BRUTALE DEMOCRAZIA MERKEL TROIKA

nessuno DELLE PSEUDO DEMOCRAZIE MASSONICHE DEL SIGNORAGGIO BANCARIO RUBATO DA ROTHSCHILD, SI PROCCUPA DELLA TRAGEDIA UMANITARIA! QUESTA è TUTTA LA BRUTALE DEMOCRAZIA CHE LA MERKEL TROIKA CONOSCE! ] Slavyansk, morto un bambino a causa dei bombardamenti dell'esercito ucraino. Nei bombardamenti di Slavyansk uno dei proiettili ha colpito una antica abitazione del 19° secolo, dove viveva un bambino in tenera età. Il minore è morto, lo ha riferito il locale Consiglio Comunale. Altri proiettili hanno colpito la cupola della chiesa nel centro della città con conseguente incendio.
Secondo il Consiglio Comunale solo nell'ultima notte, a Slavyansk sono state uccise cinque persone fra civili e miliziani. Fra i danni subiti, una delle stazioni di servizio di Slavyansk è esplosa dopo essere stata colpita da un colpo di mortaio.
due osservatori dell'OSCE arrestati in Ucraina orientale si trovano nella città di Sievierodonetsk. Lo ha detto uno dei Leader dell'autoproclamatasi Repubblica Popolare del Donetsk, Andrey Purgin. Purgin ha spiegato che i rappresentanti della missione rappresentano la garanzia che la città non sia attaccata o bombardata dall'esercito ucraino. Il Segretario Generale dell'OSCE, Lamberto Zannier, ha detto precedentemente che gli osservatori fermati in Ucraina sono vivi e stanno bene. Le truppe ucraine nella notte di domenica hanno nuovamente bombardato il villaggio di Semenovka, nei pressi di Slavyansk. Secondo la milizia del popolo nei bombardamenti sono stati utilizzati i lanciarazzi multipli "Grad". In precedenza l'esercito ucraino aveva utilizzato obici semoventi. Il vice Primo Ministro della Repubblica Popolare del Donetsk, Andrey Purgin, ha già riferito che i residenti di Semenovka hanno lasciato le loro case. L'esercito ucraino ha bombardato centro di Slavyansk, lo ha detto il portavoce del Sindaco del popolo Stella Khorosheva. Ha dichiarato che uno dei proiettili è esploso vicino all'edificio del comitato esecutivo. Informazioni su vittime e feriti non sono ancora disponibili. 
I militari ucraini hanno usato obici e mortai semoventi Tulip. A Slavyansk sono state segnalate interruzioni alle comunicazioni mobili. Ci sono seri problemi con l'acqua potabile che è disponibile solo a coloro che hanno hanno pozzi. Inoltre nella maggior parte della città non c'è elettricità. L'esercito ucraino di notte bersaglia la città con razzi.

[THIS IS WHY I PHARISEES Bildenberg, ROTHSCHILD ILLUMINATI, 322 SPA IMF, NWO, WE ARE DOING INVADE, BY ISLAMIC, to be able to REMOVE THE DEMOCRATIC RIGHTS TO ALL, DEFINITELY! ][ ECCO PERCHé I FARISEI BILDENBERG CI STANO FACENDO INVADERE DAGLI ISLAMICI, PER POTERCI TOGLIERE LE PREROGATIVE DEMOCRATICHE A TUTTI, DEFINITIVAMENTE! ] London Muslim Patrol aims impose Sharia law
Malak The Atheist JMan 30 minuti fa. Islam is not a religion of peace!  It is time to open your eyes and see the true intentions of Muslims following Islam. 
Video is not the best quality but you can see what is going on.  This is happening in London and all over Europe and if something is not done soon, we will loose all our freedoms.  If you want to keep your freedom you need to find a way to legally fight this oppression that is happening where ever Muslims go. Video Length 3:37
Wilko Lunenburg 10 minuti fa.  They managed to get themselves a new name in the Netherlands: "haatbaarden"  with translates into "hate beards". It is easy to see why.
London Muslim Patrol aims impose Sharia law
Malak The Atheist JMan 30 minuti fa. L'Islam non è una religione di pace! E 'ora di aprire gli occhi e vedere le vere intenzioni dei musulmani seguenti dell'Islam.
Il video non è la migliore qualità, ma si può vedere cosa sta succedendo. Questo sta accadendo a Londra e in tutta Europa e se qualcosa non è fatto presto, ci perderemo tutte le nostre libertà. Se volete mantenere la vostra libertà è necessario trovare un modo per combattere legalmente questa oppressione che sta accadendo in cui i musulmani mai andare. Lunghezza video 03:37 ] Wilko Lunenburg 10 minuti fa. Sono riusciti a farsi un nome nuovo in Olanda: "haatbaarden" con traduce in "barbe odio". E 'facile capire perché. /watch?v=x_NP3o9b2Ng&feature=gp-n-o

Benjamin Netanyahu -  tu devi sapere che, per il nostro popolo degli ebrei, due giorni fa, io ho pianto di commozione sull'ultimo capitolo del profeta OSEA, dove Dio mi dichiarava, i suoi sentimenti per il popolo degli ebrei.. ciao

Benjamin Netanyahu --- Teresa Musco ( è morta a Benevento agosto 1976 ed, io avevo 16 anni, lei era troppo malata, ed infatti, poco dopo morì, tuttavia, lei si affacciò alla finestra e mi guardò come se qualcuno la guidava a cercare qualcos di particolare, ma, lei guardava tra tutti, proprio me.. questo meravigliò i presenti, perché, lei era una persona molto discreta! ) Teresa Musco, morta nel 1976 all'etá emblematica di trentatré anni, é una grande mistica cattolica dell’età contemporanea che si è offerta come anima vittima in riparazione dei peccati dell’umanità..  Teresa nacque il 7 giugno 1943 in una povera casa a Caiazzo in provincia di Caserta.

ADORAZIONE DEL SS. SACRAMENTO, con Suor Faustina ] LETTERA IV, IL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL’ALTARE, Gesù, confido in Te!
06. 08 1942. Carissime Sorelle in Cristo, Visitando otto anni fa la Terra Santa, sono rimasto particolarmente impressionato dalla vista, sul Monte Tabor, del luogo della Trasfigurazione del Signore. Il Signore Gesù, consapevole dell’avvicinarsi della Sua passione, volle consolidare nella fede nella sua divinità gli apostoli prescelti (Pietro, Giacemmo e Giovani) e si manifestò loro in tutto lo splendore della Sua gloria e della maestà. Offrendo in quel luogo a Dio il sacrificio incruento, mi sono ricordato, o meglio, mi sono reso conto che il Cristo Signore fa il miracolo della Trasfigurazione ogni giorno, non solo davanti agli Apostoli prescelti, ma davanti a tutti i presenti, in tutti i nostri santi templi, durante la santa messa, ove, benché non manifesti apertamente lo splendore della Sua gloria e maestà, operando la transustanziazione del pane in carne e del vino in sangue, risveglia la nostra fede agli stessi sentimenti che ebbero gli apostoli sul Monte Tabor. Il santissimo sacramento è la manifestazione dell’illimitata misericordia di Dio. La misericordia di Dio consiste nel rivolgersi del creatore alle creature, allo scopo di farle uscire dalle miserie e cancellare le mancanze. Ebbene, nel santissimo sacramento dell’altare, la parola eterna, “per la quale tutto si è fatto”, non solo si rivolge, ma si offre come dono perfetto alla gente, donandosi continuamente con la Sua somma saggezza, potenza e generosità. “Prendete e mangiatene, questo è la mia carne” – dice il Salvatore. Com’è straordinaria questa espressione! Nutrirsi di Dio, incarnare in sé Dio, diventare il tabernacolo vivente di Dio, ricevere il corpo di Gesù, il quale morì sulla croce, giacque nella tomba, salì al cielo, siede alla destra del Padre, ove è la gioia degli angeli, la gloria del cielo, lo stupore degli spiriti benedetti. Assieme al corpo c’è il sangue, l’anima e la divinità, che ne sono inseparabili. “Fate questo in memoria di me” – cioè prendete il pane, dite come dico io: “Questo è il mio corpo” e, in quel momento, il pane diventerà il Mio corpo sulle mani di tutti i sacerdoti senza eccezione, perché la potenza delle Mie parole non dipende dai meriti di colui che le pronuncia. Questo sarà il Mio corpo per tutti i secoli, in tutti i luoghi, Mi moltiplicherò su milioni di altari, in miliardi di ostie e particelle, però in ognuna rimarrò intero, vivo, presente con umanità e divinità. Come si può estrinsecare la perfezione di quel dono misericordioso, come paragonarlo con qualunque altro? Gli altri doni di Dio, anche tutti i sacramenti trapassano, ma il santissimo sacramento è un dono continuo che dura in ogni momento, sia di notte sia di giorno, fino alla fine dei tempi. Egli rimane con noi pronto ad ascoltarci, continua ad intercedere per noi presso al Padre celeste, a contemplare le Sue perfezioni, a lodarle, si umilia nel nostro nome per dare gloria a Dio, continua a ringraziare nel nostro nome, implora il perdono dei nostri peccati, ricompensa e rende soddisfazione, incessantemente si offre come il nostro mediatore davanti
al Padre celeste, per allontanare il colpo della giustizia ed ottenere la misericordia. Quando il nostro emisfero è sommerso nel sonno, nell’altro emisfero i sacerdoti tengono in mano l’olocausto per i peccati del mondo. In tal modo il nostro mediatore è continuamente sospeso tra il cielo e la terra dinanzi al Padre celeste, coprendo il mondo peccaminoso con le sue piaghe come lo vide suor Faustina in un’estasi. Noi lo dimentichiamo, Egli non cessa di ricordarsi di noi; noi lo offendiamo, Egli persiste ad offrirsi per noi; noi lo attristiamo, Egli ci consola; noi cadiamo sotto i colpi delle tentazioni, Egli continua ad alzarci, ci fortifica e ci chiama: “Venite da me che siete affaticati ed oppressi ed io vi darò sollievo”. Possiamo, perciò, arguire che il Santissimo Sacramento è un dono continuo della misericordia; che il nostro cuore sarebbe duro, se non si spronasse all’amore ed alla gratitudine sempre più grande verso Gesù, nostro Signore e la santa comunione, ricevuta in maniera sempre più dignitosa. Ella è un tesoro infinito di grazie che possiamo ricavare ininterrottamente senza mai diminuire, con cui possiamo ripagare i nostri debiti e soddisfare le nostre necessità e quelle del mondo intero.

