV, Forze fedeli al presidente siriano Bashar Assad hanno fatto ricorso la settimana scorsa ad armi chimiche non letali contro forze ribelli. Lo ha sostenuto oggi un'imprecisata ''alta fonte'' della sicurezza israeliana in un incontro con la stampa locale. L'episodio in questione, secondo la fonte, e' avvenuto il 27 marzo nel rione di Harasta, a est di Damasco. Decine di persone esposte alla sostanza chimica sono rimaste paralizzate per alcune ore, secondo la fonte. Secondo la radio militare e' possibile che le forze di Assad abbiano fatto ricorso alla stessa sostanza chimica anche in un'altra occasione: ma in merito - ha aggiunto l'emittente - non c'e' per ora in Israele una conferma definitiva. D'altra parte il ministro della difesa Moshe Yaalon ha affermato che Assad ha accelerato di recente l'eliminazione delle armi chimiche letali in suo possesso. A quanto pare, a suo avviso, e' stato eliminato finora il 60 per cento dell'arsenale chimico siriano. Sul piano militare, Yaalon ha stimato che le svariate forze ribelli ad Assad sono riuscite di recente a rinnovare la cooperazione fra di loro. Hanno anche ottenuto un risultato concreto sul terreno, ha aggiunto, con la conquista di una piccola fascia costiera al confine fra Siria e Turchia.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

QUESTO è IL MONDO, PIENO di malvagità e di ingiustizie, CHE, SAUDI ARABIA sharia scimitarra: "il mondo è tutto mio", E CHE, FARISEI SATANISTI ILLUMINATI ROTHSCHILD Fmi NWO, loro dicono: " no! il mondo FMI 666 NWO: è tutto il mio!": e poi, persone innocenti in tutto il mondo devono morire. per colpa di questi pezzi di merda! per tutto il male, che questi figli del demonio STANNO FACENDO, poi, troverà il tutto, una conclusione unica: AFFINCHé, TUTTI, poi, POSSANO DIRE: "SATANA è MEGLIO! "
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Grecia: metà delle famiglie vive con meno di 800 euro al mese [ Bush 322 Kerry, CIA 666 NSA Merkel Barroso Van Lucertola, i ladri dell sovranità monetaria! ] quando nel 2015, voi costringerete l'Italia a dare 50 miliardi di euro in più per il fiscal compact? poi, anche noi arriveremo allo stesso livello della Grecia in Italia! [ quante altre persone, si devono suicidare per colpa vostra? ]
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Bush 322 Kerry, CIA 666 NSA --- lo dovreste sapere, che, quando, voi non mi fate dormire di pomeriggio, poi, voi mi irritate!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Bush 322 CIA 666 NSA --- i vostri satanisti in youtube e google, li sto vedendo molto stressati.. perché, non li fate riposare nel vostro bidone di acido solforico? .. e circa, l'aereo dirottato dalla Malesia, quanti cinesi sono rimasti vivi ancora, nelle vostre città sotterranee, dove la legge del vostro satana, è diventata una legge perfetta? [ così mentre, noi cristiani diciamo: "Venga il tuo Regno, come in cielo, così in terra"] voi dite a vostro satana: "venga il tuo regno come sottoterra, così sulla terra!"
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

eutanasia per anziana insegnante [[ questa è una storia totalmente vergognosa, vergognosa per le istituzioni e vergognesa per il Governo, i governi tutti della false demograzie massoniche del signoraggio bancario rubato dai bildenberg per rothschild.. voi siete i satanisti che avete desacralizzato, la dignità della vita umana! ]]
Per Anne le persone stavano diventando dei robot. Suicidio assistito in Svizzera. Redazione ANSA. 07 aprile 2014. LONDRA, Non aveva nessuna malattia terminale. Ma un'insegnante britannica di 89 anni, identificata dalla stampa del Regno Unito come Anne, è andata nella clinica Svizzera Dignitas per compiere il suicidio assistito perchè non riusciva ad adattarsi alle tecnologie e ai tempi moderni, ai computer e alle e-mail, e anche al consumismo e ai fast food. Come si legge sul Daily Telegraph, la donna pensava che le persone si stessero trasformando in robot: non riusciva a vivere in questa realtà che l'ha posta di fronte alla scelta di ''adattarsi o morire''. E lei lo scorso mese ha scelto la seconda strada. Anne aveva qualche problema di salute ma non le mancavano pochi mesi di vita, come di solito accade per i pazienti che si rivolgono alla clinica svizzera. E' riuscita comunque a convincere i medici di non avere un ''futuro invidiabile'' davanti e che sarebbe morta in una casa di cura. Ma soprattutto ha denunciato la società moderna che ''manca sempre più di umanità'', anche per colpa della tecnologia. Ad accompagnarla a Zurigo per commettere suicidio assistito c'era la nipote Linda, 54 anni, che è rimasta al suo fianco fino all'ultimo momento.

Donetsk, filorussi proclamano Repubblica. E referendum per l'11 maggio per annessione a Russia. KIEV. 07 aprile 2014 I filorussi dell'Ucraina orientale che occupano da ieri il palazzo della Regione di Donetsk hanno proclamato la nascita della Repubblica sovrana di Donetsk. Lo scrive Itar-Tass. Gli autori del blitz hanno annunciato per l'11 maggio anche un referendum per la possibile annessione alla Russia della regione industriale, e chiesto l'intervento dei peacekeeper russi. [ cosa dice il proverbio? " chi di Golpe ferisce? poi, di Golpe perisce!" dopotutto, il popolo è sempre il sovrano, anche se, i massoni bildenberg hanno rubato ogni sovranità, comunque, è sempre il popolo che comanda quando si sveglia! ]

quegli assassini traditori massoni di ANSA? non hanno detto che è stato ucciso! ] [ Siria: muore prete gesuita a Homs. L'anziano olandese era l'unico europeo ancora in città assediata. 07 aprile 201412:27 #BEIRUT, E' morto nelle ultime ore nella città vecchia di Homs, in Siria, l'anziano prete gesuita olandese Frans van der Lugt, da tempo unico europeo rimasto nella martoriata città siriana assediata dalle truppe del regime di Bashar al Assad. Lo riferiscono su Internet diverse fonti dell'attivismo non violento di Homs ma al momento la notizia non può essere confermata in maniera indipendente ]     [ 07/04/2014 13:04 SIRIA. Homs, ucciso p. Frans Van del Lugt, che sfamava cristiani e musulman. Damasco (AsiaNews) - Stamane a Homs, nella parte della città occupata dai ribelli e assediata dall'esercito regolare siriano, è stato ucciso il sacerdote gesuita p. Frans Van der Lugt (v. foto), 75 anni di cui circa 50 passati in Siria. Un comunicato della Curia provinciale gesuita del Medio oriente e Maghreb dà notizia che il sacerdote "è stato rapito da uomini armati che lo hanno picchiato e poi giustiziato con due proiettili alla testa" davanti alla residenza gesuita a Homs. Questa residenza era diventata il rifugio per molte persone la cui casa era stata distrutta dai bombardamenti incessanti in questi due anni di assedio, e un luogo dove condivider e il poco cibo e acqua rimasti nella città. In febbraio AsiaNews aveva diffuso il suo appello sulla situazione della popolazione di Homs, segnata dalla fame, da turbe psichiche dovute ai bombardamenti e all'insicurezza, dalla mancanza di medicine. Il sacerdote informava anche che di tutta la comunità cristiana una volta presente ad Homs - circa 60mila persone - ne erano rimaste solo 66. P. Van del Lugt non ha mai voluto lasciare Homs. In un'intervista alcuni mesi fa aveva detto: "Il popolo siriano mi ha dato così tanto, così tanta gentilezza, ispirazione e ogni cosa che essi hanno. Se adesso il popolo siriano soffre, io voglio condividere con loro il dolore e le difficoltà". I motivi dell'agguato non sono chiari. Alcune fonti di AsiaNews accennano al fatto che il sacerdote era impegnato nella ricerca di una mediazione fra ribelli e l'esercito che salvasse la popolazione di Homs. Il sacerdote gesuita era giunto in Siria nel 1966, dopo aver passato due anni in Libano a studiare la lingua araba. P. Frans Van der Lugt era rimasto ad Homs anche dopo che grazie all'Onu, 1400 persone hanno potuto uscire dalla città, facendo entrare pure viveri ed acqua. Alcuni giorni prima di questa tregua, il sacerdote aveva diffuso un video in cui raccontava la drammatica situazione della popolazione di Homs. "Cristiani e musulmani - dice nel messaggio video - viviamo in condizioni difficili e dolorose, e soffriamo soprattutto per la fame". "Noi amiamo la vita - continua - e non vogliamo morire o annegare in un oceano di morte e sofferenze". Un cartello giallo al suo fianco riporta: "morire di fame è più doloroso che morire di armi chimiche".

Roskosmos - NASA: ci sarà il divorzio completo [ tutti si stanno preparando alla guerra mondiale, perché Rothschild ne ha bisogno, il suo satana Bush è impaziente di NWO ]
Il rifiuto della NASA di collaborazione con la Russia arrecherà danni, innanzitutto agli stessi USA e al loro programma spaziale. Se ci sarà un vincitore lo saranno società spaziali private. Sfruttando "il tema crimeano", i loro lobbisti cercheranno di convincere il Congresso a stanziare maggiori somme per la NASA e, alla fine, – per i propri progetti. Alla NASA è stato assegnato il ruolo del "bastone" per "punire" la Russia per la Crimea.

Australia: si al "terzo sesso” [ Sodoma e Gomorra aspettano, di nuovo, fiduciose, il fuoco nucleare dal cielo ] L’Australia, continente dove tutto è capovolto, dove abitano animali esotici, sta per passare alla piena neutralità di genere. L’Alta Corte del continente ha riconosciuto che da ora in poi gli australiani, se lo vogliono, hanno la facoltà di chiedere che nel certificato di nascita sia scritto” sesso non specificato” o “sex non-specific”. Un simile soggetto di genere neutro possiede tutti i diritti del cittadino o della cittadina comune.

Uscire dall’euro? [ quello che è intelligente, è non pagare più, la sovranità monetaria a Rothschild FMI Spa, altrimenti, questa europa di nazisti parassiti, bildenberg, dove la Germania fa la parte del leone: collasserà! ] Pensare che le scelte economiche si possano distinguere tra le giuste e le sbagliate è totalmente fuori strada. Soprattutto se lo si pensa attribuendo a quelle valutazioni un valore assoluto. Al contrario, tante potrebbero essere le scelte “giuste”, magari anche contraddittorie tra loro, e la vera distinzione avviene solo nello scegliere a chi giovare o chi penalizzare. Oppure, se l’obiettivo cui si mira è di breve, medio o lungo termine.

Maometto per ora non è un'autorità.. ma presto arriveranno i missionari salafiti di Al-Qaeda, wahhabiti.. e tutto verrà ripristinato alla purezza del satanismo originario.. anche perché i cristiani sono già stati tutti steminati, sotto egida ONU NATO, cimiteri monasteri chiese, persone tutto distrutto, definitivamente annientato! ] [ Bosnia e Erzegovina, dove metà della popolazione crede in Allah e cerca di vivere secondo i precetti del Corano, e nel 1996 - anche secondo i precetti del neo-Profeta Alija Izetbegović, - non poteva per niente essere definito un paese di astemi. Qui bevevano molti - non rinunciando né alla birra né ai superalcolici nonostante tutti i divieti di Maometto.

5 aprile, Australia: si al "terzo sesso” [ la violazione della LEGGE NATURALE, che è il fondamento del diritto positivo, porterà disordini scompensi, immoralità, ecc.. ] L’Australia, continente dove tutto è capovolto, dove abitano animali esotici, sta per passare alla piena neutralità di genere. L’Alta Corte del continente ha riconosciuto che da ora in poi gli australiani, se lo vogliono, hanno la facoltà di chiedere che nel certificato di nascita sia scritto” sesso non specificato” o “sex non-specific”. Un simile soggetto di genere neutro possiede tutti i diritti del cittadino o della cittadina comune. Fin qui nessun altro paese del mondo, compresi i paesi scandinavi, considerati i più avanzati nel campo della parità di genere, non è ancora arrivato ad un simile punto. In seno alla comunità LGBT della Terra dei Mari del Sud in tale occasione regnano gli umori trionfali. Gli australiani devono ringraziare per l’innovazione un tale Norrie, ex uomo di 52 anni, proveniente dal New South Wales, che nel 1989 si era fatto operare per cambiare sesso. Ma come ha confessato, dal punto di vista psicologico non è diventato femmina. Al tempo stesso non vuole tornare nell’ambiente maschile. Di conseguenza risulta essere sospeso nel mezzo e negli ultimi 12 anni richiede di essere classificato come individuo di genere neutro. La sua aspirazione di essere di genere neutro Norrie la spiega in modo così farraginoso che è meglio non riportare qui i suoi argomenti si può semplicemente perdere la testa. Comunque sia, l’Ufficio d’Anagrafe è tenuto ad indicare nel rigo “Sesso” per Norrie una definizione del tutto nuova. Come scrive il quotidiano The Australian, di simili Norrie in Australia ce ne sono circa cento. Per il momento nel mondo occidentale a pronunciarsi contro la completa riclassificazione di genere è solo la Chiesa. Le organizzazioni pubbliche oppongono una resistenza assai fiacca poiché temono di essere considerate intolleranti ed ultraconservative. La curia di Roma non supporta il cambiamento di esso. La tendenza a portare a disfunzione la concezione della definizione dei sessi implica dei colossali guai per l’umanità, - ritiene il padre Gerald Coleman, professore di teologia morale all’Università di Santa-Clara (California), uno dei migliori esperti della Chiesa Cattolica nel campo dell’etica morale e sessuale. Ai nostri giorni quando alcune persone ritengono di potere definire da sole il loro sesso, sarebbe meglio ricordare che non appena simili idee avranno conquistato la società umana, ci troveremo ad affrontare un colossale problema riguardante il riconoscimento dei matrimoni fra persone dello stesso sesso. Né la maggioranza di uomini né la Chiesa riconoscono una realtà del genere. I primi ad avere cominciato a passare dalla parità di genere alla neutralità sono stati gli svedesi nella cui Enciclopedia Nazionale oltre ai pronomi “han” – egli e “hon” – ella troviamo anche il nuovo pronome asessuato “hen” - esso. La Russia, nonostante le false affermazioni diffuse in Occidente, non persegue affatto la sua comunità LGBT. Richiamandosi alle tradizioni storiche e spirituali le consiglia semplicemente di non oltrepassare il limite e di non imporre in modo forzato i suoi ideali transessuali ai giovani. Come dice il noto chirurgo ed urologo-andrologo russo Evgheny Grekov, in Russia è impossibile fare una statistica precisa sul numero degli interventi per cambiare sesso poiché simili operazioni sono molto dispendiose e chi vuole farsi operare molto spesso vanno in Bielorussia dove le operazioni del genere sono legali e meno costose,- dice il Presidente russo Vladimir Putin professore Evgheny Grekov. In generale, l’omosessualità e la transessualismo son cose del tutto diverse. La Russia, a differenza dell’Occidente, non è pronta a risolvere il problema ad un simile livello.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_04_05/Australia-si-al-terzo-sesso-3224/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

Unius king REI] senza coerenza di logica, o ragionamento interno, coerente, la Repubblica Ceca pronta a chiedere l'invio di truppe NATO in Ucraina. Ma inviare truppe contro la sovranità volontà dei popoli è dittatura.. ed è questo che l'Europa, cerca, affannosamente di nascondere, di non fare scoprire, cioè di essere da sempre, una dittatura bancaria, che, ha rubato la sovranità monetaria, in favore di Rothschild e contro i popoli ormai schiavi di una tassazione assurda, come conseguenza di acquistare il denaro dal sovrano satanista fariseo. Il presidente ceco ritiene che la NATO debba reagire molto duramente se la Russia tentasse di invadere la parte orientale dell'Ucraina. Tale dichiarazione è stata fatta dal presidente ceco Miloš Zeman durante il suo intervento ad una radio locale. "Se la Russia decidesse di espandersi verso l'Ucraina orientale, finirebbero gli scherzi. In questo caso proporrei non solo più gravi sanzioni da parte della UE, ma anche di aumentare la prontezza al combattimento della NATO, per esempio inviando truppe sul territorio ucraino,"- ha detto Zeman. Per quanto riguarda la Crimea, il presidente ceco ha constatato che alla comunità internazionale non resta altro che riconoscere la sua riunificazione con la Russia. Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_07/La-Repubblica-Ceca-pronta-a-chiedere-linvio-di-truppe-NATO-in-Ucraina-9522/
Rasmussen: la NATO non vuole la guerra fredda con la Russia 15:29
Ucraina, Kharkov: scontri tra manifestanti filorussi e attivisti di Maidan 15:20
Le autorità separatiste di Donetsk chiedono alla Russia l'invio di truppe 14:56
Donetsk vuole il referendum per l'annessione alla Russia entro 11 maggio 14:38
Il consiglio regionale di Donetsk proclama la seccessione da Kiev 14:23

07/04/2014. INDIA. Líder cristiano : La "nueva " India es una lucha contra la corrupción democrática y cerca de la tercera edad. Sajan George, presidente del Consejo Global de Cristianos Indios ( GCIC ), el seguimiento de "agenda " del nuevo gobierno de la India. AsiaNews recuerda la discriminación que sufren los dalit cristianos y musulmanes; la brecha entre ricos y pobres; la necesidad de empoderar a las mujeres. Tener cuidado con las personas con discapacidad, que aún sufren "prejuicio social medieval y retrógrada que los mantiene al margen de la comunidad". Mumbai (AsiaNews) - Una mayor atención a las minorías étnicas y religiosas en la India; la corrupción; la justicia social; el empoderamiento de la mujer; la educación; apoyar a los enfermos, discapacitados y ancianos. De acuerdo con el Consejo Global de Cristianos Indios (GCIC), estos son los desafíos y problemas que el futuro gobierno de la India va a enfrentar. Partidos hoy en los Estados de Assam y Tripura, las elecciones darán lugar a la formación del nuevo gobierno y el nuevo primer ministro. "A pesar que los sectores más débiles de la sociedad han mejorado su estado gracias a las cuotas para las minorías - dijo a AsiaNews Sajan George, presidente del GCIC - los dalit cristianos y musulmanes todavía no tienen estos derechos debido a su religión. Tal discriminación es grave por dos razones: por un lado, que los mantiene lejos del desarrollo y el progreso del país, por el otro les margina de otros dalit". Desde 1950, el apartado 3 del art. 341 (1) de la Constitución reconoce los derechos de las castas y la facilitación del desarrollo económico, educativo y social sólo para los dalit hindúes. Más tarde, en 1956 y 1990, la situación se hizo extensiva a los budistas y sijs, dejando a cristianos y musulmanes fuera. También en el frente religioso, dijo el líder cristiano, "la creciente intolerancia está retrocediendo a diferentes comunidades, lo que alimenta el odio y la enemistad. La armonía interreligiosa se ​​está reduciendo en todo el país, a causa de ataques deliberados por parte de militantes radicales hindúes que hay que poner fin ".
Desde el punto de vista económico, el presidente GCIC añade, "estamos asistiendo a una creciente brecha entre ricos y pobres. Esto es el resultado de las políticas aplicadas por los gobernantes que parecen representar los intereses de unos pocos y la corrupción rampante". Para el desarrollo del país, dijo Sajan George, "es importante crear programas de apoyo que involucren las mujeres de todos los estratos sociales, para ayudarles a superar los retos que se enfrentan. A continuación, debe crear una comisión para controlar los derechos de los niños, para detener el tráfico humano que los involucra". Un tema que se está volviendo más y más urgente es el de las personas mayores: "La medicina moderna ha extendido la vida de nuestro pueblo, lo que aumenta el número de personas mayores El gobierno debe hacerse cargo de sus ciudadanos mediante la creación de estos centros de servicio y lugares de ocio, sino también. aprovechar la experiencia y las habilidades de las personas que son más maduros, poniendo a disposición de los demás". Por último, el presidente del GCIC recuerda la necesidad de "erradicar el prejuicio social contra las personas con discapacidad, el resultado de una mentalidad medieval y retrógrada que los mantiene en el borde de la comunidad. Este es un problema grave que requiere de nuestros líderes a cooperar con el instituciones privadas que trabajan con estas personas".

04/07/2014 13:45. PAKISTAN - INDIA. Paul Bhatti: "We want concrete answers against unjust death sentences for blasphemy". A couple from Gojra recently ended on death row for sending text messages to the local imam that contained insults against Muhammad. In this, as in the cases involving Sawan Masih and Asia Bibi, the charges are false, a tool to settle personal scores. In response to the situation, the bishop of Islamabad announces another day of fasting and prayer. Indian Christians also express their solidarity. Islamabad (AsiaNews) - "We are sorry for what is happening in Pakistan. The All Pakistan Minorities Alliance (APMA) strongly rejects these sentences. Concrete answers are now needed, starting with smart lawyers who can represent" the defendants, said Paul Bhatti, a former Federal Minister for National Harmony and current APMA leader, who spoke to AsiaNews about recent death sentences imposed on Christians for (alleged) crimes of blasphemy. The latest case case was reported this weekend. It involves a couple originally from Punjab, who are now on death row for allegedly sending a text message with insults against the Prophet Muhammad. In recent past, the Catholic Church of Pakistan, along with Christian and Muslim activists, held several fasting and prayer vigils on behalf of Sawan Masih and Asia Bibi, two victims of the "black law", both sentenced to death and awaiting their appeal trial. Last Friday, a court in eastern Pakistan sentenced a Christian couple to death for blasphemy. Emmanuel and Shagufta Shafqat Kausar were found guilty of sending text messages to the imam of a local mosque with insults against Islam and the prophet Muhammad.  The alleged incident took place in July last year. The couple, both in their forties, hail from Gojra and have three children. Held in Toba Tek Singh Prison, both strongly reject the allegations made by Muslim cleric Maulvi Hussain and have announced their intention of appealing their conviction. In their case, the phone used in sending the text messages was reportedly lost a while ago and was no longer in the two Christians' possession. Their case follows those of Asia Bibi and Sawan Masih. Asia Bibi has become a symbol of the struggle against the "black law." On death row since November 2010, she has been held in solitary confinement for security reasons. After several postponements, her appeal trial should go ahead on 14 April. Sawan Masih is 26-year-old Christian man. Personal disagreements with the plaintiff are behind the false charges against him. In his case, the appeal trial is scheduled for 25 July 2014 at the Lahore High Court. "We need to find a good lawyer, if possible someone who is Muslim, to prove the accused's innocence," said Paul Bhatt, brother of Federal Minority Affairs Minister Shahbaz Bhatti who was killed by Islamic extremists in March 2011 for his opposition to the abuses perpetrated in the name of the blasphemy law. Speaking to AsiaNews, Paul Bhatti, who heads the All Pakistan Minorities Alliance (APMA) and now carries on Shahbaz's legacy, noted that it is necessary "to speak with influential Islamic figures" to get rid of the charges and bring out the truth. "As of today," he said, "they are still guilty according to the police investigation and the judges who, under [fundamentalist] pressure, decided for [the death] sentence". Bhatti said he was optimistic though, because "we still have several stages of appeal, up to the Supreme Court." Still, as he did in other cases, he also blames NGOs and other groups who "live off these incidents and do more harm than good, by coming up with young and often poorly-paid lawyers, who carry little weight in court." For the former minister, this is a "sad reality because these cases [of blasphemy] could be solved in a positive way," as was the case for Rimsha Masih on whose behalf Bhatti got personally involved. "I recently contacted various imams and the federal minister for religious affairs," he explained. "We are at the beginning but with practical support and goodwill we'll make it." The bishop of Islamabad/Rawalpindi also lashed out at the new blasphemy convictions. "It hurts to see that in just one week after the indictment, another couple was sentenced to death," said Mgr Rufin Anthony. Nothing that all this is happening because of a text message, the prelate added, "This is not the first time someone is prosecuted for sending a text message". In view of the situation, the bishop announced a new day of fasting and prayer next Wednesday "for all those imprisoned on death row." The Masihi Foundation and Life for All Pakistan announced that they would join him in a "peaceful protest" on that day. The echo of these incidents has also reached India, where many have repeatedly called for the release of innocent people who have nothing to do with the crime of blasphemy. Sajan K George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC), speaks of "unjust laws", the easiest charge "that can be made against someone" in order to get them convicted, so much so that over time the law has become abused "to settle personal scores." For the Indian Christian leader, the charges in this case came again from an imam from a Gojra mosque, which has a "history of anti-Christian violence."
 ·
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
3 giorni fa

Bush 322 Kerry -- rassegnatevi! non è questo il tempo, del vostro satana! voi vampiri satanisti cannibali, lasciare uscire Rothschild libero, perché, lui possa venire da me, infatti, io sono il suo RE, io sono il Re di Israele!

my JHWH --  è il secondo pomeriggio, consecutivo, che, criminali massoni satanisti, traditori del loro popolo, e nemici delle profezie di Israele, loro gridano così forte, nel NWO, contro di me, circa, i miei articoli, che, quei codardi, non permetteranno mai di poter essere contestati presso di me: Unius REI. che, al punto tale, che, non permettono, che, io possa riposare!
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
3 giorni fa

Bush 322 Kerry -- beh, una garanza relativa, almeno, fino al momento, che, qualcuno dei miei ministri angeli non perde la pazienza!