ADORAZIONE DEL SS. SACRAMENTO, con Suor Faustina ] LETTERA IV, IL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL’ALTARE, La misericordiosa offerta da Cristo, nostro Signore alla gente, nel santissimo sacramento, è la manifestazione della saggezza, della potenza e della generosità divina. La saggezza sta nel trovare il fine adeguato ed i mezzi che consistono in tutto ciò che troviamo nel sacramento dell’Altare. Il Signore Gesù è tornato al Padre, però non ci abbandona, ha nascosto il suo splendore sotto il velo eucaristico, donandoci la possibilità di esercitarci con fede in ciò che non vediamo, ci insegna, indossando su di Sè la semplice forma del pane, la semplicità e la modestia nel modo di vestirci, ci insegna l’umiltà, la vita nascosta, il distacco dal mondo, il sacrificio e il rinnegamento della propria volontà, nell’obbedienza, il rinnegamento dei beni materiali, nella povertà; ricevendoLo sotto la forma di nutrimento, c’incoraggia ed esercita non solo a rimanere strettamente uniti a Lui, ma a lasciarci costantemente trasformare e edificare. La saggezza eterna ci ha preparato una lezione esplicita sulla misericordia di Dio, che continua a persistere, a rialzare l’uomo volto a partecipare alla vita divina ed all’unione sempre più stretta col Redentore.           
La potenza divina si manifesta nei miracoli che si ripetono continuamente nel santissimo sacramento: il miracolo della trasfigurazione del pane nell’essenza del corpo di Cristo e del vino nell’essenza del Suo sangue, il miracolo della presenza Sua sugli altari, senza cessare di rimanere nel cielo, il miracolo della Sua presenza in ogni particola, anzi, in ogni particella, il miracolo della forma del pane e del vino che mantengono il proprio gusto e colore, il miracolo che tutto ciò succede dopo che il sacerdote ha pronunciato sull’altare le parole di consacrazione.
Sant’Agostino, riflettendo sulla potenza divina che si manifesta nel sacramento dell’altare, escalmò: “Iddio, benché Tu fossi il più saggio, non potresti fare niente di migliore; sebbene Tu fossi onnipotente, non potresti fare niente di più perfetto; ancorché Tu fossi il più ricco, non avresti niente di più prezioso che il Santissimo Sacramento”. San Giovanni apostolo, nel suo Vangelo, fin dall’inizio, parla della Parola Eterna, che si fece carne e venne ad abitare in mezzo noi e, cominciando il racconto dell’Ultima Cena, in cui fu instaurato il Santissimo Sacramento, innanzitutto ricorda che Dio  Padre aveva dato, nelle mani del Figlio, ogni potenza e forza.
Riconosciamo la generosità di uno che ci ama dal dono offertoci, particolarmente quando non c’è dovuto e quando non aspettiamo niente da costui. Da Gesù nostro Signore non c’è dovuto niente; nonostante ciò, Egli ci dona non solo le grazie, ma se stesso. Ci si dona in un modo che rovescia tutte le leggi della natura, tramite i miracoli più straordinari, umiliandosi per la sua misericordia, sopportando disonore, insulto, sacrilegio, come risulta dal giorno in cui ha stabilito il santissimo sacramento. Che cosa aspettava? Sapeva che dalla gran parte della gente avrebbe ottenuto indifferenza, tiepidezza, abbandono, talvolta le peggiori insolenze e bestemmie. Malgrado ciò lo accettò per la sua misericordia. Mediante il sacramento dell’altare, continua a mantenersi la relazione tra il cielo ed il purgatorio. Per un verso il Salvatore, nell’offerta della santa messa, si dona al Padre celeste per l’umanità, per alto verso il Padre celeste ci dona il Suo Figlio nella santa comunione, la cui l’efficacia si stende su vivi e morti. Ai vivi dà forza, consolazione e gioia, alle anime sofferenti nel purgatorio, tramite le nostre preghiere, dà sollievo, li addolcisce nelle sofferenza. L’esperienza ci convince
di questa verità. L’anima che vede che Dio le si dona per prima, sente come la cosa giusta donarsi a Lui completamente. Non solo lo desidera, ma è piena di buona volontà e di santo zelo che la trasformano, che le fanno trovare la gioia, nei sacrifici, e la forza, per superare gli ostacoli.
Il Sacramento dell’Altare non solo rialza l’anima, ma anche indebolisce il nemico, perché come dicono i Padri del Concilio di Trento, indebolisce il fuoco della passione e decresce l’impulso della carne. Oh, quale tristezza ci sarebbe stata senza il santissimo sacramento! Nelle Chiese niente  avrebbe parlato al nostro cuore (come si vede nelle chiese protestanti). Il mondo sarebbe stato un esilio senza la consolazione nelle sofferenze, senza la luce nelle tenebre e senza consiglio nei dubbi. Il santissimo sacramento, invece, cambia tutto in gioia: le chiese diventano il paradiso, ove si può pregustare la patria ed ove si può inneggiare con il salmista: “Quanto sono amabili le tue dimore, \ Signore degli eserciti! \ Il mio cuore e la mia carne \ esultano nel Dio vivente.” (Sal 84, 2.3b)
Come siamo felici malgrado le calamità dell’ambiente.
Come siamo sicuri, nonostante i pericoli. Come siamo ricchi, anche se la miseria ci circonda! Come siamo forti, malgrado l’enormità dei nemic!
Come siamo gioiosi, a dispetto del fiume di lacrime! Come sono straordinarie la gloria e grandezza in noi, nonostante l’umiliazione e il disprezzo. Dio ci rende onore, scendendo dalla dimora della Sua gloria per poterci visitare ed esserci compagno nel nostro pellegrinaggio.

Per Sua misericordia, ogni giorno si ripetono questa discesa e visita Sua in tutti i templi: anche adesso, in vari posti, Egli si fa  quasi prigioniero solitario perché possiamo avere facile acceso a Lui, perché Egli possa ascoltare le nostre richieste. Quale questa gloria è per noi! Tramite il santissimo sacramento si realizza la comunione dei santi sulla terra, nel cielo e nel purgatorio. Come due misure equivalenti ad una terza sono uguali tra di loro, così tutte le anime che ricevono lo stesso corpo del Salvatore nell’unico amore di un solo sposo, si uniscono strettamente, nonostante lo spazio terreno ed il diverso stato di vita dopo la morte. In Lui ci uniamo con i santi nel cielo, da cui otteniamo aiuto. In Lui ci uniamo anche con le anime del purgatorio ed a loro assicuriamo consolazione e refrigerio. “Per ipsum, cum ipso, et in ipso” – per Cristo, con Cristo ed in Cristo si realizza la comunione dei santi come professiamo nel nostro Credo. I santi nel cielo gioiscono soprattutto per l’umanità di Cristo, sempre presente anche nel santissimo sacramento, per il Suo dolcissimo volto, sorgente di ogni loro bellezza, bontà e felicità, per il Suo cuore, la cui la misericordia essi hanno sperimentato su di sé. Gioiscono delle Sue ferite, attraverso le quali leggono con quale prezzo sono stati ripagati i loro tradimenti. Come un naufrago sopravvissuto, quando già nel porto, con gioia e gratitudine, rinfrancato dal timore dei pericoli passatiti, si stringe ai piedi di colui che si è gettato nella corrente per salvarlo,  con lo stesso trasporto essi inneggiano quegli inni di ringraziamento che Giovanni sentì e scrisse nell’Apocalisse: “A Colui che siede sul trono e all’Agnello lode, onore, gloria e potenza, nei secoli dei secoli” (Ap 5, 13) “(…) perché sei stato immolato e hai riscattato per Dio con il tuo sangue uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione e li hai costituiti per il nostro Dio un regno di sacerdoti e regneranno sopra la terra.” (Ap 5, 9). Anche noi sulla terra gioiamo della presenza del Cristo-Uomo sui nostri altari e, pur non vedendoLo direttamente, grazie alla fede, vi ritroviamo i Suoi tratti con le perfezioni divino-umane e, tramite Lui, ci uniamo ai santi nel cielo e alle anime che del purgatorio, sotto la sua giustizia, e intercediamo per loro alla Sua misericordia. Nel santissimo sacramento veniamo continuamente innondati dalla misericordia di Dio. Ciò ci obbliga a rispettarLo e amarLo, a fare la santa comunione di frequente ed in modo degno, a visitarLo nella Chiesa. “Quanto è terribile questo luogo!” (Gn 28, 17) disse Giaccone, dopo essersi svegliato dal sonno in cui aveva visto la scala che univa la terra al cielo. Tanto più può rispettare queste parole un cristiano credente di fronte al tabernacolo, in cui viene conservato il santissimo sacramento. “Questa è proprio la casa di Dio” (Gn 28, 17), cui si deve la somma gloria. Quanto più il Signor Gesù si umilia nel santissimo sacramento, tanto più dobbiamo renderGli onore. Il Padre celeste ce ne diede esempio, quando fece scendere gli angeli verso la mangiatoia del figlio, perché onorassero il re dei re e perché annunziassero la Sua gloria a quanti abitavano nelle vicinanze. Sulle rive del Giordano aprì il cielo e rese testimonianza ai peccatori del Suo amatissimo figlio, di cui si era compiaciuto. Quando la malizia umana Lo inchiodò in croce e Lo coprì di sommo disprezzo, il Padre celeste fece oscurare tutta la terra, resuscitare i morti, mentre un terremoto  spezzava le rocce. Questo ci spiega quanto grande dovrebbe essere il nostro amore nei confronti del Signore Gesù, che si è umiliato nel santissimo sacramento, perché lì davvero si è voluto umiliare. Nella mangiatoia almeno aveva la forma di un neonato, sulla croce conservava la forma umana, invece qui non ha più niente di simile all’uomo e tanto meno a Dio. Agli occhi umani ha una forma poco pregevole, in cui, comunque, è nascosto un raggio della stessa grandezza che illuminò Mosè sul Monte Sinai ed i discepoli sul Monte Tabor. Questa particola sulla patena contiene Dio infinito, che i cieli non sono in grado di racchiudere in se stessi. Quanto grande è la Sua umiliazione, per cui tante anime pie, tra cui suor Faustina, videro gli eserciti degli angeli rendere onore senza sosta al re dei cieli, ivi nascosto, come san Giovanni Evangelista quando vide ventiquattro vegliardi con quattro esseri viventi di fronte al trono (Apocalisse 4 e 5.6)! Tutto questo ci fa capire quale dovrebbe essere il nostro rispetto nei confronti del santissimo sacramento. Qui, davanti al quale tutto il cielo trema e Gli rende onore, possiamo noi stare con la mente dispersa ed il cuore indifferente, con un vestito inadeguato e futile?. Non siamo soltanto i servi del Signore, ma anche debitori di fronte al giudice, creature di fronte al creatore. Noi siamo polvere e cenere della terra. Perciò santa Teresa di frequente ripeteva in monastero: “Mie sorelle, dovreste essere di fronte al Santissimo Sacramento come le anime benedette nel cielo”. Suor Faustina, invece, di fronte al santissimo sacramento sempre, quando nessuno la guardava, rimaneva in ginocchio con le mani incrociate. Da un tale rispetto esteriore sgorga l’effusione della pietà interiore, perché un atteggiamento esteriore influisce sul raccoglimento, e Dio lo ripaga subito e rende in sovrabbondanza all’anima la grazia della pietà e dello zelo. Da un tale rispetto deriva anche l’insegnamento necessario al prossimo, un certo tipo di apostolato verso coloro che ci osservano. All’opposto la mancanza di rispetto in chiesa o cappella, troppa libertà, sussurrio raffreddano ed inibiscono la pietà negli altri e, in certi casi, causano titubanza nella fede.
Il nostro secondo obbligo verso il santissimo sacramento è l’amore nei confronti di Gesù Cristo, ivi  presente. Molte le ragioni. Lì è presente il padre della misericordia, Dio, degno d’amore tanto sulla terra quanto in cielo, ove gli angeli ed i santi, proprio nell’amarLo, trovano la più grande felicità. Lì è presente Dio, per la Sua misericordia, quale gli angeli non hanno sperimentato su loro stessi, come noi, per Sua misericordia. La riflessione su questo è il mezzo migliore per risvegliare l’amore. Lì è presente Dio-Uomo, il più bello ed il più perfetto tra i figli dell’uomo. Questa presenza di Cristo tra gli uomini ha, per alcuni aspetti, di più ragione di essere che quella in cielo. Perché nel cielo non viene umiliato, si trova al Suo posto, all’apice della gloria, che riceve dagli angeli e dai santi per i quali, come ho già detto, la sua umanità è fonte di felicità permette inesprimibile. Qui per sua misericordia discende dall’alto, si dona ai peccatori, che non lo amano, di parlare con Lui, di riceverLo, pur esposto a disprezzo, ingiuria e sacrilegio. Nel cielo è come il re sul suo trono, invece qui si fa la vittima per i peccatori,  per i servi che si sono ribellati; si fa il mediatore che implora la misericordia e li protegge dalle pene divine. Oh, come siamo poco o niente riconoscenti, se non siamo pieni d’amore verso il nascosto prigioniero eucaristico, a cui ci abituiamo e che totalmente dimentichiamo! Per questo bisogna esaminare il proprio comportamento ed imitare Santa Maria Maddalena de Pazzi, Santa Catterina di Siena, Santa Teresa e gli altri cuori giusti che avevano un grande amore verso il santissimo sacramento.
L’amore dovrebbe dare un valore ad ogni momento che possiamo trascorrere in adorazione
in chiesa oppure almeno col pensiero volto al santissimo sacramento, durante il lavoro. L’amore ci spinge a fare un’ora santa, durante la giornata o almeno per settimana, dove offrire tutte le nostre azioni (preghiere, impegni, passatempi) al prigioniero eucaristico, in espiazione dei peccati. L’amore fa sì che, nonostante i lavori più impegnativi, l’anima si unisca a Lui con le giaculatorie. Gli offre le sue sofferenze, umiliazioni, difficoltà e pesi. Prima di tutto l’amore ci prepara ad ascoltare degnamente la santa messa, durante la quale viene celebrata l’eucarestia e si compie quella meravigliosa trasfigurazione che ci spinge alla nostra trasfigurazione interiore, ad estirpare i vizi, le imperfezioni e tanto di più i peccati e ad innestare e praticare le virtù che sono necessarie, anzi indispensabili a rinnovare l’immagine e la somiglianza divina. Lo potremo fare esclusivamente in unione con Cristo Signore, se Lo riceviamo spesso e devotamente nella santa comunione. Il terzo obbligo nostro verso il santissimo sacramento comporta l’impegno a una frequente
e degna comunione, che è un mezzo salvifico sia per l’ anima sia per il corpo. Anche se il peccato originale viene tolto con il santo battesimo e i peccati commessi col sacramento della penitenza, nella natura umana rimangono le ferite dell’ignoranza, la ferita della debolezza e dell’inclinazione al male della volontà, le ferite della concupiscenza carnale, dei desideri e del disordine in tutta la natura, in cui non c’è più armonia tra le facoltà spirituali e corporali: le facoltà corporali disobbediscono alle facoltà spirituali, le quali, a loro volta, disobbediscono alla volontà divina. Nessuno con i propri sforzi è in grado di far ritornare tale armonia. Soltanto la cura divina, che agisce piano piano, come un rimedio, può arrivare a tal fine. Tale cura sta nel ricevere frequentemente la santa comunione, perciò il Signor Gesù disse: “Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Chi mangia di questo pane vivrà in eterno”, vivrà qui, sulla terra, una vita piena, armoniosa, divino-umana e, dopo la morte, nella gloria eterna. “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue, anche se muore, vivrà in eterno”. Tramite la santa comunione ci uniamo in modo il più stretto possibile con il Signor Gesù – Dio abita in noi e noi in Lui, noi ci trasformiamo in Lui fino a diventare, si può dire, un solo corpo ed un solo sangue. Colui che Lo riceve degnamente è come un altro Cristo; non perché Cristo si sia trasformato in noi, ma perché noi ci trasformiamo in Lui. RicevendoLo di frequente, ci rendiamo conto che non è accettabile che la nostra lingua, su cui si poserà il corpo di Gesù, sparli oppure dica parole senza pensare; che il nostro corpo, che sarà il vivo ciborio del santissimo sacramento, sia inquinato dalla lussuria anche se minima; che il cuore, che diventerà dimora divina, abbia accesso a ciò che non è santo e puro. Perciò si capisce che la santa comunione smorza le concupiscenze, estingue il fuoco del desiderio e così guarisce la nostra impotenza spirituale. La donna che soffriva di emorragia era sicura che sarebbe stata guarita dopo aver toccato il lembo del mantello del Salvatore. Quanto di più coloro che non solo ne toccano la veste, ma decorosamente ricevono il Corpo ed il Sangue del Signor Gesù. Le parole sono inadeguate e inefficaci, bisogna vivere e sperimentare i benefici del frumento degli eletti e del vino che dà la vita alle vergini, come dice l’autore ispirato: “Chi  mangia di me, vivrà per me”. Ciò significa che la sua vita non sarà più la vita né terrena, né carnale, ma la vita di Cristo Gesù; ne imiterà umiltà, purezza, obbedienza, mitezza, povertà e pazienza. Potrà ripetere con l’Apostolo Paolo: “Non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me”. San Brnardo, invece, dice: “Se sperimenti meno rabbia, invidia, impurità e le altre ingiurie, ringrazia di tutto ciò il Santissimo Corpo di Cristo Gesù”. Per ottenere buoni effetti, bisogna ricevere il santissimo sacramento degnamente. Soprattutto bisogna prepararsi bene, sia per il Signore sia per noi stessi; per il Signore, perché stiamo per ricevere il re dei re, per noi stessi invece, perché la comunione, senza preparazione, è causa di condanna. Non è possibile leggere senza tremore la parabola evangelica sul commensale al banchetto nuziale, che, privo dell’abito nuziale, fu gettato fuori, con le mani e i piedi legati, nelle tenebre, ove è pianto e stridore di denti. Questo abito nuziale è, per noi, la grazia santificante, cioè la libertà dal peccato mortale e l’intenzione pura. I peccati veniali, che senza la grazia particolare non si possono evitare, non sono in sé un ostacolo, perché il Signor Gesù li toglie con la Sua presenza. Se non sono volontari, commessi con consapevolezza e volontà cattiva (per esempio l’attaccamento alle creature dovuto dalle occasioni liberamente scelte, le piccole rabbie, maldicenze ecc.), possono talvolta costituire un ostacolo che almeno abbassa se non toglie addirittura gli effetti buoni della santa comunione. Bisogna, allora, prendere su serio quel grande pensiero: “Mi preparerò alla santa comunione e perciò durante questa preparazione decido di compiere devotamente tutte le mie azioni di sera, di notte e di mattino; occorre compiere di frequente atti d’amore verso Dio e chiedere se stessi chi è Colui che verrà a me e perché  lo farà? Chi sono io?”. Alla fine bisogna risvegliare in sé il desiderio di ricevere il Signore Gesù e, quando non lo sentiamo, chiedere questa grazia, offrendo in cambio l’atteggiamento della Santissima Vergine e di tutti i santi. Ricevendo la santa comunione, bisogna risvegliare l’ atto di fede, di speranza e carità, dolore, desiderio ed avvicinarsi con la grandissima umiltà, piena di rispetto, ripetere, non solo con e labbra ma con attenzione, le parole del centurione oppure quelle del figlio prodigo: “Ho peccato contro il Cielo e contro di te, non sono più degno di essere chiamato tuo figlio” (Lc 15, 19). L’amore pieno di fiducia sarà il coronamento della preparazione ed accompagnerà lo stesso atto. Talvolta non sperimentiamo tale amore, allora possiamo chiederlo con fiducia: “Gesù, confido in Te” Tuttavia l’amore di Dio non sta nel sentimento, ma si racchiude nella volontà e nella disponibilità a servirLo e dedicarsi totalmente a Lui. Subito dopo la santa comunione, evitiamo di parlare e, nel raccoglimento, ascoltiamo ciò che ci dice Gesù Cristo in un momento così prezioso e seguiamo il movimento della grazia. Dopo risvegliamo in noi l’atto di adorazione, di meraviglia e amore. Umiliamoci di fronte all’infinita grandezza del Salvatore, offriamo lode agli angeli e ai santi per completare i nostri onori indegni. Restiamo affascinati dalla misericordia di Dio che si abbassa alla miseria della creatura. Desideriamo appartenere solo a Gesù, rinneghiamo tutto ciò che è terreno. Successivamente manifestiamoo un atto di ringraziamento per quell’inesprimibile misericordia e supplichiamo lo stesso Salvatore affinché ringrazi il Padre celeste da parte nostra, che siamo indegni. Chiediamo con semplicità e fiducia, presentiamo a Lui sinceramente le nostre miserie e le varie mancanze, le necessità del prossimo, dei compatriotti dispersi nel mondo intero e dei sofferenti, le necessità dei  nemici e alla fine quelle di tutto il mondo. Questo è un momento in cui possiamo chiedere e ricevere tutto. Poi possiamo offrire noi stessi, tutto ciò che abbiamo e che siamo perché ci guidi secondo la Sua volontà.
Alla fine facciamo un proposito adeguato, che dovrebbe essere frutto della santa comunione. Tali atti dovrebbero durare circa mezz’ora. Si può accorciare quel tempo solo in caso di urgenza però, anche in tal caso, bisogna continuare, di ritorno dalla chiesa oppure durante il lavoro o durante un dialogo inevitabile con un’altra persona. Diamo importanza al ringraziamento dopo la santa comunione, perché lo esige la religiosità, la gratitudine ed il nostro proprio interesse, perché in questi momenti l’anima sperimenta la più grande dolcezza nel rapporto col Signore Gesù. Allora Egli è disposto ad illuminarla molto volentieri, a riscaldarla, commuoverla, allora quel sacramento porta i frutti. Chi trascura il ringraziamento, ostacola la grazia, imita un povero che non vuole accettare l’elemosina che un ricco gli sta per dare. La comunione senza la preparazione e senza il ringraziamento adeguato non solo non porta frutto, ma anche danno, causando la tiepidezza spirituale volontaria. Allora colui che la riceve non esce dai vizi, non fa progresso nel cammino della virtù, abusa delle grazie divine di cui dovrà rendere conto. Per tale anima la religione non rappresenta nessun valore, diventa fredda, come marmo, insensibile e dura, come una pietra. Tale uomo non fa nessun tipo di penitenza, cerca la consolazione nelle creature, non pensa alla santificazione ed è incline alla caduta. “Perché tu sei tiepido, cioè nè caldo nè freddo” dice lo Spirito Santo (Apocalisse 3,16). Attualmente tante persone rimangono senza la santa comunione nei luoghi lontani dalle chiese e dai sacerdoti, per esempio in prigione, in lavoro, durante le vacanze ecc. Ciononostante si può usufruire dei frutti buoni di cui parlavo sopra ricevendo la comunione spirituale. Essa consiste nel fervente desiderio di ricevere il Signore Gesù, mossi da un amore che ci riempie il cuore. Quella comunione di desiderio, chiamata la comunione spirituale, è molto utile all’anima, perché risveglia l’inclinazione alle cose divine ed il desiderio a una vita perfetta, dà la forza di esercitarsi nelle virtù e talvolta porta più profitto della stessa comunione sacramentale, se ricevuta con meno amore. Oltre a ciò può essere ricevuta in qualsiasi luogo, non solo nelle chiese e nella cappella, ma anche a casa, durante il lavoro ed, in modo particolare, durante la visita del santissimo sacramento. Il modo di ricevere la santa comunione è il seguente: in quel momento ci raccogliamo e col pensiero ci mettiamo di fronte al tabernacolo dove è racchiuso il santissimo sacramento. Risvegliamo gli atti di fede, di speranza, di amore, di dolore, di lode e di desiderio. Raffiguriamo con il pensiero il sacerdote che ci dà il santissimo sacramento. RiceviamoLo in spirito con grande umiltà, rispetto ed amore fiducioso. Rendiamo poi grazie, come dopo la Comunione sacramentale. Proprio con la comunione spirituale l’angelo del Signore nutrì suor Faustina tredici volte durante la sua malattia, rivelandole come fosse gradita a Dio tale pratica, che voi, serve della misericordia di Dio praticherete e verso cui incoraggerete altre anime di buona volontà.
La visita al santissimo sacramento è il nostro quarto obbligo verso Gesù, prigioniero eucaristico. Se Gesù fosse venuto visibilmente in un luogo sulla terra, come fece in Giudea, e lì avesse parlato con quelli a cui Egli avesse fatto una visita, senza dubbio avremmo considerato obbligo, ma anche motivo di gioia poter raggiungerLo. E se si fosse seduto tra di noi, nella nostra città, ed avesse detto: “Venite a me, mi piace molto intrattenermi con voi”, sicuramente avremmo considerato degno di pena colui che non Gli fosse andato incontro. La fede, però, ci assicura che in ogni santissimo sacramento abbiamo lo stesso Gesù, davanti al quale si sono presentati i tre magi per prostrarsi alla Sua presenza, davanti al quale si inginocchiano tutti gli angeli e che ci invita: “Venite da me tutti”, “Chiedete e vi sarà dato”, “I miei tesori sono inesauribili”. “Qui riceverete le grazie non solo per voi stessi, ma anche per i vostri vicini, per le anime del purgatorio e per il mondo intero”. La chiesa ci incoraggia a tale pratica. il modo presentarci a visitare il Signore Gesù nel santissimo sacramento può variare, però sempre deve esserci la pietà esteriore ed interiore. La prima è condizione indispensabile alla seconda,
la quale, invece, condiziona la possibilità di trarre profitto dalla visita. Prima dobbiamo raccoglierci e risvegliare la gioia di poter passare un attimo in compagnia con Signore Gesù. Successivamente rendiamo lode esteriore ed omaggi interiori. Dopo parliamo con Gesù, con  semplicità, di tutto ciò che ci indica il cuore, esprimiamo la nostra gioia e tristezza, le difficoltà e le preoccupazioni. E se non sappiamo che cosa dire, esprimiamoci con semplicità, umiliandoci di fronte a Lui nella nostra miseria, Gli presentiamo le nostre richieste, quali mendicanti ai piedi
di un ricco, le nostre necessità e quelle della chiesa, quelle della patria, del nostro popolo, del prossimo e dei nemici. Passiamo di seguito a riflettere sulla vita del Salvatore nel santissimo sacramento, sulla lode che Egli rende al Padre, sulla Sua misericordia, mitezza e pazienza verso gli uomini, sulla Sua umiltà, povertà e mortificazione, e facciamo il proposito di vivere secondo nobili esempi. Allontaniamoci dal santissimo sacramento, lasciamo il nostro cuore nel ciborio e controlliamo i sensi per non dissipare e disperdere le grazie ricevute. Se il tempo ce lo permetta, recitiamo una diecina del rosario. Compiendo i suddetti obblighi verso il santissimo sacramento, voi, quali serve della misericordia di Dio diventerete sempre più perfette, trasformandovi interiormente. A questo invita il Signore Gesù nella Sua trasfigurazione, in ogni santa messa.
Vi auguro questo e con questa intenzione prego  per voi senza sosta.
Dedicato a Dio da don Michele