Bush 322 Kerry -- non ha nessuna importanza per me, che, voi lasciate leggere i miei 100 blogger, ai vostri computer alieni e satanisti, soltanto.. perché, io sono l'Arca della ALLENZA di Mosé VIVENTE! .. e questo, è lo stesso, unico motivo, per cui la vita biologica, può essere l'unica garanzia, per la vostra vita satanizzata

Malachia 4 «Poiché ecco, il giorno viene, ardente come una fornace; e tutti quelli che operano empiamente saranno come stoppia; il giorno che viene li brucerà», dice l'Eterno degli eserciti, «in modo da non lasciar loro né radice né ramo.
2 Ma per voi che temete il mio nome, sorgerà il sole della giustizia con la guarigione nelle sue ali, e voi uscirete e salterete come vitelli di stalla.
3 Calpesterete gli empi perché saranno cenere sotto la pianta dei vostri piedi nel giorno che io preparo», dice l'Eterno degli eserciti.
4 «Ricordatevi della legge di Mosè, mio servo, al quale in Horeb ordinai statuti e decreti per tutto Israele.
5 Ecco, io vi manderò Elia, il profeta, prima che venga il giorno grande e spaventevole dell'Eterno.
6 Egli farà ritornare il cuore dei padri ai figli e il cuore dei figli ai padri, affinché non venga a colpire il paese di completo sterminio.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

king SAUDI ARABIA -- tu hai portato la tua malvagità dall'INFERNO ] [Rimsha, una storia di speranza nella “Terra dei puri”. In Pakistan come in altri Paesi islamici l'appartenenza religiosa e il genere sessuale possono ancora fare la differenza tra la vita e la morte Edizioni San Paolo 05.04.2014 di Michela Coricelli
Sobborgo di Umara Jaffar, settore G-12, periferia di Islamabad. Nelle baracche di questo affollato slum, a ridosso del vicino Meherabad, vive una comunità di cristiani poverissimi. Le abitazioni si aggrappano l'una all'altra in un dedalo di viuzze polverose.
E' il 16 agosto 2012: Rimsha gioca per la strada. Dà fuoco a un mucchietto di spazzatura. Nessuno, apparentemente, ci fa caso. Ma contro di lei si accende una furia crudele, che la catapulta nell'occhio del ciclone. Nessun riguardo per la sua infanzia, per la sua innocenza, per le sue condizioni fisiche e psicologiche. E' un capro espiatorio perfetto per il fanatismo a caccia di nemici.
Rimsha Masih è una ragazzina cristiana di più o meno 14 anni. La sua età non viene accertata immediatamente. In un primo momento il suo ritardo mentale impedisce di stabilire con esattezza quanti anni abbia. Vive con la sua famiglia nel sobborgo, come tanti altri fedeli della stessa religione. Minoranza.
L'imam della moschea di Meherabad, Khalid Jadoon Chishti, la accusa di aver bruciato – insieme all'immondizia – una decina di pagine di un compendio del Corano, il Noorami Qaida: una sorta di testo per i ragazzi, propedeutico allo studio del libro sacro dell'islam. L'accusa è la solita, drammatica: blasfemia.
La vicenda appare subito inverosimile, tanto più che Rimsha non sa leggere: come potrebbe essere tacciata di blasfemia, se non sapeva quel che stava bruciando? Come avrebbe potuto riconoscere le pagine del Corano, in mezzo ad altri fogli inceneriti? Ci sono però tre testimoni che sostengono le accuse dell'imam contro Rimsha. La miccia fa ardere la rabbia.
La folla si inferocisce facilmente quando sente la parola “blasfemia”: minacciano un incendio del quartiere cristiano, picchiano Rimsha, che rischia di essere linciata. Interviene la polizia, che la “prende in custodia”. La ragazzina viene portata a Rawalpindi, nel Punjab, in un carcere per adulti. “Dite al giudice che non ho fatto niente”, continua a ripetere la vittima dell'ingiustizia, terrorizzata. “Ho paura che qualcuno possa fare del male alla mia famiglia”.
Nessuno la ascolta. Passerà ventiquattro giorni in cella. Lontana dai suoi. Sola. Nel frattempo centinaia di famiglie fuggono dal ghetto cristiano. Non sopportano più le continue minacce: alcune torneranno a casa, più tardi. Ma in tanti abbandonano definitivamente il quartiere.
Una commissione medica della polizia pachistana, successivamente, conferma quello che la famiglia aveva ripetuto da sempre: Rimsha è affetta da sindrome di Down. E non ha ancora 14 anni. I due elementi diventano la chiave che permetterà di uscire dalla prigione, anche se la sua vicenda giudiziaria sarà lunga
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] quello scritto nell'articolo potrebbe accadere. Si osserverà che la famosa faglia di San Andrea è nata dall'attrito di due placche una contro l'altra. Se un sisma si producesse a San Francisco, simile a quello che devastò la città un secolo fa, ci sarebbe un epicentro, un punto dove le due placche inizierebbero a scivolare. Quindi il movimento si propagherebbe allora con rapidità estendendosi su oltre mille chilometri. L'intensità del terremoto cresce in proporzione alla lunghezza della placca interessata. L'articolo di Science et Vie segnala che i Russi avevano previsto, ancor prima dell'inizio degli anni novanta che esplosioni nucleari sotterranee possano essere utilizzate per scatenare sismi. Ma non si sa come i Russi avrebbero potuto attaccare, in modo diretto un paese come gli Stati Uniti, procedendo con esplosioni nucleari sotterranee nel loro territorio, a oltre otto mila chilometri di distanza, o come avrebbero potuto usare la Pamir vicino alla costa occidentale americana, senza "firmare" il loro atto. Ricordiamo infine che film Hollywoodiani, come Superman, hanno già ripreso questo tema del sisma nella vicinanze di San Francisco scatenato da esplosioni nucleari sotterranee. scie chimiche, Ciccanti: "La difesa sa e non dice" Il vaso di Pandora [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Non solo Pamir, ma anche il sistema H.A.A.R.P
La scienziata indipendente, esperta in Fisica delle alte energie, Elisabeth Rauscher, avverte che si stanno artificialmente irradiando “energie spaventose all’interno di una configurazione molecolare estremamente delicata” qual è la ionosfera, una sorta di bolla di sapone che si muove a mulinello intorno alla superficie terrestre. Un foro sufficientemente grande potrebbe farla scoppiare. La Dottoressa Rosalie Bertell denuncia che “gli scienziati militari statunitensi si stanno occupando dei sistemi meteorologici come potenziale arma. Le metodologie comprendono l’aumento delle tempeste e la deviazione delle correnti di vapore dell’atmosfera terrestre allo scopo di causare siccità o inondazioni mirate…” Anche il fisico Daniel Winter (Waynesville, North Carolina) puntualizza che le emissioni ad alta frequenza potrebbero unirsi con le pulsazioni ad onde lunghe presenti nella griglia terrestre (la magnetosfera n.d.r.) e causare effetti non previsti e collaterali alla “danza della vita nella biosfera”. Le emissioni in Gigawatt (miliardi di W) del Centro H.A.A.R.P. incideranno un lungo taglio sulla ionosfera come un coltello a microonde. H.A.A.R.P. potrebbe far vibrare ogni corda armonica di Gaia con frequenze discordanti. Questi rumorosi impulsi scombussoleranno le linee di flusso geomagnetico, distruggendo le bioinformazioni che mettono in risonanza le corde della vita, predisponendo ogni cosa alla malattia ed alla morte. Due dei maggiori oppositori al sistema globale di distruzione di massa H.A.A.R.P., gli scienziati indipendenti Begich e Manning, autori del libro Angels don’t play this H.A.A.R.P. Advances in Tesla Technologies, avvertono che addizionare energia al substrato ambientale potrebbe avere effetti molto vasti, indefinibili ed incontrollabili. [...] Essi affermano, senza mezzi termini, che il genere umano ha già aggiunto sostanziali quantità di energia elettromagnetica nel suo ambiente, senza aver la benché minima idea di che cosa potrebbe essere la massa critica o il punto del non ritorno. Stiamo per imbarcarci in un altro assurdo esperimento sull’energia che sguinzaglierà un nuovo e terrificante assortimento di demoni dal vaso di Pandora. [Clicca per ingrandire l'immagine] Già il consigliere della sicurezza nazionale del presidente Carter, Brzezinski, metteva sull’avviso che una società, dominata da un gruppo elitario (Brzezinski appartiene alla stessa élite, n.d.r.) e non ostacolato dalle restrizioni tradizionali dei valori liberali, non esiterebbe ad usare le tecniche più moderne per influenzare il comportamento pubblico e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo. È del resto un fatto ormai assodato che la U. S. Air Force punti sui sistemi elettromagnetici (E.M.) e sulle armi vibrazionali per produrre scompiglio psicologico, distorsione percettiva o disorientamento, per annullare da una parte le capacità di combattimento del nemico e dall’altra accrescere le potenzialità paranormali di altri. Come conferma il geofisico Gordon Macdonald, bombardamenti elettronici prodotti artificialmente produrrebbero pannelli o vortici magnetici in determinate zone terrestri che potrebbero danneggiare seriamente le funzioni cerebrali d’intere popolazioni. Tra le ripercussioni fisiche ricordiamo le seguenti: dolori articolari, mal di testa, vertigini, bruciore agli occhi, nausea, affaticamento, difficoltà respiratorie, allergie, asma, disordini circolatori e cardiaci (infarti che aumentano di circa il 50%), caduta della capacità reattiva, embolie polmonari e trombosi... A livello psicologico, le onde H.A.A.R.P. provocano squilibrio emozionale, irritazione, avversione alla vita, al lavoro ed alla scuola, insicurezza, ansia e depressione (specialmente tra i 40-50 anni), tendenza al suicidio (aumentata del 20% negli ultimi tempi, un milione di morti all’anno specialmente tra i giovani), tossicodipendenza ed omicidi.  [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] H.A.A.R.P. ha la capacità, lavorando in collaborazione con lo Spacelab, di produrre energie elevatissime, paragonabili alla bomba atomica e può provocare distruzioni epocali e di massa in qualsiasi parte della Terra. Naturalmente il programma può modificare l’ambiente vibrazionale naturale e scatenare inondazioni, uragani e terremoti di qualsiasi entità. Eppure esso sarà “venduto e spacciato” al pubblico come un’arma di difesa, ossia lo “Scudo stellare” o addirittura di studio sull’Aurora Boreale (Alice nel paese delle meraviglie)! La stampa straniera e gli stati occidentali hanno comunque denunciato che il piano antimissile e di laser orbitali “Joint Vision 2020” è estremamente pericoloso: il suo fine è il dominio degli U.S.A. su tutto il mondo. ANCHE LA FLOTTA RUSSA CONFERMA, Fonte web - Russia Today. Una relazione della Flotta russa del Nord rivelerebbe che il terremoto che ha devastato Haiti è inequivocabilmente "il risultato di un test, da parte della U. S. Navy, della sua arma sismica". La Flotta del Nord osserva i movimenti e le attività navali degli americani nei Caraibi, dal 2008 quando gli Stati Uniti hanno annunciato la loro intenzione di ricostruire la Quarta Flotta che fu sciolta nel 1950. La Russia aveva reagito un anno più tardi, riprendendo nella regione le esercitazioni della sua flotta, di cui fa parte l'incrociatore atomico lancia-missili Pietro il Grande; esercitazioni sospese dopo la fine della Guerra Fredda. Dalla fine degli anni '70, gli Stati Uniti hanno enormemente migliorato la ricerca sulle armi sismiche. Secondo questo rapporto russo, al giorno d'oggi gli USA utilizzano generatori di impulsi, al plasma e a risonanza, in tandem con bombe Shockwave (a onde di choc)[1] Il rapporto mette a confronto due esperimenti condotti dalla U.S. Navy la settimana scorsa: un terremoto di magnitudo 6,5 vicino alla città di Eureka, California, che non ha fatto vittime, e il terremoto dei Caraibi che ha fatto almeno 140 000 morti.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Sarebbe una nuova forma di guerra discreta (silent war), dove indebolire un avversario può semplicemente consistere nel creare dei "fenomeni naturali" sul suo territorio, con dei mezzi modesti. Non escludendo di proporre, in seguito, un "aiuto umanitario"... Tutto questo ha l'aria talmente semplice e logica che ci possiamo chiedere se questo non è stato già messo in opera. Qui la traduzione di un articolo (censuratissimo) sulle manipolazioni mediatiche, politiche, e scientifiche sullo tsunami del 26 dicembre 2004: Il più grande crimine di guerra. Un consiglio: i governi che hanno le loro coste esposte a probabili tsunami, non che, qualche bega in corso con potenze bellicose (esempio USA), dovrebbero rimpiazzare le boe rilevatrici di tsunami, con alcuni Idrofoni sensibili capaci di rilevare esplosioni marine importanti. Un sistema poco costoso, che contribuirebbe inoltre, una volta per tutte, a stoppare la sperimentazione nucleari sotterranea Riprendendo l'ipotesi che la Pamir, l'arma sismica, sia stata "testata" e utilizzata per scopi politici, prendiamo ad esempio alcuni terremoti che sono coincisi, stranamente, con accadimenti geopolitici, ad esempio: il devastante terremoto in Armenia nel dicembre 1988 contemporaneo all'inizio dei disordini etnici in questa regione; e ancora fra l'Armenia e l'Azerbaijan sempre nel 1988. Poiché l'Unione Sovietica era in pericolo, qualche generale sovietico non potrebbe, ripeto è solo un'ipotesi, aver cercato di interrompere l'insurrezione nella regione, utilizzando la Pamir? Terremoti, tsunami, ma un'eruzione vulcanica può essere provocata artificialmente? Il nome geyser deriva da Geysir che è il nome del più noto geyser islandese. Un geyser è un pozzo naturale, una colonna piena d'acqua bollente, che scende profondamente nella terra in corrispondenza di una sorgente di calore. (La cosa sorprendente che quest'acqua è verdognola, a causa dei batteri che vi vivono "nutrendosi di questa energia" e non dell'energia del sole. Questi batteri muoiono se la temperatura scende al di sotto di un certo limite (80-90°)). L'acqua nella colonna è vicino all'ebollizione. Più la pressione è elevata e più la temperatura è alta. Quando l'acqua non riesce a bollire il geyser cessa la sua attività, perché il peso della colonna d'acqua crea una pressione sufficiente per impedire l'ebollizione (tutti noi sappiamo che più la pressione è alta più la temperatura d'ebollizione aumenta (perché la pasta in montagna cuoce male). Ma questo stato è instabile. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] La pressione che regna nella colonna non può essere modificata, ma la temperatura aumenta sempre di più fino a creare un punto critico. Allora una bolla si forma e rimonta alla superficie e provoca l'ebollizione dell'acqua che si trova sul suo passaggio. Anche il volume del vapore che monta cresce, e può aumentare di molti metri cubi. Quando raggiunge la superficie, la bolla esplode e provoca l'emissione di una colonna di vapore, che può arrivare a molti metri di altezza. Un vulcano attivo ha un modo di funzionare analogo, ma la sua colonna contiene magma e gas in equilibrio. In generale questa colonna è collegata in profondità ad una sacca di magma. Possiamo capire allora come è possibile, con l'aiuto di micro-onde pulsate a tre bassa frequenza, capaci di trasportare dell'energia termica nelle profondità del vulcano, e riscaldare il magma, rendere instabile il sistema, se questo è vicino al suo punto critico. L'URSS progettava di devastare l'America. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Articolo numero 914-novembre 1993 della rivista Science et Vie: I militari sovietici studiavano la " guerra geofisica ". Durante 20 anni gli scienziati dell'URSS hanno sognato di far crollare gli odiati capitalisti. "Mentre Gorbatchev discuteva con Reagan dei mezzi per porre fine alla guerra fredda, alcuni generali sovietici, studiavano il modo e i mezzi per devastare l'America con terremoti e tsunami." Così ha dichiarato il generale del KGB, Oleg Kalougine. La devastazione degli Stati Uniti e del Canada sarebbe stata realizzata grazie “alle bombe sismiche" cioè bombe termonucleari che si sarebbero fatte esplodere sotto terra. Negli anni sessanta, i sismologi sovietici si erano accorti che, ogni volta che procedevano ad un'esplosione sotterranea, vi era un terremoto nei giorni seguenti, a volte a centinaia di chilometri di distanza. È così, riporta Alexeï Nikolaïev, dell'istituto di geologia di Mosca, che una bomba che era stata fatta esplodere vicino a Semipalatinsk, nel Kazachstan, ha scatenato terremoti nel Tagikistan, l'Uzbekistan ed anche l'Iran. Si dubitò inizialmente che ci fosse un legame tra le esplosioni termonucleari sotterranee ed i sismi dei giorni successivi, ma infine, l'evidenza era là. E Nikolaïev ed il suo gruppo dimostrarono che anche esplosioni di debole intensità provocavano sismi fino a 1.600 km dall'epicentro. Alcuni scienziati sovietici sarebbero attualmente persuasi che terremoto che devastò l'Armenia nel 1988 e fece 45.000 morti fu causato da un'esplosione termonucleare a 3.500 km di distanza, a Novaya Zemlya. I sovietici fecero dunque esplodere 32 bombe sotterranee sul loro territorio, per studiarne gli effetti. All'inizio degli anni ottanta, geologi civili concepirono un progetto per realizzare bombe molto potenti, capaci di provocare spinte violente alle placche tettoniche. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] I sismi non si scatenavano mai subito dopo le esplosioni, ma si producevano a molti giorni di distanza, cosa che poteva permettere ai sovietici di dichiararsi innocenti, nel caso di sismi e tsunami devastanti. Nikolaïev riconosce tuttavia che sarebbe stato difficile dirigere gli effetti contro un obiettivo scelto. Se la California è particolarmente vulnerabile, per il fatto che la faglia di San Andrea coincide con la dorsale (bordo orientale) della placca del Pacifico, le placche tettoniche si prestano male infatti a "giochi" di questo tipo. Ed Ikram Kerimov, direttore assistente dell'istituto di geologia dell'Azerbaigian, ritiene che siano necessario ulteriori studi prima di riuscire a raggiungere l'America, che si trova a oltre 8.000 km della costa orientale della Siberia. Rileviamo, incidentalmente, che giocare in tal modo al "biliardo" tettonico i sovietici avrebbero potuto devastare il Giappone, e che, se fossero riusciti a spingere la placca del Pacifico, nulla dice che la scossa non si sarebbe riflessa sulla placca di Nazca,e devastare anche la costa occidentale del Sud America - Perù, Bolivia, Cile, ecc. Ex capo del contro-spionaggio diventato da un politico riformista, Kalougine dichiara che scoprì i piani quando fu incaricato, nel 1988, di dirigere le ricerche segrete dell'accademia delle scienze. Questo tipo di rivelazione senza dubbio indurrà alcuni paesi a verificare se esplosioni nucleari sotterranee (le quali sono state tutte monitorate dai sismografi mondiali) hanno provocato in seguito sismi sul loro territorio. Pensiamo a quello che accadde in Australia, uno dei continenti più stabili, nel 1990 (5,5 sulla scala di Richter, 11 morti, 120 feriti), senza parlare del sisma che devastò, il Tagikistan lo stesso anno.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 giorni fa