una lettera di Suor Faustina ] “Di generazione in generazione la sua misericordia  si stende su quelli che lo temono,  Ha soccorso Israele, suo servo,  ricordandosi della Sua Misericordia” (Lc 1, 50.54)
Sulla terra tutto passa: passano irreparabilmente i giorni della vita avvicinandoci a quello della morte, con la quale passeremo all’eternità; con la vita passa la gioia terrena che assomiglia vagamente a quella che ci aspetta nell’eternità, ove prenderemo parte della pace eterna senza nessun turbamento e smarrimento. Colui che spesso ripeteva durante la vita “Gesù, confido in Te” non verrà sorpreso dalla morte addormentato, ma vigilante coi fianchi cinti, fiducioso, quasi come con la fiaccola accesa. Con l’ultimo respiro dirà “Gesù, confido in Te” e subito dopo sentirà il richiamo delizioso: “Vieni, benedetto, alla gioia eterna”. Ovviamente la fiducia non può diventare il quietismo oppure la fiducia esagerata. Soltanto se unita con la penitenza vera
e sincera, essa diventa una capacità morale giusta.
Senza tale unione può trasformarsi nel peccato contro lo Spirito Santo, isolenza che inibisce l’azione della grazia divina nell’anima. Peccare contro la fiducia nella misericordia di Dio è la più gran disgrazia, perché, come afferma l’autore di “Sì, Padre”, non tanto il peccato, quanto la persistenza in esso è il male peggiore. Il quietismo inclina a tale persistenza. Perciò, care sorelle in Cristo, pronunciando le parole “Gesù, confido in Te” dovremo fare tutto ciò che ci è possibile
al fine di corrispondere alla grazia di Dio e collaborare debitamente con essa. Innanzitutto, in conformità con la regola, senza una ragione importante, non possiamo omettere la riflessione giornaliera, che è indispensabile. Mediante essa si allarga e consolida la nostra conoscenza di Dio e della Sua misericordia, manifesta a noi soprattutto attraverso la vita, passione e morte del Signore Gesù, attraverso la vita eucaristica del nostro salvatore, nel sua dolcissimo cuore e in quello della Sua dilettissima madre, che è la nostra madre di Misericordia. Bisogna, comunque, sapere che è meglio rimanere nella riflessione una mezz’ora intera senza sosta invece di pregare due volte al giorno quindici minuti. Nel primo caso si approfondisce di più, nel secondo si perde tanto tempo per la preparazione e il raccoglimento, senza i quali la riflessione solitamente è poco fruttuosa. E’ bene conoscere, particolarmente all’inizio, il metodo di San Ignazio ed esercitarsene. Dopo ogni anima può fare la riflessione secondo il proprio metodo. La preghiera non è l’unico segno della nostra vita pia, però rimane il segno sostanziale della nostra vera religiosità. Oltre a ciò bisogna ogni giorno fare l’esame di coscienza, sia generale sia particolare, la lettura spirituale della Sacra Scrittura e dei libri ascetici, lo studio della teologia e del diritto  canonico, conoscere meglio la storia della nostra Madre Chiesa, conversare su temi spirituali con le consorelle e su quelli riguardanti la vita interiore con la maestra, rimanendo fedeli allo stesso tempo al compimento dei propri compiti familiari, affinché la pace della casa non sia turbata.
Ciò non è facile, però, con l’aiuto di Dio e la buona volontà, tutto si può migliorare, lasciandoci guidare dalla prudenza, che è la guida di tutte le virtù, auriga virtutum. Soprattutto bisogna preoccuparci di realizzare debitamente tutto ciò che ci obblighiamo o ci obbligheremo a compiere attraverso i voti. Questa è l’aspetto più importante che dovrebbe diventare il principale oggetto dei nostri sforzi: “Il Signore Dio smarrirà colui che violenta la Chiesa di Dio”, grida il profeta; mediante il voto la nostra anima e il nostro corpo diventano la chiesa di Dio, la dimora dello Spirito Santo. Mediante il voto di castità, che pronuncerete, diventerete il tempio del Signore. Poichè a Maria, tempio vivo, Dio diede il privilegio di essere l’Immacolata Concezione, pensate quanto voi, quali spose del Salvatore, dovete cercare di rimanere intatte nei pensieri, nelle parole e nelle azioni.
Bisogna rigorosamente evitare le occasioni e le tentazioni e combatterle con  tranquillità, però con decisione, fin dall’inizio, dicendo subito: “Gesù, confido in Te”, nella condizione in cui vi trovate al momento. È difficile precisare l’oggetto dei voti di povertà, obbedienza e pratica della misericordia, perciò vi basti effondere una promessa. Anch’essa tuttavia deve essere praticata seriamente, perché riguarda Dio. Cercherò di delineare il mio parere in proposito. L’oggetto del voto di povertà comporta, rispetto ai beni temporali, l’atteggiamento di distacco di chi sa di non poter disporre liberamente della proprietà legalmente ottenuta, ma sempre in tutto parla con la maestra e chiede l’autorizzazione  per attuare i propri progetti. L’oggetto del voto di obbedienza comporta la sottomissione della propria volontà, se non in tutte le azioni, il che attualmente è impossibile, almeno in un ambito preciso scelto in accordo con la maestra. Si può per esempio limitare l’ambito dell’atteggiamento da tenere  verso le persone con cui si vive quotidianamente,  genitori, sorelle o fratelli, e decidere di non far niente senza averle prima consultate, oppure almeno di non fare quello chi a loro dispiace. Ovviamente solo se una tale decisione non coincide con un’altra  già precedentemente convenuta. Adesso bisogna soprattutto lottare contro almeno uno dei vizi, per esempio contro quello che è più diffuso, cioè l’ egoismo oppure l’ esagerato amor proprio, che è la malattia dei nostri tempi, malattia individuale, nazionale e sociale, che è la morte di Dio e del prossimo, tomba della pace interiore ed esteriore, sorgente di confusione, di ogni contesa e guerra, seme di peccato e di oltraggio. Questo vizio limita la nostra prospettiva sul mondo, diminuendola sempre di più. Rende impossibile la vita comunitaria, trasformando a volte il luogo di preghiere e di raccoglimento in una caverna delle iene che si mordono e si odiano reciprocamente. Perciò si deve subito e con forza sradicare quel vizio, prendendo come modello il Maestro Divino, il quale disse: “Imparate da me che sono mite ed umile di cuore”. Solo uno che si sia liberato di se stesso, del suo esagerato amor proprio, può diventare grande ed aperto, ricettivo nei confronti dell’azione della grazia di Dio, può dire onestamente e senza ipocrisia: “Gesù, confido  in Te”. Mi è impossibile scrivervi tutto ciò che vorrei, mi manca sia il tempo sia lo spazio. Spero che voi stesse, con una guida illuminata conosciate, capiate e mettiate in pratica tutte le indicazioni di Cristo e della sua sposa, la chiesa, inerenti ad un fine così nobile quale è la vita religiosa. Spero che la misericordia di Dio non  limiti le grazie alle Sue combattive serve. Esse si sono proposte uno solo obiettivo davanti ai loro occhi. Spero che la Madre della misericordia vi prenda sotto il suo mantello in modo particolare e che guidi i vostri passi. Spero che l’angelo custode di ognuna di voi, sotto la comando del principe degli spiriti celesti, san Michele Arcangelo, vi guidi sulla via diritta, vi ammonisca con la voce interiore e vi parli mediante la bocca dei confessori e dei padri spirituali, vi sostenga con ispirazioni e preghiere al cospetto del trono dell’Altissimo. Auguro a tutte voi ed ad ognuna personalmente che il giorno 11 di questo mese sia il giorno del vostro fidanzamento con Gesù e che, nell’anno prossimo, esso diventi il giorno delle nozze delle vergini sagge, con le lampade accese di amore e di fiducia, per far luce agli altri uomini. Prego con fervore ogni giorno con queste intenzioni e, specialmente in quel giorno, ripeterò le parole del salmista “Mostrami, Signore, la tua misericordia e donami la tua salvezza!”. In Dio, don Michele, 9.04.1942