"Pamir" l'arma sismica! [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Una misteriosa arma al plasma vista poco prima del terremoto a Nigarta in Giappone, nel Luglio del 2007. Le stesse luci rosse, bianche e celesti riflesse sulle nuvole sono state viste e filmate poco prima del recente disastroso terremoto in Cina. Quando quest'estate c'è stato il terremoto in Cina, ho subito pensato: "Ecco! Vogliono far dimenticare le polemiche e le proteste internazionali sul Tibet e le olimpiadi!". Non sono l'unica a pensarlo: China Earthquake caused by HAARP weapon Jeff Steinberg della La RouchePAC.com (La Rouche Political Act Comitee), dichiara che ci siano le prove che HAARP ha causato il grande terremoto in Cina e che la 3 Guerra Mondiale arriverà con aurore boreali... Il terremoto in Turchia del 17 agosto 1999: A Duzce, epicentro del terremoto, alcuni sopravvissuti hanno dichiarato che quel giorno la base militare americana era stranamente deserta; inoltre dissero di aver visto una luce strana nel cielo e udito un rumore infernale, essi sono convinti che un ordigno atomico sia stato testato nel sottosuolo della base. Condoleeza Rice al Senato Americano il 18 gennaio 2005:
"Lo tsunami è stato una meravigliosa occasione (wonderful opportunity) di mostrare il cuore del popolo americano. E io penso che "gli utili" sono stati molto importanti sul fronte diplomatico". Indonesia il 26 dicembre 2004. Migliaia di chilometri di coste sono state spazzate via a causa di un maremoto spaventoso. Simulazione dello TSUNAMI nel sud-est asiatico. Un fenomeno simile potrebbe essere di origine umana, per camuffare un test di un'arma nei fondali marini, in una regione in cui gli effetti sismici possano essere confusi con dei fenomeni naturali? Base USA di Diego Garcia [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Il luogo era ideale per la presenza di una fossa oceanica che protegge le coste e la base americana di Diego Garcia (si sa che più il fondo marino risale velocemente, più il tsunami è devastante) e anche l'ora giusta per far si che ben due satelliti USA passavano lì "per caso", per constatare gli effetti di questa "arma sismica". Torniamo alla Pamir, che secondo il video dovrebbe funzionare in questa maniera: attraverso il suolo, in corrispondenza di una faglia e di una falda acquifera, la macchina "inietta" la scarica elettromagnetica. Il passaggio della corrente vaporizza l'acqua e produce un effetto di sollevamento o scivolamento o spaccatura di una placca. Questo effetto si può propagare a grande distanza e scatenare un sisma anche molto lontano della zona sollecitata. In un convegno in USA i russi avevano presentato questa macchina come un "sistema che permette di misurare la conduttività elettrica del suolo" dichiarando che "una variazione di conduttività può essere un segno che annuncia un sisma imminente". E' logico che i parametri fisici, elettromagnetici del sottosuolo di una regione possano essere modificati in presenza di un terremoto imminente. Dunque sarebbe logico sistemare intorno ad una regione, a rischio, dei captori passivi (misura dei campi elettrici o attivi (misura della conduttività elettrica del sottosuolo, ecc.) Ma uno strumento di misura non ha bisogno di mettere in gioco tali intensità in tanto tempo (5-10 secondi). Dunque questo generatore MHD non è un strumento di misura, ma sicuramente uno strumento capace di agire sull'ambiente sotterraneo. Ora questo sistema potrebbe essere usato nei fondi marini.
Modificando un banale sottomarino, e modificando i motori con altri alimentati a propenol solido, che funzionano molto bene nell'acqua e sotto pressione (30 bar corrispondono a 300 metri di profondità). Sarebbe così possibile utilizzare un generatore Pamir nelle vicinanze di un faglia marina.

PAMIR  3. L'ARMA CHE CREA I TERREMOTI [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] ATTENTI AI TERREMOTI STRATEGICI! GEOLOGI SCOPRONO NELL'AREA. CARAIBICA GIACIMENTI DI PETROLIO E GAS LA CUI GRANDEZZA. SAREBBE AL SECONDO POSTO DOPO IL MEDIO ORIENTE. Pamir 3 è parte di una serie di armi ambientali capaci di creare terremoti, tsunami, distruzione dell'equilibrio ecologico di una regione, modificazioni delle condizioni atmosferiche - nubi, precipitazioni, cicloni e uragani - modificazioni delle condizioni climatiche, delle correnti oceaniche, dello strato di ozono o della ionosfera. In questo dossier vedremo le principali armi ambientali. (a cura di Claudio Prandini)
 In questi ultimi anni gli americani sono arrivati alla creazione di una macchina più potente: Pamir 3 [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] INTRODUZIONE. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Le ammissioni di un generale italiano: “La guerra ambientale è gia cominciata” Nessuno può negare che, dopo Hiroshima e Nagasaki, ci siano state più di 1000 esplosioni nucleari nel sottosuolo terrestre, nella profondità degli oceani e persino nello spazio, esplosioni capaci di causare terremoti e tsunami, e altri disastri ambientali. Creare un sisma o uno tsunami è dunque possibile. Sono cose vere, scientifiche, provate. Esistono linee di frattura e faglie assai evidenti e note sulla superficie terrestre. Ci sono mappe precise che rivelano i punti deboli e vulnerabili, sui quali è un giochino da ragazzi poter intervenire. Non ho prove che ci sia stato un esperimento nucleare o convenzionale capace di provocare un determinato terremoto, ma sono abbastanza pessimista per non pensarlo. In 45 anni di carriera militare in giro per il mondo, ne ho viste di tutti i colori.
Negli anni 40, un professore israeliano-neozelandese faceva degli esperimenti in mare tra Nuova Zelanda e Australia, riuscendo a provocare delle onde anomale, dei piccoli tsunami. Lavorava in Australia per conto dell’Università di Auckland, ma i fondi dati a questo progetto erano gestiti dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna.... (generale Fabio Mini autore dell’articolo Owning the weather ("Possedere il clima"), pubblicato sulla rivista Limes N. 6 del 2007 - Vedi dossier) Cosa sappiamo al momento dell'arma sismica? [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Durante la Seconda Guerra mondiale, alcuni ricercatori neozelandesi hanno tentato di realizzare una macchina in grado di provocare tsunami che potesse essere utilizzata contro il Giappone. I lavori furono diretti dall'australiano Thomas Leech dell'università di Auckland, sotto il nome di "Progetto Seal". Furono realizzati numerosi esperimenti su piccola scala, nel 1944-45, a Whangaparaoa. Gli esperimenti furono coronati da successo.
Gli Stati Uniti consideravano questo programma tanto promettente quanto il "progetto Manhattan" per la fabbricazione della bomba atomica. Fu designato il dottor Karl T. Compton per collegare insieme le due unità di ricerca. Compton era il presidente del MIT [Massachusets Institut of Technology, ndt]. Aveva già reclutato numerosi esperti per lo sforzo bellico ed era una delle otto persone incaricate di consigliare il presidente Truman sull'uso della bomba atomica. Egli pensava che [la bomba] avrebbe potuto fornire l'energia necessaria all'équipe di Leech per provocare grandi tsunami.
I lavori di Thomas Leech proseguirono durante la Guerra fredda. Nel 1947, Giorgio VI innalzò lo scienziato alla dignità di Cavaliere dell'Impero britannico per ricompensarlo di avere elaborato una nuova arma. Essendo il Progetto Seal ancora un segreto militare, non fu rivelato all'epoca che [Leech] era stato onorato per la bomba a tsunami. In seguito, i servizi USA si sono applicati per fare credere che queste ricerche non fossero mai esistite e che tutto fosse una finzione per impressionare i Sovietici. Tuttavia, l'autenticità degli esperimenti di Leech è stata stabilita, nel 1999, quando una parte della documentazione è stata declassificata dal ministero neozelandese degli Affari esteri. Ufficialmente, ora gli studi sono stati ripresi all'università di Waikato.
Si ignora se le ricerche anglo-sassoni siano proseguite negli anni '60, ma esse sono per forza ricominciate quando fu deciso di abbandonare i test nucleari nell'atmosfera a vantaggio dei test sottomarini. Gli Stati Uniti temevano di provocare involontariamente terremoti e tsunami. Volevano saperlo fare volontariamente. Ufficialmente, alla fine della guerra del Vietnam, gli Stati Uniti e l'Unione sovietica hanno rinunciato alle guerre ambientali (terremoti, tsunami, distruzione dell'equilibrio ecologico di una regione, modificazioni delle condizioni atmosferiche - nubi, precipitazioni, cicloni e uragani - modificazioni delle condizioni climatiche, delle correnti oceaniche, dello strato di ozono o della ionosfera) firmando la "Convenzione sul divieto di utilizzo di tecniche di modificazione dell'ambiente per scopi militari o per altri fini ostili" (1976).
Tuttavia, a partire dal 1975, l'URSS ha iniziato nuove ricerche di Magnetoidrodinamica (MHD). Si trattava di studiare la crosta terrestre e di prevedere i terremoti. I Sovietici studiarono la possibilità di provocare piccoli terremoti per evitarne uno grande. Tali ricerche furono ben presto militarizzate. Sfociarono nella costruzione di Pamir, la macchina per terremoti. All'epoca dello smantellamento dell'URSS, alcuni responsabili del programma decisero di passarlo agli Stati Uniti per denaro, ma essendo la loro ricerca incompiuta, il Pentagono rifiutò di pagare. Nel 1995, quando la Russia era governata da Boris Eltsin e dall'oligarca Victor Chernomyrdin, l'US Air Force reclutò i ricercatori e il loro laboratorio a Nijni Novgorod. Vi costruirono una macchina molto più potente, Pamir 3, che fu testata con successo. Il Pentagono acquisì allora gli uomini e il materiale e li trasportò negli USA dove furono integrati nel programma HAARP.
Negli ultimi anni sono stati suggeriti alcuni utilizzi dell'arma sismica, particolarmente in Algeria e in Turchia. Tuttavia, il caso più discusso è quello del sisma del Sichuan (Cina), il 12 maggio 2008. Durante i 30 minuti che hanno preceduto il terremoto, gli abitanti della regione hanno osservato colori insoliti in cielo. Se certuni vedono in questi eventi il segno che il Cielo ha ritirato la sua fiducia nel Partito comunista, altri li interpretano in maniera più razionale. L'energia utilizzata per provocare il sisma avrebbe anche provocato le perturbazioni della ionosfera. Nei mesi seguenti, il web e i media cinesi hanno diffuso e discusso questa ipotesi che oggi viene data per certa dall'opinione pubblica cinese. (Fonte web) Progetto HAARP: che cos'è e cosa potrebbe causare  [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] PAMIR, L'ARMA SISMA CHE ESISTE DAVVERO. Fonte web Da una dichiarazione di William Cohen, ex segretario di Stato per la Difesa USA, del 28 aprile 1997 (QUI): "Others [terrorists] are engaging even in an eco-type of terrorism whereby they can alter the climate, set off earthquakes, volcanoes remotely through the use of electromagnetic waves. So there are plenty of ingenious minds out there that are at work finding ways in which they can wreak terror upon other nations.It's real, and that's the reason why we have to intensify our[counterterrorism] efforts. Secretary of Defense William Cohen at an April 1997 counterterrorism conference sponsored by former Senator Sam Nunn. Quoted from DoD News Briefing, Secretary of Defense William S. Cohen, Q&A at the Conference on Terrorism, Weapons of Mass Destruction, and U.S. Strategy, University of Georgia, Athens, Apr. 28, 1997."
Traduzione: Altri terroristi sono impegnati in un tipo di azione "ecologica", nel senso che essi possono alterare il clima, far scatenare i terremoti, le eruzioni vulcaniche, utilizzando onde elettromagnetiche. Molte menti ingegnose stanno lavorando attualmente per mettere a punto i mezzi per terrorizzare intere nazioni. Tutto questo è reale ed è per questo che abbiamo intensificato i nostri sforzi nella lotta contro i terroristi.
Segretario della Difesa William Cohen, aprile 1997. Conferenza dedicata al contro-terrorismo organizzato dal senatore Sam Nunn. Dichiarazioni segnalate al Dipartimento della Difesa (DoD). Conferenza contro il terrorismo. Armi di distruzione di massa e la strategia degli Stati Uniti. Università della Georgia, Atene, 28 aprile 1997.
Leggiamo tra le righe: Noi sappiamo che questo è possibile perché da tantissimi anni noi (americani) abbiamo tali armi. Una simile tecnologia ha dei costi accessibili, al contrario della tecnologia nucleare. Spiegazione: I terremoti e le eruzioni vulcaniche artificiali non sono impossibili, infatti una minima causa, ben localizzata, può generare un cataclisma.
I terremoti sono legati al movimento delle placche, lungo le faglie. Sappiamo che un terremoto devastante è previsto lungo la faglia di S.Andreas, in California. Ma non sappiamo quando, e dunque non conosciamo, a priori, l'energia sufficiente a scatenare il fenomeno. Ma esiste una tecnica che permette di agire sugli strati profondi del sottosuolo con delle onde elettromagnetiche. Negli anni settanta i Russi avevano costruito un enorme generatore a pulsioni battezzato "Pamir" che poteva essere trasportato su un grosso camion. Era una variante del generatore di Sakharov (MK1), a compressione di flusso. Questo generatore chiamato anche Generatore di Pavloski utilizzava dei cannoni elettromagnetici, con un esplosivo chimico che interagiva con un potente solenoide (in regime di numero di Reynolds magnetico elevato). Questo sistema permetteva di far circolare forti correnti elettriche nel terreno. Il dispositivo fu ufficialmente presentato come un sistema per analizzare la situazione di un terreno misurandone sulle grandi distanze e a grandi profondità la conduttività elettrica del suolo. Il sistema, usato con moderazione, può testare il terreno, come quando si danno leggeri impulsi su un blocco in equilibrio per vedere se è pronto a scivolare in un burrone. Ma un tale sistema potrebbe non solo studiare la situazione pre-sismica del territorio, ma eventualmente innescare il terremoto.
Se la faglia non è pronta a cedere, occorrerebbe una notevole energia per innescare il terremoto. Al giorno d'oggi ormai sappiamo che una variazione di conduttività è il segno di un imminente terremoto. Con una simile macchina e dei dati geologici esatti, i militari potrebbero, in aree potenzialmente "ostili", o per ragioni geo-politiche, innescare un devastante terremoto, uno tsunami o un'eruzione vulcanica.... Qui le pagine originali dell'IVTAN, l'Istituto Russo per le Alte Temperature, che parla di uno di questi generatori Pamir: http://www.ihed.ras.ru/mg/otdel6.htm - http://www.ihed.ras.ru/mg/Pamir3U.htm
Un generatore MHD (detto anche "generatore di plasma") a scappamento lineare di Faraday, alimentato con esplosivo (propergol) solido al cesio, o al sodio (sostanze a basso potenziale d'ionizzazione). Lo scappamento espelle gas ionizzato a 3000° tra due o più elettrocalamite. Esso sviluppa 4,8 tesla, e ha elettrodi che raccolgono le correnti generate durante qualche secondo (15000 a 25000 A su 1000V). Dal documentario " Les colères du climat" (le collere del clima), trasmesso sulla 5 (emissione televisiva franco-tedesca), film che passa in rassegna le differenti catastrofi "naturali" mondiali dal 2002 in poi, un corto estratto sulla "Pamir":