LITANIE ALLA DIVINA MISERICORDIA. L’AMORE DI DIO IL FIORE, LA MISERICORDIA IL FRUTTO.
“L’anima dubbiosa legga queste considerazioni sulla Misericordia e diventi fiduciosa.
Misericordia di Dio, che scaturisci dal seno del Padre, confido in Te.
Misericordia di Dio, massimo attributo della divinità, confido in Te.
Misericordia di Dio, mistero inconcepibile, confido in Te.
Misericordia di Dio, sorgente che scaturisce dal mistero della Santissima Trinità,
confido in Te.
Misericordia di Dio, che nessuna mente umana né angelica può comprendere,
confido in Te.
Misericordia di Dio, da cui scaturisce ogni vita e felicità, confido in Te.
Misericordia di Dio, al di sopra dei cieli, confido in Te.
Misericordia di Dio, sorgente di miracoli e di eventi eccezionali, confido in Te.
Misericordia di Dio, che abbracci tutto l’universo, confido in Te.
Misericordia di Dio, venuta nel mondo nella persona del Verbo Incarnato, confido in Te.
Misericordia di Dio, che sei sgorgata dalla ferita aperta nel Cuore di Gesù, confido in Te.
Misericordia di Dio, rinchiusa nel Cuore di Gesù per noi e specialmente per i peccatori, confido in Te.
Misericordia di Dio, imperscrutabile nell’istituzione della Santa Eucaristia,
confido in Te.
Misericordia di Dio, nell’istituzione della santa Chiesa, confido in Te.
Misericordia di Dio, nel sacramento del santo battesimo, confido in Te.
Misericordia di Dio, nella nostra giustificazione per mezzo di Gesù Cristo, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci accompagni per tutta la vita, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci abbracci specialmente nell’ora della morte, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci doni la vita immortale, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci segui in ogni momento della vita, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci difendi dal fuoco dell‘inferno, confido in Te.
Misericordia di Dio, che converti i peccatori induriti, confido in Te.
Misericordia di Dio, meraviglia per gli angeli, incomprensibile ai santi, confido in Te.
Misericordia di Dio, insondabile in tutti i misteri di Dio, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci sollevi da ogni miseria, confido in Te.
Misericordia di Dio, sorgente della nostra felicità e della nostra gioia, confido in Te.
Misericordia di Dio, che ci hai chiamati dal nulla all’esistenza, confido in Te.
Misericordia di Dio, che abbracci tutte le opere delle Sue mani, confido in Te.
Misericordia di Dio, che coroni tutto ciò che esiste ed esisterà, confido in Te.
Misericordia di Dio, in cui tutti siamo immersi, confido in Te.
Misericordia di Dio, dolce sollievo dei cuori affranti, confido in Te.
Misericordia di Dio, unica speranza delle anime disperate, confido in Te.
Misericordia di Dio, riposo dei cuori e serenità in mezzo alla paura, confido in Te.
Misericordia di Dio, delizia ed estasi delle anime sante, confido in Te.
Misericordia di Dio, che infondi speranza contro ogni speranza, confido in Te.
O Dio Eterno, la cui Misericordia è infinita ed il tesoro della compassione è inesauribile, guarda benigno a noi e moltiplica su di noi la Tua Misericordia, in modo che nei momenti difficili non disperiamo né ci perdiamo d’animo, ma con grande fiducia
ci sottomettiamo alla Tua santa volontà, che è amore e la stessa Misericordia”
(Diario, 949).

PREGHIERE DI SANTA FAUSTINA. “Amore eterno, fiamma pura, ardi incessantemente nel mio cuore e divinizza tutto il mio essere in forza della Tua eterna predilezione, per la quale mi hai dato l’esistenza, chiamandomi a partecipare alla Tua eterna felicità...” (Diario, 1523). “O Dio misericordioso, che non ci disprezzi, ma ci colmi continuamente delle Tue grazie, ci rendi degni del Tuo regno e, nella Tua bontà, riempi con gli uomini i posti che furono abbandonati dagli angeli ingrati. O Dio di grande Misericordia, che hai distolto il Tuo sguardo santo dagli angeli ribelli e l’hai rivolto all’uomo pentito, sia onore e gloria alla Tua insondabile Misericordia..” (Diario, 1339). “O Gesù, disteso sulla croce, Ti supplico, concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre Tuo, sempre, ovunque ed in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere, Te ne supplico, Gesù, scenda allora su di me, dalle Tue Piaghe, la forza ed il vigore e le mie labbra ripetano: Signore, sia fatta la Tua volontà...Gesù pietosissimo, concedimi la grazia di dimenticare me stessa, in modo che viva totalmente per le anime, collaborando con Te all’opera della salvezza, secondo la santissima volontà del Padre Tuo...” (Diario, 1265). “...O Signore, desidero trasformarmi tutta nella Tua Misericordia ed essere il riflesso vivo di Te. Che il più grande attributo di Dio, cioè la Sua incommensurabile Misericordia, giunga al mio prossimo attraverso il mio cuore e la mia anima. Aiutami, o Signore, a far sì che i miei occhi siano misericordiosi, in modo che io non nutra mai sospetti e non giudichi sulla base di apparenze esteriori, ma sappia scorgere ciò che c’è di bello nell’anima del mio prossimo e gli sia di aiuto. Aiutami, o Signore, a far sì che il mio udito sia misericordioso, che mi chini sulle necessità del mio prossimo, che le mie orecchie non siano indifferenti ai dolori ed ai gemiti del mio prossimo. Aiutami o Signore, a far sì che la mia lingua sia misericordiosa e non parli mai sfavorevolmente del prossimo, ma abbia per ognuno una parola di conforto e di perdono. Aiutami, o Signore, a far sì che le mie mani siano misericordiose e piene di buone azioni, in modo che io sappia fare unicamente del bene al prossimo e prenda su di me i lavori più pesanti e più penosi. Aiutami, o Signore, a far sì che i miei piedi siano misericordiosi, in modo che io accorra sempre in aiuto del prossimo, vincendo la mia indolenza e la mia stanchezza (...)
Aiutami, o Signore, a far sì che il mio cuore sia misericordioso, in modo che partecipi a tutte le sofferenze del prossimo (...) Alberghi in me la Tua Misericordia, o mio Signore...” (Diario, 163). “O Re di Misericordia, guida la mia anima” (Diario, 3). “...Ogni battito del mio cuore sia un inno di ringraziamento per Te, o Dio. Ogni goccia del mio sangue circoli per Te, o Signore. La mia anima sia tutta un cantico di ringraziamento alla Tua Misericordia. Ti amo, o Dio, per Te stesso” (Diario, 1794). “O Gesù, desidero vivere nel momento presente, vivere come se questo giorno fosse l’ultimo della mia vita: utilizzare scrupolosamente ogni attimo per la maggior gloria di Dio, sfruttare per me ogni circostanza, in modo che la mia anima ne ricavi un profitto. Guardare ad ogni cosa da questo punto di vista, e cioé che nulla avviene senza il volere di Dio. O Dio d’insondabile Misericordia, abbraccia il mondo intero e riversati su di noi per mezzo del Cuore pietoso di Gesù” (Diario, 1183). “O Dio di grande Misericordia, bontà infinita, ecco che oggi tutta l’umanità grida dall’abisso della sua miseria alla Tua Misericordia, alla Tua compassione, o Dio, e grida con la voce potente della propria miseria. O Dio benigno, non respingere la preghiera degli esuli di questa terra. O Signore, bontà inconcepibile, che conosci perfettamente la nostra miseria e sai che non siamo in grado di innalzarci fino a Te con le nostre forze, Ti supplichiamo, previenici con la Tua grazia e moltiplica incessantemente su di noi
la Tua Misericordia, in modo che possiamo adempiere fedelmente la Tua santa volontà durante tutta la vita e nell’ora della morte. L’onnipotenza della Tua Misericordia
ci difenda dagli assalti dei nemici della nostra salvezza, in modo che possiamo attendere con fiducia, come figli Tuoi, la Tua ultima venuta...” (Diario, 1570).

IMPORTANZA DELLA PREGHIERA DEI SALMI, E DEI LIBRI DI RE SALOMONE ] Né le grazie, né le rivelazioni, né le estasi, né alcun altro dono ad essa elargito la rendono perfetta, ma l'unione intima della mia anima con Dio. I doni sono soltanto un ornamento dell'anima, ma non ne costituiscono la sostanza né la perfezione. La mia santità e perfezione consiste in una stretta unione della mia volontà con la volontà di Dio (Diario p. 380). Il Signore aveva scelto Suor Faustina come segretaria e apostola della Sua misericordia per trasmettere, mediante lei, un grande messaggio al mondo.
Nell'Antico Testamento mandai al Mio popolo i profeti con i fulmini. Oggi mando te a tutta l'umanità con la Mia misericordia. Non voglio punire l'umanità sofferente, ma desidero guarirla e stringerla al Mio Cuore misericordioso (D., p. 522). La missione di Suor Faustina consiste in tre compiti: - Avvicinare e proclamare al mondo la verità rivelata nella Sacra Scrittura sull'amore misericordioso di Dio per ogni uomo. [[Santa Faustina Kowalska , l'apostola della Divina Misericordia, appartiene oggi al gruppo dei santi della Chiesa più conosciuti. Attraverso lei il Signore manda al mondo il grande messaggio della misericordia Divina e mostra un esempio di perfezione cristiana basata sulla fiducia in Dio e sull'atteggiamento misericordioso verso il prossimo. ]] Il Signore Gesù diceva a Faustina: Segretaria del Mio mistero più profondo, ...il tuo compito più profondo è di scrivere tutto ciò che ti faccio conoscere sulla Mia misericordia, per il bene delle anime che leggendo questi scritti proveranno un conforto interiore e saranno incoraggiate ad avvicinarsi a Me (D., p. 557). FRUTTI DELLA PREGHIERA (Il DIARIO di santa Faustina) “Con la preghiera l’anima si prepara ad affrontare qualsiasi battaglia. In qualunque condizione si trovi un’anima, deve pregare. Deve pregare l’anima pura e bella, poiché diversamente perderebbe la sua bellezza. Deve pregare l’anima che tende alla purezza, altrimenti non vi giungerà. Deve pregare l’anima che si è appena convertita, diversamente cadrebbe di nuovo. Deve pregare l’anima peccatrice, immersa nei peccati, per poter risorgere. E non c’è anima che non abbia il dovere di pregare, poiché ogni grazia arriva tramite la preghiera” (Diario, 146). “L’anima deve essere fedele alla preghiera, nonostante le tribolazioni, l’aridità e le tentazioni, poiché dalla preghiera in prevalenza dipende talvolta la realizzazione dei grandi progetti di Dio, e se noi non perseveriamo nella preghiera, mettiamo degli impedimenti a ciò che Iddio voleva compiere per mezzo nostro oppure in noi. Ogni anima ricordi queste parole: e trovandosi in una situazione difficile, pregava più a lungo...” (Diario, 872). “La pazienza, la preghiera ed il silenzio rafforzano l’anima. Ci sono momenti nei quali l’anima deve tacere, non è conveniente che parli con le creature. Sono i momenti d’insoddisfazione di se stessa (...) In quei momenti vivo esclusivamente di fede...”  (Diario, 944). “Il silenzio è una spada nella lotta spirituale (...) L’anima  silenziosa è idonea alla più profonda unione con Dio; essa vive quasi di continuo sotto il soffio dello Spirito Santo. In un’anima silenziosa Iddio opera senza impedimenti...” (Diario, 477). “Dobbiamo pregare spesso lo Spirito Santo per ottenere la grazia della prudenza. La prudenza si compone di: riflessione, ragionevole considerazione e fermo proposito. L’ultima decisione appartiene sempre a noi...” (Diario, 1106). “Il Signore stesso che mi spinge a scrivere le preghiere e gli inni sulla Sua Misericordia...” (Diario, 1593).
“Desidero che tu conosca più a fondo l’amore di cui arde il Mio Cuore verso le anime e lo comprenderai quando mediterai la Mia Passione. Invoca la Mia Misericordia per i peccatori; desidero la loro salvezza. Quando reciterai questa preghiera con cuore pentito e con fede per qualche peccatore, gli concederò la grazia della conversione.
La breve preghiera è la seguente: O Sangue e Acqua, che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di Misericordia per noi, confido in Te” (Diario, 187).

my JHWH -- ovviamente, 50anni fa, al tempo di: Aleksandr Solzenitsyn, Bush 322 Kerry 666 Rothschild, loro si vergognavano: di andare in giro, dicendo in giro: a dire in giro: " si è vero, noi siamo i sacerdoti di satana Baal Peor!"

IMPORTANTE! ] cosa Aleksandr Solzenitsyn: ha detto circa Ucraina 50 anni fa? "Forse sarà necessario un plebiscito in ogni provincia". "Puntare i piedi e gridare: 'è mio!' sarebbe la via più facile, mentre è immensamente più complicato dire 'ognuno viva come gli pare!'."] [ Elezioni ucraine, i conti in sospeso della storia, ascoltando Solzenitsyn ] [ Meditando su queste incertezze nel "tritacarne" del Gulag sovietico, già mezzo secolo fa, il grande scrittore Aleksandr Solzenitsyn aveva previsto tutto. Nel suo "Arcipelago Gulag" (parte quinta, capitolo 2), egli scrive: "Con l'Ucraina le cose saranno eccezionalmente dolorose... Forse sarà necessario un plebiscito in ogni provincia. Mi fa male scriverne, perché l'ucraino e il russo si mescolano dentro di me nel sangue, nel cuore e nei pensieri. Ma la grande esperienza di amicizia con gli ucraini nei lager mi ha fatto capire quanto profonda sia per loro la ferita. La nostra generazione non potrà esimersi dal pagare gli errori di chi ci ha preceduto... Puntare i piedi e gridare: 'è mio!' sarebbe la via più facile, mentre è immensamente più complicato dire 'ognuno viva come gli pare!'. Non sorprende che, non si siano realizzate le profezie della Dottrina Progressista, secondo la quale il nazionalismo sarebbe scomparso. Nel secolo dell'atomo e della cibernetica, al contrario, per qualche motivo esso è rifiorito, e arriverà per noi il tempo, ci piaccia o no, che dovremo pagare tutte le cambiali dell'autodeterminazione, dell'indipendenza: pagare di persona, senza aspettare, che ci mandino al rogo, ci anneghino nel fiume, o ci taglino la testa. Se, vogliamo essere una grande nazione, lo dobbiamo dimostrare non con le misure degli enormi territori, non con la quantità dei popoli sottomessi, ma, con la grandezza delle nostre azioni. E con il solco profondo, con cui sapremo arare la terra, che ci rimarrà, dopo che ci avranno lasciati coloro che, non intendono vivere con noi".
Il testimone dei lager sovietici aveva proposto un intero piano su "come ricostruire la Russia", ancora ai tempi di Eltsyn e Gorbacev, facendo attenzione proprio alle aspirazioni dei vari popoli e territori.

04/06/2009. veramente, CHI HA IL POTERE IN USA, SONO I SATANISTI! QUESTO NON è UN EUFEMISMO! LORO SONO SATANISTI VERAMENTE! tutto questo discorso del 2009 Obama, attore burattino? Satana, non avrebbe saputo fare di meglio! VERAMENTE, GLI AMERICANI DEVONO ESSERE CACCIATI, IMMEDIATAMENTE DA TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO: immediatamente, oppure, moriranno velocemente, 6milirdi di persone! ] ISLAM - EGITTO - USA
Barack Obama per “un nuovo inizio” nel rapporto con l’Islam
Applausi al discorso del presidente Usa che domanda la fine del “ciclo di sospetti e discordie” per aprire un nuovo capitolo di collaborazione. Affrontati con schiettezza i temi scottanti: l’estremismo violento; la convivenza fra Israele e Palestina; la guerra in Afghanistan e Iraq; l’escalation nucleare dell’Iran; i diritti delle donne; la democrazia; la libertà religiosa. Il Cairo (AsiaNews) – Con un discorso di oltre 35 minuti, il presidente Usa Barack Obama ha lanciato la proposta di “un nuovo inizio” e di una “nuova era” nei rapporti fra America e Islam. Parlando nella capitale egiziana ad un incontro voluto dall’università del Cairo e di Al-Azhar, egli ha detto che “il ciclo di sospetti e discordie” fra il mondo musulmano e gli Stati Uniti deve finire e dar luogo a “mutuo interesse e rispetto”.
http://www.asianews.it/notizie-it/Barack-Obama-per-%E2%80%9Cun-nuovo-inizio%E2%80%9D-nel-rapporto-con-l%E2%80%99Islam-15431.html
Barack Obama for a “new beginning” with Islam ] The speech by the US leader is met with rounds of applause. The president calls for an end to “suspicion and discord” do that a new chapter of cooperation can start. He takes on several hot issues like violent extremism, Israeli-Palestinian coexistence, the wars in Afghanistan and Iraq, the nuclear escalation with Iran, women’s rights, democracy and religious freedom.
Cairo (AsiaNews) – In a 35-minute speech US President Barack Obama spoke of a “new beginning” and a “new age” in relations between the United States and Muslims around the world. The venue was Cairo’s al-Azhar University where he insisted that the “cycle of suspicion and discord [between the two] must end” and be replaced by a world based “upon mutual interest and mutual respect.” In his address, which he elegantly adorned with quotes from the ‘Holy Qur’an’, the use of Arabic words and blessings as well as Muslim phrases regarding Muhammad (like Peace Be Upon Him) to convey great respect for Islam, President Obama tried to show that he and the United States consider Islam a great source of culture and civilisation. At the same time he called on the Muslim world not to look upon America through the “crude stereotype of a self-interested empire”. Indeed in praising the United States he highlighted the freedom Muslims enjoy in his country and their contribution to its life in areas like sport, science and politics. On a personal note he said “I am a Christian, but my father came from a Kenyan family that includes generations of Muslims.” In a place like America he found the space that enabled him to rise to the presidency. “But my personal story is not so unique,” he explained, noting how people from different backgrounds can have opportunities in the United States.

io non sapevo che, anche Solzenitsyn, lui era del mio stesso parere!
24/05/2014. UCRAINA-RUSSIA. Elezioni ucraine, i conti in sospeso della storia, ascoltando Solzenitsyn. Il più favorito alla presidenza è il magnate Petro Poroshenko, già oligarca, già collaboratore di Timoshenko e poi di Janoukovich. E' urgente aprire un dialogo con la Russia e prospettare alcune vie per l'autonomia delle regioni ucraine. La profezia di Aleksandr Solzenitsyn sul risorgente nazionalismo. OVVIAMENTE, I SACERDOTI DI SATANA, KERRY 322 ROTHSCHILD, ( OBAMA è SOLO UN MANICHINO GENDER ) VOGLIONO OTTENERE LA GUERRA MONDIALE E LA DISTRUZIONE DELLA EUROPA!

oVVIAMENTE, NOI CI TROVIAMO DI PRONTE ALLA VERA GENESI (nascita) di questa giovane NAZIONE ( composta di molte anime diverse)! QUINDI IO CREDO, che, sia anocrostico, per la UCRAINA di Kiev, rivendicare una sua Costituzionale identità terrotoriale! LA SOLUZIONE è SEMPLICE ED ONESTA, QUINDI, I SATANISTI MERKEL TROIKA Rothschild, OBAMA NATO, NON LA ACCETTERENNO MAI! è INDISPENSABILE CONSENTIRE LA AUTONOMIA DI QUESTE REGIONI, NON AVENDO PAURA, DI APRIRE UN DIALOGO DEMOCRATICO, critico, problematico, A TUTTO CAMPO! E SOPRATTUTTO, CONCEDENDO ALLA UCRAINA TUTTA, IL RUOLO DI NEUTRaLITà MILITARE! SOLTANTO, I CRIMINALI POSSONO, VEDERE INTEGRATA LA UCRAINA NELLA NATO] La nuova realtà che si è creata non ha ancora avuto modo di consolidarsi, e i volti "ad interim" del presidente Turchinov e del premier Yatsenjuk non sono in grado di rappresentare in modo esplicito e autorevole le dimensioni reali della vita del popolo ucraino. Non si possono spiegare le violenze di Slovjansk, Donetsk e Odessa soltanto come provocazione delle milizie spontanee, in cui certamente agiscono numerosi spetsnaz provenienti dalla Russia, o come eccessi d'interventismo del governo provvisorio di Kiev, deciso a imporre un ordine nuovo ancora piuttosto improbabile. Sono scontri d'identità in cerca della propria ipostasi, di anime in cerca del corpo, sia esso lo stato della Russia o dell'Ucraina, la mitica Rus' del passato o una nuova federazione di regioni più o meno autonome. Non serve gettare la croce sull'uno o sull'altro governante, neanche sulle FINTE minacciose espressioni di Putin, o sulla politica delle sanzioni di Obama, che appaiono più che altro mosse scontate di un gioco delle parti, operato da potenze mondiali ancora piuttosto incapaci di comprendere gli eventi ucraini. Ancor più smarrita appare la comunità europea, timorosa di dover pagare uno scotto troppo alto per una crisi che non riesce veramente a sentire come propria, pur essendo sul nostro territorio continentale.
http://www.asianews.it/notizie-it/Odessa-non-%C3%A8-la-Crimea:-questa-guerra-riguarda-l%27Europa-30999.html

open letter to IRAN --- [ questo attacco, è stato rinviato troppe volte, l'ultima volta due settimane fa, è stato rinviato, per merito mio, perché, io non voglio farti morire, per la mani di un satanista qualunque: Rothschild, ma, io soltanto, ti devo uccidere, cioè, se, tu non mi darai lo Stato laico, che, è tutto il contrario, dello Stato secolare, poi io ti ucciderò! VERAMENTE, IO HO AVUTO COMPASSIONE DI TE, PERCHé, IO HO PENSATO CHE, TU ERI UN RAGAZZO INTELLIGENTE, E NON ERI TU, COME QUELLA CAPRA DEL KING SAUDI ARABIA! ] 02/06/2009. ISRAELE - USA. Israele si prepara alla guerra con l’Iran, mentre Obama giunge in Medio oriente. Esercitazioni di guerra e di emergenza per tutta la popolazione e tutte le scuole. Ci si esercita a attacchi missilistici da nord e da sud. L’aviazione israeliana ha fatto esercizi per bloccare bombe e missili da Siria e Iran. Obama sembra essere divenuto “impaziente” con l’Iran.