i neozelandesi hanno rivendicato la loro sovranità monetaria e Rothschild si è vendicato? MA, REALIZZARE STRUTTURE ANTISISMICHE NON è UN PROBLEMA! QUINDI, QUESTA CITTà DEVE RISORGERE E DEVE ESSERE A PROVA, DI AGGRESSIONI SATANISTI  Non solo Pamir, ma anche il sistema H.A.A.R.P ] La difficile ripresa di Christchurch. A due settimane dal sisma. 09 marzo 2011. Gli abitanti di Christchurch domenica scorsa hanno camminato tra le rovine del centro storico, dove almeno 165 loro concittadini hanno perso la vita nel devastante terremoto del 22 febbraio e dove altri sono ancora sepolti dalle macerie. Il sindaco della città, l’ex presentatore televisivo Bob Parker, ha voluto dedicare la giornata al ricordo delle vittime, ordinando di togliere le barriere che bloccavano l’accesso alla city. Parker ha voluto dare ai concittadini, ancora traumatizzati dal violento sisma e dalle moltissime scosse di assestamento che sono seguite, l’opportunità di commemorare le vittime, ma anche di non dimenticare quella parte di città che tanta importanza ha avuto nella loro vita. La situazione a Christchurch, la seconda città neozelandese con i suoi 390.000 abitanti, è ancora critica. Ormai gli sforzi delle squadre di soccorso non sono più dedicati al ritrovamento di eventuali superstiti, ma al recupero dei cadaveri. Il numero delle vittime accertate è finora di 165, ma si prevede che tale cifra salirà ad almeno duecento, considerando i dispersi per i quali non si nutrono più speranze. Sebbene i neozelandesi siano stati i più colpiti, la tragedia ha avuto anche dimensioni internazionali, visto che almeno 100 vittime provenivano da 20 Paesi diversi. Una notizia positiva, che ha fatto correggere al ribasso la previsione iniziale di 240 morti, è che tra le macerie della centenaria cattedrale anglicana non sono state trovate vittime, mentre si pensava che vi fossero sepolte almeno 22 persone. In ogni caso le cifre attuali, anche se inferiori rispetto alle prime drammatiche stime, fanno del terremoto del 22 febbraio il secondo sisma più grave nella storia nazionale, inferiore solo a quello di Hawke Bay che nel 1931 uccise 256 persone. Molto cupe sono al momento le previsioni sulla ripresa della città. Le scosse di assestamento continuano a far traballare strutture già deboli. Si calcola che almeno un terzo degli edifici del centro ancora in piedi dovranno essere abbattuti. È stato ipotizzato inoltre che si dovrà attendere la fine dell’anno prima che le attività commerciali riprendano a pieno ritmo nel Central Business District e che occorreranno almeno 10 anni per ricostruire Christchurch. Chi può permetterselo sta già trasferendo le proprie attività in altre città neozelandesi o all’estero, ma si tratta soprattutto di poche multinazionali. Per gran parte delle 52.000 persone che lavoravano in centro, il futuro è assai più incerto. Nei sobborghi, lontano dai riflettori dei media, più di 20.000 persone non hanno ancora accesso all’elettricità e alcuni dei quartieri più colpiti sono privi di acqua corrente. Molte strade sono impraticabili e chi può spostarsi spesso deve superare posti di blocco della polizia e dell’esercito. Parecchie scuole non saranno in grado di riaprire per almeno un anno. Centinaia di studenti universitari della regione di Canterbury stanno per raggiungere in nave l’Australia, dove completeranno i loro studi nelle università locali. Le autorità che dirigono la ricostruzione di Christchurch stanno pensando di utilizzare navi da crociera per dare alloggio ai residenti della zona di Lyttelton, epicentro del sisma. Sembra che il susseguirsi di due violenti terremoti nel giro di soli cinque mesi abbia piegato la volontà di molti abitanti che, seppure a malincuore, hanno già cominciato a trasferirsi altrove. È stato calcolato che oltre un sesto della popolazione di Christchurch, circa 65.000 persone, hanno già lasciato la città, sia perché terrorizzati dalle continue scosse di assestamento sia per la perdita del posto di lavoro. Non è ancora chiaro, tuttavia, quanto definitive siano queste decisioni. Molti potrebbero ritornare se le promesse di far rinascere la città saranno mantenute. Il ministero del Tesoro neozelandese ha calcolato che i costi materiali del terremoto saranno di circa 15 miliardi di dollari neozelandesi, con una conseguente diminuzione del prodotto interno lordo di almeno l’1,5 per cento. Lo stesso ministero tuttavia prevede che l’anno prossimo la ricostruzione sarà il volano di una forte ripresa economica. Intanto si è fatto intenso il dibattito su come la città sarà ricostruita. Fra le ipotesi considerate, vi è anche quella di restaurare solo i principali edifici storici, attorno a cui costruire edifici moderni dotati di tutte le più recenti tecnologie antisismiche. Vi è chi propone di rifondare una città più estesa con costruzioni basse e di legno anziché di pietra. Qualcuno ha addirittura proposto di trasferire in blocco il centro storico verso altre zone della città. Cercando di infondere ottimismo nei suoi connazionali, il primo ministro John Key ha dichiarato che da questa tragedia potrebbe derivare «un’opportunità unica di creare qualcosa di veramente buono; una città moderna e ben integrata, di alta funzionalità». La tragedia di Christchurch ha suscitato molta commozione anche al di là dello stretto di Tasman. Il presidente della Conferenza episcopale australiana, l’Arcivescovo di Adelaide Philip Edward Wilson ha espresso il cordoglio della Chiesa cattolica con una lettera aperta al vescovo cattolico di Christchurch Barry Philip Jones, che conteneva anche le seguenti parole: «La vicinanza dei nostri Paesi e la solidarietà che ci unisce nei momenti del disastro, ci porta a sentire un enorme dolore per quello che voi state provando. Siete tutti nelle nostre preghiere».

Pierluigi Natalia se l'infanzia diventa un incubo. i parassiti Troika, che hanno rubato la nostra sovranità monetaria ed ora noi siamo diventati gli schiavi di rothschild Spa FMI. aumenta in Grecia il numero dei bambini a rischio povertà. 05 aprile 2014 Il numero di bambini che erano a rischio povertà in Grecia nel 2012 ha superato il mezzo milione: sono 521.000, il 26,9 per cento di tutti i bambini rispetto al 23,7 per cento del 2011. È uno dei dati più rilevanti, e inquietanti, contenuti nel rapporto annuale dal titolo «La condizione dell’infanzia in Grecia 2014. L’impatto della crisi economica sui bambini». Il dossier, diffuso ieri, è stato realizzato dal comitato nazionale greco dell’Unicef in collaborazione con l’università di Atene. Il rapporto evidenzia che — in base ai dati del 2012 — i bambini poveri che vivono in famiglie gravate dalle spese per l’alloggio, ovvero con un costo che superi il 40 per cento del reddito, sono pari al 92,2 per cento. L’86,5 per cento delle famiglie povere non può permettersi nemmeno una settimana di vacanza. La situazione non è rosea nemmeno per le famiglie dei bambini non poveri, come le chiama il rapporto: il 39,3 per cento di questi nuclei ha dichiarato, tra l’altro, l’impossibilità di pagare bollette, rate di prestito o spesa da carta di credito, rispetto al 27,6 per cento nel 2011. STORIA, Loro non ci picchiavano. I gesuiti in Australia all’inizio del Novecento. 04 aprile 2014 Furono pochissime le voci che, alla fine dell’Ottocento, si levarono in Australia per criticare il silenzio dei padri costituenti sugli abitanti originari del Paese. Lo scrive Stefano Girola sottolineando che il dramma degli aborigeni, allora considerati in via di estinzione, venne ignorato nei dibattiti che precedettero l’entrata in vigore della Federazione Australiana e della sua Costituzione nel 1901. Allora l’obiettivo politico predominante era quello della White Australia, dominata dai coloni di origine europea e chiusa all’immigrazione asiatica. Fra coloro che cercarono invano di scuotere le coscienze vi era il fondatore della missione di Nuova Norcia, ossia il vescovo benedettino Rosendo Salvado (1814-1900), di cui si celebra quest’anno il bicentenario dalla nascita. Un’altra voce critica fu quella del gesuita Donald MacKillop, fratello dell’unica santa australiana, Mary of the Cross MacKillop (1842-1909). Le parole che il gesuita affidò a una lettera al quotidiano «Sydney Morning Herald» il 22 dicembre 1892, rilette alla luce della revisione storiografica verificatasi negli ultimi decenni, assumono un carattere profetico: «Questa nostra terra sta marciando verso la grandezza, e molto spesso ci vantiamo che questa grandezza sarà ottenuta senza versare nemmeno una goccia di sangue. Temo che lo storico del futuro racconterà una storia un po’ diversa».

I cento giorni dell'orrore Vent'anni fa incominciava il genocidio in Rwanda. 05 aprile 2014, Il 7 aprile del 1994 cominciarono i cento giorni più feroci della storia del Rwanda e forse di quella dell’umanità intera dopo la fine della seconda guerra mondiale. Per oltre tre mesi si perpetrò una strage sistematica che il mondo non seppe prevedere, né affrontare, né tanto memo fermare. A fare da detonatore all’esplosione di orrore in cui sfociarono decenni di conflitti tra le etnie hutu e tutsi fu un attentato: il giorno prima erano stati uccisi i presidente rwandese, Juvénal Habyarimana, e burundese, Cyprien Ntaryamira, nell’abbattimento del loro aereo che stava atterrando all'aeroporto della capitale rwandese Kigali. Nessuna inchiesta internazionale ha mai accertato chi fossero i responsabili dell’attentato. Ma la violenza dilagò subito, prima nella capitale Kigali e poi nel resto del Rwanda, contro i tutsi e gli hutu moderati. Per cento giorni centinaia di migliaia di donne e di uomini, di vecchi e di bambini furono trucidati in ogni località durante una spaventosa caccia all’uomo. Così come, un anno dopo, fu atroce la vendetta dei tutsi andati al potere. Nel campo di Kibeho, furono trucidati migliaia di hutu, compresi donne e bambini, mentre da Kigali il nuovo Governo rivendicava «il diritto di separare i profughi dagli autori del genocidio». Un aspetto del conflitto tra hutu e tutsi, popolazioni entrambe a grande maggioranza cattolica, non può essere taciuto: quello del coinvolgimento di molti religiosi. Fin dall’inizio il sangue segnò la Chiesa rwandese, spesso con il colore del martirio, ma talora — ed è qualcosa che ancora sconvolge — macchiando mani colpevoli. La comunità internazionale non colse immediatamente la spaventosa portata degli avvenimenti. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu si limitò a sollecitare l’allora Segretario generale, Boutros Boutros-Ghali a «prendere le misure necessarie per assicurare la sicurezza» dei cittadini stranieri in Rwanda. Così come un anno dopo, nel luglio del 1995, i caschi blu francesi dell’Onu si dimostrarono impotenti davanti a un altro genocidio, quello di Srebrenica, in Bosnia ed Erzegovina. «Non dimenticheremo mai che più di 800.000 persone innocenti sono state selvaggiamente uccise. Rendiamo omaggio al coraggio e alla capacità di recupero dei sopravvissuti», ha detto il Segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che il 7 aprile sarà a Kigali per la cerimonia di commemorazione. Ban Ki-moon ha però aggiunto che la battaglia non si ferma qui, perché bisogna continuare ad agire per impedire altri simili orrori, in particolare nella regione dei Grandi Laghi, «dove l’impatto del genocidio si fa ancora sentire». Il Segretario dell'Onu ha ragione: un anniversario serve a fare memoria. Ma una
memoria che non insegni è solo un inutile formalismo.

IL BANCHIERE ROTHSCHILD IL SALAFITA USURAIO FARISEO, è LUI CHE BANCHETTA SULLA DISPERAZIONE DELLA GENTE! ] my JHWH -- e se, loro non erano i criminali? poi, mi avrebbero affrontato su questa pagina! [ Chi fa festa per la guerra, Messa a Santa Marta. 25 febbraio 2014. Scandalizzarsi per i milioni di morti della prima guerra mondiale ha poco senso se non ci si scandalizza anche per i morti nelle tante piccole guerre di oggi. E sono guerre che stanno facendo morire di fame moltissimi bambini nei campi per rifugiati, mentre i mercanti di armi fanno festa. È un appello a non restare indifferenti di fronte ai conflitti che continuano a insanguinare il pianeta quello che il Pontefice ha lanciato nella messa celebrata martedì 25 febbraio nella cappella della Casa Santa Marta. A offrirgli lo spunto sono state le due letture della liturgia, tratte della lettera di Giacomo (4,1-10) e dal Vangelo di Marco (9,30-37). Proprio il passo evangelico, ha spiegato il Papa, ci fa particolarmente riflettere. In esso si racconta che i discepoli «discutevano» e addirittura «litigavano per la strada. E lo facevano per chiarire chi fosse il più grande fra loro: per ambizione». Siccome «uno o due di loro volevano essere più grandi, hanno fatto questa discussione: la lite». Così, ha detto il Pontefice, «il loro
cuore si allontanò». I discepoli avevano «i cuori allontanati» e «quando i cuori si allontanano nasce la guerra». È proprio questa — ha sottolineato — l’essenza della «catechesi che oggi l’apostolo Giacomo ci offre» ponendo questa domanda diretta nella sua lettera: «Fratelli miei, da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi?». Sono parole che «fanno riflettere» per la loro attualità. Infatti, ha fatto notare il Papa, «ogni giorno sui giornali troviamo guerre». E leggiamo che «in questo posto si sono divisi in due» e ci sono stati «cinque morti», in un altro luogo ci sono state altre vittime e così via. Tanto che ormai «i morti sembrano far parte di una contabilità quotidiana». E noi ci «siamo abituati a leggere queste cose». Perciò «se noi avessimo la pazienza di elencare tutte le guerre che in questo momento sono nel mondo, sicuramente riempiremmo vari fogli». Ormai «sembra che lo spirito della guerra si sia impadronito di noi». Così «si fanno atti per commemorare il centenario di quella grande guerra», con «tanti milioni morti», e sono «tutti scandalizzati»; eppure anche oggi avviene «lo stesso: invece di una grande guerra» ci sono «piccole guerre dappertutto». Ci sono «popoli divisi» che «per conservare il proprio interesse si ammazzano, si uccidono fra loro». «Da dove vengono le guerre, liti che sono in mezzo a voi? Non vengono forse dalle vostre passioni che fanno guerra?» si chiede Giacomo. Sì, ha risposto il Papa, la guerra nasce «dentro». Perché «le guerre, l’odio, l’inimicizia non si comprano al mercato. Sono qui, nel cuore». E ha ricordato che «quando, da bambini, con il catechismo ci spiegavano la storia di Caino e Abele, tutti noi eravamo scandalizzati: questo ha ucciso suo fratello, ma non si può capire!». Eppure «oggi tanti milioni si uccidono tra fratelli, fra loro. Ma siamo abituati!». Così «la grande guerra del 1914 ci scandalizza» mentre «questa grande guerra un po’ dappertutto, un po’ — dico — nascosta non ci scandalizza». E intanto «muoiono tanti per un pezzo di terra, per un’ambizione, per un odio, per una gelosia razziale. Muoiono tanti!». «La passione — ha detto ancora il Pontefice — ci porta alla guerra, allo spirito del mondo». Così «abitualmente, davanti a un conflitto, ci troviamo in una situazione curiosa», che ci spinge ad «andare avanti per risolverlo litigando, con un linguaggio di guerra». Dovrebbe invece prevalere «il linguaggio di pace». E quali sono le conseguenze? La risposta del Papa è stata netta: «Pensate ai bambini affamati nei campi dei rifugiati: pensate e a questo soltanto! Questo è il frutto della guerra!». Ma la sua riflessione è andata oltre. E ha aggiunto: «E se volete, pensate ai grandi salotti, alle feste che fanno quelli che sono i padroni delle industrie delle armi, che fabbricano le armi». Le conseguenze della guerra dunque sono, da una parte, «il bambino ammalato, affamato in un campo di rifugiati», e dall’altra «le grandi feste» e la bella vita che fanno i fabbricanti di armi. «Ma cosa succede nel nostro cuore?» si è domandato il Papa riproponendo l’idea di fondo della lettera di Giacomo. «Il consiglio che ci dà l’apostolo — ha detto — è molto semplice: Avvicinatevi a Dio ed egli si avvicinerà a voi». Un consiglio che riguarda ciascuno, perché questo «spirito di guerra che ci allontana da Dio, non è soltanto lontano da noi» ma «è anche a casa nostra». Come dimostrano, per esempio, le tante «famiglie distrutte perché papà e mamma non sono capaci di trovare la strada della pace e preferiscono la guerra, fare causa». Davvero «la guerra distrugge». Da qui l’invito di Papa Francesco a «pregare per la pace». Per quella «pace che sembra diventata soltanto una parola e niente di più». Pregare, dunque, «perché questa parola abbia la capacità di agire». Pregare e seguire l’esortazione dell’apostolo Giacomo a riconoscere «la vostra miseria». È da questa miseria, ha avvertito il Papa, che «vengono le guerre: le guerre nelle famiglie, le guerre nei quartieri, le guerre dappertutto». Le parole di san Giacomo indicano la strada della vera pace. Si legge nella lettera dell’apostolo: «Riconoscete la vostra miseria, fate lutto e piangete; le vostre risa si cambino in lutto e la vostra allergia in tristezza». Parole forti che il Pontefice ha commentato proponendo un esame di coscienza: «Chi di noi ha pianto quando legge un giornale, quando nella tv vede quelle immagini di tanti morti?». Ecco allora, secondo Papa Francesco, ciò che «deve fare oggi — oggi eh, 25 febbraio, oggi! — un cristiano davanti a tante guerre, dappertutto»: deve, come scrive Giacomo, umiliarsi «davanti al Signore»; deve «piangere, fare lutto, umiliarsi». Il Pontefice ha concluso la sua meditazione sulla pace con un’invocazione al Signore perché ci faccia «capire questo» salvandoci «dall’abituarci alle notizie di guerra»

Così fan tutti. Messa a Santa Marta. 17 gennaio 2014. IPOCRISIA, VILTà, EGOISMO, OMICIDI, AVIDITà PREDAZIONE. La «mondanità spirituale» è una tentazione pericolosa perché «ammorbidisce il cuore» con l’egoismo e insinua nei cristiani un «complesso di inferiorità» che li porta a uniformarsi al mondo, ad agire «come fanno tutti» seguendo «la moda più divertente». È un invito a vivere la «docilità spirituale» senza «vendere» la propria identità cristiana quello espresso da Papa Francesco nella messa celebrata venerdì 17 gennaio nella cappella della Casa Santa Marta. Come nei giorni scorsi, per la sua riflessione il Pontefice ha preso spunto dalla lettura liturgica tratta del primo libro di Samuele. «Abbiamo visto — ha spiegato — come il popolo si era allontanato da Dio, aveva perso la conoscenza della parola di Dio: non la sentiva, non la meditava». E «quando non c’è la parola di Dio — ha detto — il posto viene preso da un’altra parola: la parola propria, la parola del proprio egoismo, la parola delle proprie voglie. E anche la parola del mondo». Meditando quanto narrato nel libro di Samuele «abbiamo visto — ha proseguito — come il popolo, allontanato dalla parola di Dio, aveva sofferto quelle sconfitte» che avevano provocato tantissimi morti e lasciato «vedove e orfani». Erano «le sconfitte» di un popolo che «si era allontanato» dalla strada indicata dal Signore. Allontanarsi da Dio, ha notato il Pontefice, significa perciò imboccare una strada che inevitabilmente «porta a quello che abbiamo sentito oggi (1 Samuele 8, 4-7.10-22a): il popolo rigetta Dio. Non solo non sente la parola di Dio, ma lo rigetta» e finisce per dire: «possiamo governarci da noi stessi, siamo liberi e vogliamo andare su questa strada». Samuele, ha proseguito il Papa, «soffre per questo e va dal Signore. E il Signore, con quel buon senso che ha», suggerisce a Samuele: «Ascolta la voce del popolo, qualunque cosa ti dicano, perché non hanno rigettato te, ma hanno rigettato me, perché io non regni più su di loro». In sostanza, ha spiegato il Papa, «il Signore lascia che il popolo continui ad allontanarsi da lui», facendogli fare «esperienza» di cosa significhi questo distacco. «E Samuele — ha detto ancora il Pontefice — prova a convincerli e dice tutte queste cose che abbiamo sentito, che farà il re con loro, con i loro figli, con le loro figlie». Eppure, nonostante gli avvertimenti, «il popolo rifiutò di ascoltare la voce di Samuele» e chiese di avere «un re come giudice». E qui, ha spiegato il Papa, c’è «la frase» decisiva, «la chiave di interpretazione» per comprendere la questione. Risponde infatti il popolo a Samuele: «Saremo anche noi come tutti i popoli». È questo il loro primo pensiero, «la prima proposta: un re che sia “nostro giudice”, come avviene per tutti i popoli». Una richiesta — ha affermato il Pontefice — motivata da un fatto: si erano «dimenticati che loro erano un popolo eletto. Un popolo del Signore. Un popolo scelto con amore, portato avanti dalla mano» di Dio, proprio «come il papà porta il bambino». Hanno «dimenticato tutto questo amore» e vogliono diventare come tutti i popoli. Questo desiderio — ha detto ancora il Papa — «tornerà come tentazione nella storia del popolo eletto. Ricordiamo il tempo dei Maccabei, quando loro hanno negoziato l’appartenenza come popolo eletto per essere come tutti gli altri popoli. È una vera insurrezione. Il popolo si ribella contro il Signore». E questa, ha puntualizzato, «è la porta che si apre verso la mondanità: come fanno tutti. Con i valori che abbiamo ma come fanno loro»; e non invece «come tu che mi hai eletto mi dici di fare». La conseguenza pratica è che «rigettano il Signore dell’amore, rigettano l’elezione. E cercano la strada della mondanità». Certo, ha precisato il Papa, «è vero che il cristiano deve essere normale, come sono normali le persone. Questo lo dice già la Lettera a Diogneto, nei primi tempi della Chiesa. Ma — ha avvertito — ci sono valori che il cristiano non può prendere per sé». Egli infatti «deve ritenere su di sé la parola di Dio che gli dice: tu sei mio figlio, tu sei eletto, io sono con te, io cammino con te». E «la normalità della vita esige dal cristiano fedeltà alla sua elezione». Questa sua elezione non deve mai «venderla per andare verso una uniformità mondana: questa è le tentazione del popolo e anche la nostra». Papa Francesco ha messo in guardia dalla tentazione di dimenticare «la parola di Dio, quello che ci dice il Signore» per rincorrere invece «la parola di moda». E ha commentato: «Anche quella della telenovela è di moda! Prendiamo quella: è più divertente!». Questo atteggiamento di «mondanità», ha precisato, «è più pericoloso perché è più sottile»; mentre «l’apostasia», cioè «proprio il peccato della rottura col Signore», si vede e si riconosce chiaramente. Di più: dire che «saremo anche noi come tutti i popoli» rivela il fatto che essi «si sentivano con un certo complesso di inferiorità per non essere un popolo normale. E la tentazione è lì, è dire: noi sappiamo cosa dovremo fare, che il Signore stia tranquillo a casa sua!».  Quello in fondo era il loro pensiero, che non si discosta «dal racconto del primo peccato», cioè dalla tentazione di prendere la propria strada e di sapere già da soli come «conoscere il bene e il male». «La tentazione — ha scandito il Pontefice — indurisce il cuore. E quando il cuore è duro, quando il cuore non è aperto, la parola di Dio non può entrare». Non a caso Gesù ha detto «a quelli di Emmaus: stolti e tardi di cuore!»; avendo «il cuore duro, non potevano capire la parola di Dio». Proprio «la mondanità ammorbidisce il cuore». Ma gli fa «male». Perché, ha notato il Papa, «non è mai una cosa buona il cuore morbido. Buono è il cuore aperto alla parola di Dio, che la riceve. Come la Madonna che meditava tutte queste cose in cuor suo, dice il Vangelo». Ecco dunque la priorità: «ricevere la parola di Dio per non allontanarsi dell’elezione». «Nella preghiera all’inizio della messa — ha ricordato il Pontefice — abbiamo chiesto la grazia di superare i nostri egoismi», in particolare quello di voler fare la propria volontà. Papa Francesco ha suggerito, in conclusione, di rinnovare al Signore la richiesta di questa grazia. E di invocare anche «la grazia della docilità spirituale, cioè di aprire il cuore alla parola di Dio». Per «non fare come questi nostri fratelli che hanno chiuso il cuore perché si erano allontanati da Dio e da tempo non sentivano e non capivano la parola di Dio». Che «il Signore ci dia la grazia — ha auspicato — di un cuore aperto per ricevere la parola di Dio», per «meditarla sempre» e per «prendere la vera strada»