PAKISTAN – ITALY [ sharia Ummah, e blasfemia - apostasia, sono un atto ideologico di imperialismo, di genocidio del GENERE UMANO, Israele non potrebbe mai sopravvivere, a tutto questo dogmatismo fanatico religioso, che è peggio del nazismo, prima o poi: soccomberà! Dopo Israele, sarà il nostro turno! Questo è il male, che, i sacerdoti di satana, i mostri, cannibali, Obama, 322 Kerry, 666 Rothschid, hanno voluto fare, contro il mondo degli uomini! ]
Europe and West should help Pakistan repeal blasphemy legislation
In a press conference organised by AsiaNews, Pakistani Christian activists launch an international campaign to raise awareness about the problem. Their goal is to have blasphemy laws repeal in their home country because they have caused too much violence and discrimination against religious minorities. Pakistan’s civil society wants changes too, unlike the empty promises of the government and the ideology of extremists.
PAKISTAN – ITALY
Pakistan, the only country in the world with a blasphemy law
Peter Jacob, NCJP executive secretary, slams the creation of an “Islamic State” based on a law that strikes minorities as well as Muslims. Groups in government, parliament and the military back fundamentalism. The activist hopes that a “common front” can emerge to “bring democracy to the country”.
PAKISTAN
Blasphemy laws and religious discrimination, an attack on Pakistan’s future. Fr Emmanuel Y. Mani speaks at a press conference sponsored by AsiaNews titled “Save Christians and Pakistan from the blasphemy laws”. The international community is putting pressure on the Pakistani government to “stop discrimination and violence against religious minorities.” The country needs “a culture of interfaith harmony and peace.”
PAKISTAN - EU
Blasphemy in Pakistan and the European Court’s attack on the crucifix
Launched today from Rome the European leg (France, Holland, Belgium, Germany) of a campaign to raise awareness in Church and society of the plight and oppression of minorities in Pakistan, particularly the Christian one, due to the blasphemy law. A most unusual unity of purpose joins Islamic fundamentalists and European relativists.
PAKISTAN
Islamabad asks for "suggestions" from Christians to repeal blasphemy law. In a meeting - called by the government - with the Parliamentary Standing Committee, Christians and activists have called for the "cancellation" of the norm. Government officials will meet Muslim, and Catholic leaders and activists to promote a common path. The fundamentalist wing calls for "investigations" and punishments against those who fight to repeal the law.
PAKISTAN
Blasphemy legislation strikes minorities and Islamises the country, Pakistan priest says. The Taliban want to destroy democracy and spread a fundamentalist ideology, Fr Bonnie Mendes says. A small fringe is fighting extremism, but they have “no unity of intent.” Christians live in an atmosphere of fear, but are urged to be stronger.
PAKISTAN
News massacre by extremists as opposition to ‘Islamisation” grows
Human rights activist and columnist call for a return to Ali Jinnah’s vision, which includes freedom of religion. Islamist movements warn the government not to change the laws “if it wants to stay in power”. A suicide attack in Rawalpindi kills 34 and wounds 30.
PAKISTAN
Save Christians and Pakistan from the blasphemy law. The blasphemy law - prison and death sentences for those who offend the Koran or Muhammad - is a tool to eliminate religious minorities. AsiaNews launches an awareness campaign for its repeal. Because of this law, since 2001 at least 50 Christians have been killed, families and entire villages destroyed. In the country Islamic and Christian voices appeal for its cancellation.
PAKISTAN
Pakistani Christians, from freedom to persecution. When Pakistan was created, its Founding Father Ali Jinnah endorsed the principles of religious freedom and equal rights for all, irrespective of caste or creed. The succession of constitutions that followed went counter to these ideals, and opened the door to persecution and violence against minorities. Beside blasphemy, Christians and members of other non-Muslim religions have to deal with the problem of forced conversions and marriages.
PAKISTAN
What can be done to abolish Pakistan’s blasphemy laws Christian activists and members of civil society groups call on Islamabad to repeal the relevant sections of the Pakistan Penal Code. The fundamental principles of an open and multi-confessional society must protect every individual. At the bottom, a list of Pakistani embassies and diplomatic representations is provided.
PAKISTAN
The Catholic Church in Pakistan (An overview) Catholics are less than 1% of a total of over 160 million inhabitants. There are two archdiocese in the country, four dioceses and an apostolic prefecture. A small minority but active and appreciated for efforts in education, helping the poor, health care and emergency interventions.
PAKISTAN
Blasphemy law: a long list of injustices (An overview) Under Sections 295 B and 205-C of the Pakistan Penal Code, anyone who desecrates the Qur‘an or defiles the name of the prophet Muhammad is punished with death or life imprisonment. Implemented in 1986 by then dictator, General Zia-ul-Haq, to woo the country’s fundamentalist faction, the laws have become a tool to persecute religious minorities and even Muslims. Almost a thousand people have been charged so far under the law, and hundreds have become its victims.
http://www.asianews.it/index.php?l=en&dos=134&size=A

06/07/2014 ORTHODOX - VATICAN [ preghiamo in ginocchio, con le calde lacrime della commozione.. che, Dio JHWH, il Dio vivente di Israele abbia pietà, dei nostri peccati, con il soffio potente del suo amore, possa sciogliere la durezza dei nostri cuori! ] Bartholomew: Christians united, real catalysts for peace in the Middle East. The Ecumenical Patriarch arrives today in Rome to take part in the prayer meeting with Pope Francis, Shimon Peres and Mahmoud Abbas. The scope of the prayer meeting goes beyond immediate results. Istanbul (AsiaNews) - The Ecumenical Patriarch Bartholomew arrives tonight in Rome to participate in the prayer for peace tomorrow, at the invitation of Pope Francis. The pontiff has invited Israeli President Shimon Peres and the Palestinian Authority, Mahmoud Abbas, to pray for peace in the war-torn Middle East where the Christian element is about to disappear. in his letter of invitation, the Pope says that the presence of Bartholomew is "an act of continuity of their common pilgrimage to Jerusalem. A true gift." In the message, the pontiff thanks Bartholomew for his insistence on a meeting in Jerusalem "which was a true gift of the Lord to worship together in those holy places and to join in prayer at the tomb of Christ, the foundation of our hope." Bartholomew has stressed that tomorrow's prayer of takes on a very important significance that goes beyond any immediate results: it wants to show that it is the privileged task of Christians to be the true voice of peace in the world, in accordance with the dictates of our Lord expressed in the apostolic tradition of the true united Church. In short, true unity among Christians is the real catalyst for true peace in the world and is the only answer to the existential problems of our small planet. To those Christians who are hesitant towards these initiatives, the ecumenical patriarch reiterated what was said in Jerusalem: "I walked with my brother Francis of the Holy Land without the fears of Luke and Cleopas on their way to Emmaus (cf. Luke 24 13-35), but inspired by a living hope, as we learn from our Lord". Bartholomew also sees preparations for the celebration of 1700 years since the Council of Nicaea - of which he spoke in Jerusalem with the pope - as part of the path to peace in the world. ORTODOXOS - VATICANO. Bartolomé: Cristianos unidos, verdaderos catalizadores de la paz en Medio Oriente. El Patriarca ecuménico llega hoy a Roma para participar en el encuentro de oración con el Papa Francisco, Shimon Peres y Mahmoud Abbas. El encuentro de oración tiene un significado más importante que los resultados inmediatos. Estambul (AsiaNews)- El Patriarca ecuménico Bartolomé llega esta tarde a Roma, para participar en la oración por la paz de mañana, invitado por el Papa Francisco. El pontífice invitó también al presidente israelí Shimon Peres y al palestino Mahmoud Abbas, para rezar por la paz en el martirizado Medio Oriente, donde el elemento cristiano está por desaparecer. En su carta de invitación, el Papa Francisco dice que la presencia de Bartolomé es "un acto de continuidad de la común peregrinación a Jerusalén... Un verdadero don", En el mensaje, el pontífice agradece a Bartolomé por su iniciativa de realizar el encuentro de Jerusalén "que fue un verdadero don del Señor para venerar juntos aquellos santísimos lugares y unirnos en oración en el lugar de Sepulcro de Cristo, fundamento de nuestra esperanza". Bartolomé subrayó que la oración de mañana asume un significado muy importante que va más allá de los resultados inmediatos: este quiere demostrar que toca a los cristianos la tarea privilegiada de ser la voz de la paz en el mundo, en el respeto de los dictámenes de nuestro Señor expresados en la tradición apostólica de la verdadera Iglesia unida. En concreto, la verdadera unidad entre los cristianos constituye el verdadero catalizador para la verdadera paz en el mundo y es la única respuesta a los problemas existenciales de nuestro pequeño planeta. A quien entre los cristianos está titubeante hacia estas iniciativas, el patriarca ecuménico repitió cuánto dijo en Jerusalén: "He caminado con mi hermano Francisco en esta Tierra santa no con los temores Cleofás y Lucas en su camino hacia Emaús (cfr. Lc. 24, 13-35), sino inspirado en la viva esperanza, como nos enseña Nuestro Señor". En la visión de Bartolomé, también en la preparación de la celebración de todos los cristianos por los 1700 años del Concilio de Nicea  - del cual se habló en Jerusalén con el Papa- entra en el camino para la paz en el mundo.