Dove è vietato pregare Messa a Santa Marta [ king Saudi Arabia --- cazzo, voi avete rovinato il mondo! come è possibile, che, nel 2014 possa esistere questo crimine?
Solo questa può essere la risposta: " massoni, farisei demoni Illuminati FMI Spa, salafiti, hanno il controllo del potere, sul nostro pianeta, voi fatevi da parte! ] VOI IMPEDITE AGLI OCCIDENTALI LA POSSIBILITà DI POTER PREGARE IL LORO DIO.. COME POTETE DIRE QUINDI, " LA CIVILTà OCCIDENTALE è PECCATO?" VOI SIETE IL PECCATO, PERCHé VOI IMPEDITE A NOI DI PREGARE! 04 aprile 2014. Un fenomeno di cui sono vittime quasi due milioni e mezzo di persone e che, secondo recenti stime dell’Organizzazione internazionale del lavoro, porta nelle casse della criminalità ben trentadue miliardi di dollari l’anno. È la tratta delle persone più volte denunciata da Papa Francesco. L’argomento sarà al centro di un appuntamento internazionale che si svolgerà in Vaticano, mercoledì 9 e giovedì 10 aprile prossimi.
Si tratta del secondo convegno internazionale promosso dalla Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles, a cui prenderanno parte — nella Casina Pio IV, sede della Pontificia Accademia delle Scienze — rappresentanti delle forze dell’ordine e autorità ecclesiastiche. Tema dei lavori: «Combattere il traffico umano: Chiesa e rispetto della legge in collaborazione». Le giornate di studio e di riflessione vogliono far conoscere — come ha spiegato il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi — il modello di buona collaborazione tra il Vaticano e le forze dell’ordine per combattere il traffico umano. Vi parteciperanno i capi della polizia provenienti da Italia, Stati Uniti d’America, Regno Unito, Argentina, Canada, Brasile, Albania, Australia, Germania, Ghana, India, Irlanda, Lituania, Nigeria, Filippine, Polonia, Romania, Scozia, Irlanda del nord, Spagna, Slovacchia, Thailandia, oltre ai responsabili dell’Europol e dell’Interpol. Durante i lavori interverranno, tra gli altri, i cardinali Vincent Gerard Nichols, arcivescovo di Westminster, e John Olorunfemi Onaiyekan, arcivescovo di Abuja; rappresentanti delle forze dell’ordine, alcune vittime della tratta, e religiose che si occupano del loro aiuto.  Dove è vietato pregare Messa a Santa Marta [ king Saudi Arabia --- cazzo, voi avete rovinato il mondo! come è possibile, che, nel 2014 possa esistere questo crimine? Solo questa può essere la risposta: " massoni, farisei demoni Illuminati FMI Spa, salafiti, hanno il controllo del potere, sul nostro pianeta, voi fatevi da parte! ] 04 aprile 2014. Oggi i cristiani martiri e perseguitati sono di più che nei primi tempi della Chiesa. Tanto che in alcuni Paesi è vietato persino pregare insieme. È su questa drammatica realtà che Papa Francesco ha centrato la sua meditazione nella messa celebrata venerdì mattina, 4 aprile, nella cappella della Casa Santa Marta. Il brano del libro dalla Sapienza (2,1.12-22), proclamato nella liturgia, rivela «com’è il cuore degli empi, delle persone che si sono allontanate da Dio e si sono impadronite in questo caso della religione». E com’è il loro «atteggiamento nei confronti dei profeti», fino alla persecuzione appunto. Sono persone, ha detto il Pontefice, che sanno benissimo di avere a che fare con un giusto. Tanto che la Scrittura riporta così il loro pensiero: «Tendiamo insidie al giusto, che per noi è d’incomodo e si oppone alle nostre azioni». Tendere insidie, ha spiegato il Papa, significa fare «un lavoro di chiacchiere fra loro, di calunnie». E così diffamano e «preparano un po’ il brodo per distruggere il giusto». Non possono accettare infatti che ci sia un uomo giusto che, afferma l’antico Testamento, «si oppone alle nostre azioni, ci rimprovera le colpe contro le leggi e ci rinfaccia le trasgressioni contro l’educazione ricevuta». Parole che delineano il profilo dei profeti, perseguitati «in tutta la storia della salvezza». Gesù stesso, ha ricordato il Pontefice, «lo disse ai farisei», come narra «quel celebre capitolo 23 di san Matteo che ci farà bene leggere». Gesù è esplicito, «i vostri padri — dice — hanno ucciso i profeti ma voi per togliervi la colpa, per ripulirvi, ai profeti fate un bel sepolcro!». Siamo davanti, ha affermato il Santo Padre, a «una ipocrisia storica». È un fatto che «sempre nella storia della salvezza, nel tempo di Israele e anche nella Chiesa, i profeti sono stati perseguitati». Infatti il profeta è un uomo «che dice: ma voi avete sbagliato strada, tornate alla strada di Dio! Questo è il messaggio di un profeta». Un messaggio che «non fa piacere alle persone che hanno il potere di quella strada sbagliata». Anche Gesù è stato perseguitato. Volevano ucciderlo, come rivela il Vangelo della liturgia (Giovanni 7,1-2.10.25-30). Ed egli certamente «conosceva quale sarebbe stata la sua fine». Le persecuzioni cominciano subito, quando «all’inizio della sua predicazione torna al suo paese, va alla sinagoga e predica». Allora, «subito dopo una grande ammirazione, incominciano» le mormorazioni, come riporta il Vangelo: «Costui sappiamo di dov’è; il Cristo invece, quando verrà, nessuno saprà di dove sia». E tutti si domandano: «Con quale autorità viene a insegnarci? Dove ha studiato?». In una parola, è lo stesso atteggiamento di sempre: «squalificano il Signore, squalificano il profeta per togliere l’autorità». È come dire: «Questo fa miracoli il sabato, ma il sabato non si può lavorare, per questo è un peccatore! Questo mangia, va a pranzo con i peccatori e non è un uomo di Dio!». Così «squalificano Gesù», perché egli «usciva e faceva uscire da quell’ambiente religioso chiuso, da quella gabbia». E «il profeta lotta contro le persone che ingabbiano lo Spirito Santo». Proprio per questo «è perseguitato sempre». I profeti «sono tutti perseguitati, non compresi, lasciati da parte: non gli danno posto». E questa è una realtà che «non è finita con la morte e risurrezione di Gesù» ma «è continuata nella Chiesa». Nella Chiesa infatti ci sono «perseguitati da fuori e perseguitati da dentro». I santi stessi «sono stati perseguitati». Infatti, ha notato il vescovo di Roma, «quando noi leggiamo la vita dei santi» ci troviamo di fronte a tante «incomprensioni e persecuzioni». Perché, essendo profeti, dicevano cose che risultavano «troppo dure». Così «anche tanti pensatori nella Chiesa sono stati perseguitati». E in proposito Papa Francesco ha affermato: «Io penso a uno adesso, in questo momento, non tanto lontano da noi: un uomo di buona volontà, un profeta davvero, che con i suoi libri rimproverava la Chiesa di allontanarsi dalla strada del Signore. Subito è stato chiamato, i suoi libri sono andati all’indice, gli hanno tolto la cattedra e quest’uomo così finisce la sua vita, non tanto tempo fa. È passato il tempo e oggi è beato». Ma come — si potrebbe obiettare — «ieri era un eretico e oggi è beato?». Sì, «ieri quelli che avevano il potere volevano silenziarlo perché non piaceva quello che diceva. Oggi la Chiesa, che grazie a Dio sa pentirsi, dice: no, quest’uomo è buono! Di più, è sulla strada della santità: è un beato». La storia ci testimonia dunque che «tutte le persone che lo Spirito Santo sceglie per dire la verità al popolo di Dio soffrono persecuzioni». E qui il Pontefice ha ricordato «l’ultima delle beatitudini di Gesù: beati voi quando siete perseguitati per il mio nome». Ecco che «Gesù è proprio il modello, l’icona: ha sofferto tanto il Signore, è stato perseguitato»; e così facendo «ha preso tutte le persecuzioni del suo popolo». Ma «ancora oggi i cristiani sono perseguitati» ha avvertito il Papa. Tanto che «oso dire — ha affermato — che forse ci sono tanti o più martiri adesso che nei primi tempi». E sono perseguitati «perché a questa società mondana, a questa società tranquilla che non vuole problemi, dicono la verità e annunciano Gesù Cristo». Davvero «oggi c’è tanta persecuzione». Addirittura oggi in alcune parti «c’è la pena di morte, c’è il carcere per avere il Vangelo a casa, per insegnare il catechismo» ha sottolineato il Papa, confidando poi: «Mi diceva un cattolico di questi Paesi che loro non possono pregare insieme: è vietato! Si può pregare soltanto da solo e nascosto». Se vogliono celebrare l’Eucaristia organizzano «una festa di compleanno, fanno finta di celebrare il compleanno e lì fanno l’Eucaristia prima della festa». E se, come «è successo, vedono che arrivano i poliziotti, subito nascondo tutto, continuano la festa» tra «felicità e tanti auguri»; poi, quando gli agenti «se ne vanno, finiscono l’Eucaristia». Ed è così che «devono fare perché è vietato pregare insieme». Infatti, ha rimarcato il Pontefice, «questa storia di persecuzioni, di non comprensione», è continua «dal tempo dei profeti a oggi». Questo, del resto, è anche «il cammino del Signore, il cammino di quelli che seguono il Signore». Un cammino che «finisce sempre come per il Signore, con una risurrezione, ma passando per la croce». Il Papa ha raccomandato dunque «di non aver paura delle persecuzioni, delle incomprensioni», anche se a causa di esse «sempre si perdono tante cose». Per i cristiani «sempre ci saranno le persecuzioni, le incomprensioni». Ma sono da affrontare con la certezza che «Gesù è il Signore e questa è la sfida e la croce della nostra fede». Così, ha raccomandato il Santo Padre, «quando succede questo, nelle nostre comunità o nel nostro cuore, guardiamo al Signore e pensiamo» al brano del libro dalla Sapienza che parla delle insidie tese dagli empi ai giusti. E ha concluso chiedendo al Signore «la grazia di andare per la sua strada e, se accade, anche con la croce della persecuzione».

Unius kingREI Ieri alle ore 11:33
lettera aperta a tutte le Nazioni, massoni, figli di puttana, satanisti Lega Erdogan, Iran Saudi Arabia criminali Sharia --  scott12ify said: The Father loves the Son and has placed everything in His hands! [ answer ] ma, se, voi fate di voi stessi, i nemici dei cristiani innocenti? è con il cazzo, che Unius REi vi può, salvare.. perché è scritto: " chi si vergognerà di me, anche io mi vergognerò di lui!" .. tuttavia, chi si vuole tenere la sua malata religione o ideologia, anche. questo, è tecnicamente possibile, non è un problema insormontabile, perché Gesù ha detto: " chi non è contro di me, è per me! "
Joseph Centko
04:28
Amen. La fine tiranni, dittatori, che favoriscono il male in tutto il mondo.
Non abbiate paura di parlare la vostra fede nel nome di Gesù, sii gentile,
e sii te stesso, in quanto riflette sugli altri
Amen. An end to tyrants, dictators, who foster evil throughout the world.
Do not be afraid to speak your faith in the name of Jesus, Be gentle,
and be yourself, as it reflects upon others

Fear and loathing in the Jewish state. [ basta, a pagare ad interesse, i nostri soldi a Rothschild per essere diventati i suoi schiavi! perché, questo la torah non lo permette! ] CHE COSA STA SUCCENDO? [ LORENZOJHWH, IL RE DI ISRAELE  è QUì! SCUSATE SE è POCO! ] Peace talks are crumbling and someone must take the blame, but the pundits predict that everyone will pay the price By Ilan Ben Zion April 3, 2014,
US Secretary of State John Kerry at NATO Headquarters in Brussels, Tuesday, April 1, 2014 (photo credit: AFP/POOL/Jacquelyn Martin) Ilan Ben Zion Ilan Ben Zion is a news editor at The Times of Israel. He holds a Masters degree in Diplomacy from … [More] Israeli-Palestinian peace talks
    Benjamin Netanyahu Peace talks are crumbling and the press is trying to examine the crumbs to figure out what exactly is going on. For the time being, the public blame game is the first order of business in most of the papers. But beneath the surface, pessimism reigns and the pundits augur looming disaster. Washington’s frustration at the impasse makes the front page in Haaretz, which reports that the American government was equally disappointed in both sides for letting the efforts to extend peace talks beyond their April 29 expiration date fail. Officials in Washington sent scathing rebukes to both Jerusalem and Ramallah, saying the responsibility for sorting out this crisis was on the two sides, the paper reports. Yedioth Ahronoth assigns equal blame to both parties for the collapse of the peace talks. It writes that while the tripartite Pollard-prisoners-peace talks deal was on the verge of being signed, Israel approved construction of hundreds of units in East Jerusalem’s Gilo neighborhood, then the Palestinians announced their signing onto a number of international agreements.  Israel Hayom glosses over the fact that the Israeli government gave the okay to over 700 apartments in Gilo, instead placing the blame squarely on Palestinian Authority President Mahmoud Abbas. Of all the quotes from Israeli and Palestinian officials, the first it mentions is from an unnamed political source who accuses Abbas of spiking the talks. “Every time a moment of decision arrives, Abbas flees,” the source is quoted saying. According to Israel Hayom pundit Yoav Limor, Abbas was forced by senior members of the PLO to take a harder stance against Israel just before the finish line. “It’s because of what the Palestinians identify as ‘the hour of strength’ to extract concessions,” he says, in light of Israel’s concern regarding the possible outcomes of the peace process failing. What kind of outcomes, you ask? “The immediate concern is of course termination of security [cooperation] with the Palestinians, and as an extension of that, a corresponding rise in violence in the West Bank, and in wider circles — damage to the legitimacy of Israel to the point that will limit its ability to act,” Limor writes. “At the moment the story is political-diplomatic,” he quotes a senior official saying. “If the negotiations should unfortunately collapse, the consequences will principally be security [-related].” Haaretz’s editorial asks Prime Minister Benjamin Netanyahu, now that the talks are on the verge of disintegrating, and “after he threw a spanner in the negotiation works, in the form of the unnecessary demand that the Palestinians recognize Israel as a Jewish state”: Where will he be leading Israel now? American insistence that they have taken the negotiations as far as they can, and that the Israelis and Palestinians must do the rest of the footwork themselves, raises the possibility of the Americans breaking away from the peace process altogether. “A departure by the US from the negotiations will bring an end to a two-state solution, a solution to which Netanyahu committed himself,” the paper says. “Under the current circumstances there is no chance that the two parties will move ahead without American mediation.” The entire discussion about prisoners is idle chatter, writes Aviad Kleinberg in Yedioth Ahronoth. “The only discussion appropriate to have isn’t taking place. Nominally, there are negotiations taking place in the region to reach an agreement; in practice, as members of the Israeli government clarified repeatedly, it’s a bluff. Nobody’s interested in an agreement (nor are the Palestinians, by the way).” He says that the relative peace and quiet enjoyed by Israel at the moment — “our situation has never been better” — is only temporary. “Israel rules over a poor and discontented population that for decades has been denied its human and civil rights and the chance at true national expression,” he warns. “The West’s patience for our settlement industry wanes. It’s cute that Scarlett Johansson isn’t deterred by boycott threats, but many others are, and their numbers are growing.” “In a single moment the relative tranquility can end. A desperate popular uprising, a flare-up of violence over the border, and in a single blow we’ll be forced to use massive force, to kill and be killed,” he warns. Most telling about the papers’ bleak outlook on the faltering peace process, perhaps, are the editorial cartoons featured on Thursday. Yedioth Ahronoth shows Abbas standing alongside two household appliances saying: “Wring and dry” — using terms that also translate as “Extort and hanging out to dry.” US Secretary of State John Kerry and Netanyahu are the ones getting put through the wringer. Haaretz shows a Jewish family at the Passover table celebrating the Seder. Israeli spy Jonathan Pollard, it implies, will still in prison come Passover Eve because of the failure of the deal to extent peace talks. “We’re saving this seat for Jonathan,” a woman tells Elijah the Prophet. Screen capture of Haaretz's editorial cartoon on April 3, 2014. Israel Hayom shows Kerry boarding an American jet and a huge gilt frame –an obvious reference to the now imperiled framework agreement — is broken and in the trash. Read more: Fear and loathing in the Jewish state | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/fear-and-loathing-in-the-jewish-state/#ixzz2xwiWb68e
Follow us:@timesofisrael on Twitter | timesofisrael on Facebook

my JHWH -- this CASO POLLARD? is very very very crazy 666 Nwo, 322 scam IMF, FED Bce, big fuckass fagot Kerry Obama Gender collapse!

[ Obama GENDER, e dove è il problema? la prossima vostra spia CIA? noi gli diamo l'ergastolo, e poi, la scambiamo con Polard!! ] ISRAELE, perché, IL CASO POLLARD LACERA LE ISTITUZIONI? che cosa, i satanisti americani hanno da nascondere, per avere così paura sharia imperialismo? GERUSALEMME. Dopo le prese di posizione estremamente dure, del segretario alla Difesa americano Caspar Weinberger, del ministro della Giustizia, e di alti funzionari a Washington, sulla vicenda di Jonathan Pollard, la spia israeliana condannata all'ergastolo negli Usa, un gruppo di eminenti ebrei americani ha condannato, in termini ancora più severi il reclutamento da parte di Israele, di un agente fra, gli ebrei degli Stati Uniti. Il gruppo ha condannato soprattutto la passività degli israeliani di fronte a questo scandalo, e ha messo in guardia il governo di Gerusalemme, sulle possibili conseguenze della vicenda. William Safire, columnist del New York Times ha scritto: Se, gli israeliani non sono sufficientemente in collera, per riportare i propri dirigenti all'ordine, attireranno sulle loro teste, qualcosa, che, farà felici i loro nemici ( ok, avete dichiarato le vostre vere intenzioni.. e perché, il proverbio dice: " il diavolo fa le pentole, ma non fa i coperchi! ): una riduzione dell'aiuto finanziario americano. Safire ha avvertito che, anche, i più sinceri partigiani di Israele, negli Usa appoggerebbero una enventuale proposta di punire il governo di Gerusalemme, con una sorta di ammenda Pollard ( ok, allora noi ci rivolgiamo alla Russia ed alla Cina! ). William Safire ha scritto, ancora che, gli ebrei americani si sentono doppiamente traditi, in quanto americani massoni, e in quanto ebrei satanisti Spa, dio gufo, perché, lo scandalo Pollard ( quale scandalo?, noi abbiamo ascoltato, e non abbiamo tradito nessuno, e non abbiamo rubato nulla! e se non avevate dei crimini da nascondere contro di noi? poi, non facevate tutto questo chiasso per nulla!  ) provocherà un'ondata di antisemitismo hollywood, negli Stati Uniti. Nel migliore dei casi, gli ebrei saranno sospettati di doppia lealtà, nel peggiore di essere una Quinta colonna CIA Bush 322, il governo ombra di Rothschild. Ormai, prosegue il columnist per quel che riguarda la sicurezza nazionale e la nostra lealtà, verso gli interessi supremi di satana negli Stati Uniti, i dirigenti israeliani faranno bene a vedere in noi, degli americani ebrei massoni NWO, e non degli ebrei americani satanisti Rothschild 666 FMI scam Spa ( really? ). Da parte sua, il rabbino sinagog satana: Kakam, siper Jacob Neuser ha scritto sul Washington Post, una requisitoria, ancora più dura, affermando che, la terra promessa degli ebrei sono gli Stati Uniti 666 e non Israele ( e su quale Bibbia di satana, altare 666, sacrifici umani, lui ha letto questo? ). Gli ebrei ha scritto si sentono meglio, al sicuro, più negli Usa, nelle città sotterrannee, di cannibali di satanisti alieni, area 51, ecc.. chenon, in Israele, perché, lo Stato ebreo, non ha realizzato l'ideale sionista: "per colpa nostra, che abbiamo pianificato una nuova Shoah Olocausto!" ( interessante! ). Il primo ministro israeliano Shamir si tappa le orecchie, e fa finta di non sentire. Negli Stati Uniti non si è registrato il grado di isteria, che, si è impadronito degli israeliani per l'affare Pollard, ha affermato il premier, rifiutando categoricamente, di rispondere alle domande degli inquirenti, per stabilire le responsabilità nella vicenda Pollard. Quello che, si doveva sapere, la congiura LEGA ARABA per sterminare Israele, si è saputo. E quello che, non si è saputo non si saprà, forse ( perché, essere così tassativi categorici? Unius REI sa tutto! ). Non ci sarà mai, un' inchiesta su questo caso ha detto Shamir, alla commissione parlamentare del ministero della Difesa e degli Affari Esteri. Abba Eban, il diplomatico gentiluomo, che, presiede questa commissione, ha perso la calma: Lei ci insulta signor primo ministro. Un'inchiesta avrà senz'altro luogo. La sottocommissione per i servizi segreti indagherà per scoprire la verità. Yitzhak Shamir è rimasto visibilmente sorpreso, dal vedersi attaccare, non solo dai deputati della opposizione di sinistra, e dai deputati laburisti (suoi colleghi di governo) ma, anche, dai deputati del Likud, il suo partito, ai quali si è aggiunto Rafael Eytan, generale della riserva, e deputato del Partito ultra-nazionalista Tehiya. L' argomento ritorna senza posa: se, è vero, come afferma Shamir, che, i responsabili diretti dell'operazione Pollard hanno agito, senza aver ricevuto l'autorizzazione da Gerusalemme, perché, i responsabili non sono stati puniti, e severamente, per aver messo in pericolo i buoni rapporti fra Usa e Israele? Perché, il responsabile dell'operazione e il colonnello Aviem Sella, il controllore di Pollard, sono stati promossi e avanzati nella loro carriera? Se, non sono stati puniti ma, al contrario ricompensati, c'è qualcuno, nelle alte sfere ( si molto alte: JHWH holy), che, li ha protetti, ma chi? [ sono stato io, Unius REI! ] Shamir, Peres e Rabin, il club dei premier, così, li hanno soprannominati, rifiutano di dire, chi è stato, ma, sopratutto respingono l'ipotesi, che, possano essere aperte delle indagini più approfondite sul caso Pollard. I deputati e la stampa, all'unanimità, esigono un'inchiesta approfondita, e indipendente, dal potere occulto di satana NWO- FMI 666 scam farisei talmud, che, faccia luce sulla vicenda, che ha messo in pericolo la nuova era di satana sul mondo babilonia nuova Torre di Babele, e punisca i responsabili, che difendono il genere umano dai mostri cannibli alieni zombies vampiri. Insomma, la Knesset, il parlamento israeliano, e l'opinione pubblica, avanzano le stesse richieste degli Stati Uniti ( really? non mi risulta! ), ma, per delle ragioni interne. Gli israeliani sono stanchi di inghiottire rospi da Bush Kerry e Obama Gender, la trinità di satana Rothschild. Shamir non sapeva nulla dopo il massacro di Sabra e Chatila 11-09; non sapeva nulla dopo lo scandalo dello Shin Beth, cecchini di Maidan; non sapeva nulla, sul ruolo giocato dagli emissari israeliani nell'Irangate, cioè, sterminio cristiiani in Africa e in tutta la LEGA ARABA. Ma, se non sapeva nulla, circa la galassia jihadista in siria, questo significa che non voleva sapere nulla.. di che brutta morte aspettano 6 milioni di israeliani. I giornali 322, 666, massoni bildenberg, congiura, contro, israeliani Olocausto, chiedono che, il principio della responsabilità ministeriale, per degli errori o dei crimini, del governo ombra in USA UE ONU LEGA ARABA, sia applicato anche in Israele, e che si faccia una veloce alleanza con CINA INDIA E RUSSIA. Perché? Perché la formula magica: dei satanisti e streghe poteri satanici, L' hanno fatto in nome della sicurezza nazionale Bildenberg fondo monetario, che, hanno rubato la sovranità monetaria, di congiura massonica, associazioni segrete, per sterminare tutti i popoli del mondo!, di cui i dirigenti israeliani hanno fatto uso e abuso, avendo preteso, di uscire fuori da tutta questa merda di satana, che, ora non fa più presa. Perchè, se i cittadini d'Israele accettarono un Ben Gurion, padre della nazione, gli israeliani degli anni 80, non accettano più i dirigenti di oggi, se continuano ad essre farisei massoni e satanisti, come USA ed UE. Oggi, la loro autorità è contestata, con la falsa stella di Rothschild sulla bandiera di Israele truffa.. e offrono poche garanzie circa la loro sopravvivenza, ma, soprattutto, il governo mondiale, non gode, più nessun rispetto accordato ai loro predecessori, per 50 anni di fallimenti e di distruzioni diritti umani in Onu nazi, per il califfato mondiale sharia. dal nostro corrispondente AVIGDOR LIVNI, 12 marzo 1987, 12 sez. POLITICA ESTERA per imminente attacco nucleare preventivo, amen