SAUDI ARABIA KING -- [soltanto, i satanisti Bush 322 Kerry Obama ideologia culto GENDER, potevano essere gli amici di una bestia di satana come te! ] - I did not know, of that, ALSO ABOUT,  this, traffic in human beings, I had not ever heard! NOW is ALL CLEAR! is YOUR SATANIC RELIGION WHICH ALLOWS ALL THIS ORRRORE: THAT, YOU MAY BE STRAMALETTO, AS SOON AS HELL! ] 06/06/2014. YEMEN - AFRICA. Aumenta il traffico degli esseri umani nello Yemen. Ogni anno, più di diecimila persone attraversano il territorio dello Yemen per raggiungere l'Arabia Saudita, ma vengono catturati da gruppi armati, derubati, sottoposti a torture e costretti a pagare una "tassa" per essere rilasciati. "Le risorse economiche del Paese e il supporto delle istituzioni internazionali non sono sufficienti per affrontare questo fenomeno di immigrazione". San'a (AsiaNews/Agenzie) - Sintayehu Beyene è uno dei tanti etiopi che ha lasciato il suo Paese per raggiungere clandestinamente l'Arabia Saudita, ma è finito prigioniero di trafficanti di esseri umani nello Yemen. È stato picchiato e detenuto per nove giorni con altre 30 altre persone, e costretto a consegnare tutti i soldi che aveva con sé prima di essere rilasciato. Ogni anno sono migliaia le persone che dall'Africa cercano di raggiungere clandestinamente l'Arabia Saudita e i paese del Golfo, passando per lo Yemen, in cerca di benessere economico.
I migranti che raggiungono lo Yemen, passano giorni in viaggio via terra o via mare in condizioni umane al limite del sopportabile, e arrivano infine a Haradh. I gruppi armati pagano ai 'trasportatori' una cifra che può variare dai 98 ai 390 euro a persona. Una volta approdati  sulle coste yemenite vengono consegnati nelle mani di questi gruppi, spesso dopo un'attesa di ore sotto il sole, senza cibo né acqua. Dopo essere stati presi in consegna dalle organizzazioni criminali, i migranti vengono fatti stazionare in piccoli campi allestiti nelle zone desertiche nei dintorni di Harath. Le regole sono chiare: se i migranti non pagano una 'tassa' ai trafficanti, non potranno raggiungere il confine con l'Arabia Saudita. I migranti che non possono, o non vogliono, pagare la suddetta 'tassa', vengono rinchiusi in condizioni terribili. Sottoposti a torture, privati dei propri pochi averi personali, molti di loro vengono costretti a chiamare familiari o amici per farsi inviare la somma richiesta dai trafficanti. In un articolo del 2 giugno, Bloomsbury cita un'intervista a Wondiya Goshu, 31 anni. Egli racconta di aver lasciato l'Etiopia lo scorso anno per raggiungere l'Arabia Saudita. Gli yemeniti lo hanno rapito dalla barca, poi hanno contattato i suoi amici e i suoi parenti per chiedere un riscatto di 685 euro. Egli racconta di essere rimasto per 28 giorni con altre 60 persone in un campo pieno di pidocchi, sopravvivendo con acqua tiepida e piccole porzioni di riso. In una relazione pubblicata a maggio dal titolo "Yemen's torture camps: abuse of migrants by human traffickers in a climate of impunity", Hrw (Human Rights Watch) afferma che i campi di traffico sono vicini alla città di Haradh; in alcuni di essi funzionari governativi collaborano con i contrabbandieri in una attività che può alimentare l'80% dell'economia del territorio. "I funzionari avvertono i trafficanti di imminenti raid, li liberano dalle prigioni quando vengono arrestati, e in alcuni casi, li aiutano a catturare e detenere i migranti". Il numero di migranti africani nella città settentrionale yemenita di Haradh è aumentato di 10 volte tra gennaio e marzo. I migranti che raggiungono via mare lo Yemen da Dijbouti o dalla Somalia è aumentato del 56% rispetto al 2013. Secondo il Rmms (Regional Mixed Migration Secretariat) con sede a Nairobi, l'82% dei migranti sono etiopi.
Hamid Alawadhi, vice-ministro degli esteri yemenita per gli affari politici, afferma: "Il trattamento degli etiopi nello Yemen non è stato discusso nel corso di un recente incontro tra funzionari governativi delle due nazioni. Il governo prende il rapporto del Hrw molto seriamente, inoltre ha formato un comitato dove tutte le autorità saranno chiamate a discutere di queste accuse". Egli poi aggiunge che il sostegno delle istituzioni internazionali e le risorse economiche del Paese non sono sufficienti per affrontare questo flusso di migranti. 06/06/2014 YEMEN - ÁFRICA. Aumente el tráfico de seres humanos en el Yemen. Cada año, más de diez mil personas pasan por el territorio de Yemen para llegar a Arabia Saudita, pero son capturados por los grupos armados, robados, torturados y obligados a pagar un "impuesto" dejarlos pasar. "Los recursos económicos del país y el apoyo de las instituciones internacionales no son suficientes para hacer frente a este fenómeno de la inmigración." Sanaa (AsiaNews / Agencias) - Sintayehu Beyene es uno de los muchos etíopes que dejaron su país para llegar clandestinamente a Arabia Saudita, pero terminó prisionero de los traficantes de personas en Yemen. Él fue golpeado y detenido durante nueve días con otras 30 personas, y obligó a entregar todo el dinero que tenía con él antes de ser liberado. Cada año hay miles de personas que de forma clandestina de África intentan llegar a Arabia Saudita y países del Golfo, a través de Yemen, en busca del bienestar económico. Los migrantes que llegan a Yemen, pasan días de viaje por tierra o por mar en condiciones humana duras de llevar, y finalmente llegan a Haradh. Los grupos armados pagan a los "portadores" una cifra que puede variar desde 98 hasta 390 euros por persona. Una vez desembarcado en la costa de Yemen se entregan a manos de estos grupos, a menudo después de esperar durante horas al sol sin agua ni comida. Después de ser adquiridos por las organizaciones criminales, los migrantes son retenidos en pequeños campamentos instalados en las zonas desérticas cerca de Harath. Las reglas son claras: si los inmigrantes no pagan una "cuota" a los traficantes, no pueden llegar a la frontera con Arabia Saudita. Los migrantes que no pueden, o no quieren pagar el "impuesto", son detenidos en condiciones deplorables. Torturados, privados de sus pocas pertenencias personales, muchos de ellos se ven obligados a llamar a familiares o amigos para que le envíen la cantidad requerida por los traficantes. En un artículo del 2 de junio, Bloomsbury cita una entrevista con Wondiya Goshu, 31 años. Dijo que dejó Etiopía el año pasado para llegar a Arabia Saudita. Los yemeníes lo secuestraron desde el barco, luego se pusieron en contacto con sus amigos y familiares para pedir un rescate de € 685. Dice que estuvo durante 28 días con otras 60 personas en un campo lleno de piojos, sobreviviendo con agua tibia y pequeñas porciones de arroz. En un informe publicado en mayo titulado "campos de tortura de Yemen: el abuso de migrantes por los traficantes de personas en un clima de impunidad", HRW (Human Rights Watch) afirma que los campos de tráfico están cerca de la ciudad de Haradh; en algunos de ellos funcionarios del gobierno colaboran con los traficantes en una actividad que puede alimentar el 80% de la economía local. "Los funcionarios advierten a los traficantes de ataques inminente, liberándolos de la cárcel cuando son detenidos, y en algunos casos, les ayudan a capturar y detener a los inmigrantes." El número de inmigrantes africanos en la ciudad septentrional Yemenita de Haradh ha aumentado 10 veces entre enero y marzo. Los migrantes que llegan a Yemen por mar o por Dijbouti de Somalia se ha incrementado en un 56% en comparación con 2013. Según los Rmms (Regional Mixed Migration Secretariat) con sede en Nairobi, el 82% de los migrantes son etíopes. Hamid Alawadhi, el viceministro de Exteriores de Yemen para asuntos políticos, dijo: "El tratamiento de los etíopes en Yemen no ha sido discutido durante una reciente reunión entre funcionarios del gobierno de las dos naciones. El Gobierno toma muy en serio el informe de HRW,. También formó un comité donde todas las autoridades serán llamados para discutir estas acusaciones". Y añade que el apoyo de las instituciones internacionales y los recursos económicos del país no son suficientes para hacer frente a esta afluencia de inmigrantes.

KING SAUDI ARABIA --- io non sapevo di quest'altro traffico di esseri umani, io non ne avevo mai sentito parlare! ORA è TUTTO CHIARO! è LA TUA SATANICA RELIGIONE, CHE, PERMETTE TUTTO QUESTO ORRRORE: CHE, TU POSSA ESSERE STRAMALETTO ALL'INFERNO QUANTO PRIMA! ] 06/06/2014. YEMEN - AFRICA. Increase in human trafficking in Yemen. Each year, more than ten thousand people pass through Yemen to reach Saudi Arabia, but are captured by armed groups, robbed, tortured and forced to pay a "tax" to be released. "The economic resources of the country and the support of international institutions are not enough to tackle this phenomenon of immigration." Sanaa (AsiaNews / Agencies) - Sintayehu Beyene is one of the many Ethiopians who left his country to clandestinely reach Saudi Arabia, but he ended up a prisoner of human traffickers in Yemen. He was beaten and detained for nine days with 30 other people, and forced to hand over all the money he had with him before being released. Every year there are thousands of people who clandestinely leave Africa trying to reach Saudi Arabia and the Gulf countries, through Yemen, in search of economic well-being. The migrants who reach Yemen, spend days traveling by land or by sea in inhuman conditions, and eventually arrive at Haradh. The armed groups pay the 'transporters' a figure that can vary from 98 to 390 Euros per person. On landing on the Yemeni coast, they are delivered into the hands of these groups, often after waiting for hours in the sun without food or water. After being taken over by criminal organizations, the migrants are imprisoned in small camps set up in the desert areas near Harath. The rules are clear: if migrants do not pay a 'fee' to the traffickers, they cannot reach the border with Saudi Arabia. Migrants who cannot, or will not, pay the 'tax', are detained in appalling conditions. Tortured, deprived of their few personal belongings, many of them are forced to call family or friends to send the amount demanded by the traffickers.
In an article dated 2 June, Bloomsbury cites an interview with 31 year old Wondiya Goshu. He said he left Ethiopia last year to reach Saudi Arabia. The Yemenis kidnapped him from the boat, then they contacted his friends and relatives to ask for a ransom of € 685. He says he was held for 28 days with 60 other people in a camp full of lice, surviving on warm water and small portions of rice. In a report published in May entitled "Yemen's Torture Camps: Abuse of Migrants by Human Traffickers in a Climate of Impunity," HRW (Human Rights Watch) states that the trafficking camps are near Haradh, where some government officials assist smugglers in an activity that may be responsible for about 80 percent of the area's economy. "Officials have more frequently warned traffickers of raids, freed them from jail when they are arrested, and in some cases, have actively helped the traffickers capture and detain migrants". The number of African migrants in the Yemeni northern city of Haradh has increased 10 times between January and March. The migrants who reach Yemen by sea or by Dijbouti from Somalia has increased by 56% compared to 2013. According to the RMMS (Regional Mixed Migration Secretariat) based in Nairobi, 82% of migrants are Ethiopians. Hamid Alawadhi, the Yemeni deputy-foreign minister for political affairs, said: "the treatment of Ethiopians in Yemen wasn't discussed during a recent meeting between government officials of the two nations, but the government takes the HRW report seriously and has formed a committee including all authorities accused to discuss its allegations ." He then adds that the support of international institutions and economic resources of the country are not sufficient to deal with this influx of migrants.

06/07/2014. AFGHANISTAN - INDIA. Three Taliban arrested over kidnap of Indian Jesuit. The Indian Ministry of Foreign Affairs confirms that "the situation is very delicate." A group of tribals in Tamil Nadu organize a prayer vigil to demand the release of the priest.
Kabul (AsiaNews / Agencies) - The government of Afghanistan is following "some concrete leads" in relation to the kidnap of Indian Jesuit Fr. Alexis Prem Kumar SJ, on 2 June. This is according to the Indian Ministry of Foreign Affairs, who have confirmed the arrest of three Taliban militants. The Ministry spokesman has added that "Afghanistan is working on all fronts" to free the priest, but there are no other details because "the situation is very delicate."
In recent days, some local media claimed that Fr. Alexis was in Afghanistan in relation to the Indian diplomatic mission in the country, and for this reason was arrested. His abduction in fact occurred ten days after a suicide bombing at the Indian consulate in Herat, the province where he was a Jesuit.
However, the Indian Ministry of Foreign Affairs has denied "any involvement" of the priest with the government in New Delhi. "He is an Indian citizen - they add - but he is there with an NGO. He has no links to the Indian government, the diplomatic mission or consulate."
Since 2011, Fr. Alexis has headed the Afghan section of the Jesuit Refugee Service (JRS). Every year, this NGO provides educational services, health care and social assistance to more than 500 thousand refugees and internally displaced persons worldwide. In 2013, the JRS helped more than 6 thousand Afghans returning from Iran and Pakistan.
Meanwhile, statements and expressions of solidarity for Fr. Alexis and his family continue to arrive. A group of tribals in Kodaikanal, Tamil Nadu village where the Jesuit worked before leaving for Afghanistan, organized a prayer vigil on June 4 last. "He worked with our kids - they tell - and at the same time with the Sri Lankan refugees. Many of us benefited from his commitment and his dedication. If we have houses and identity documents is only thanks to him." In his honor, volunteers and activists in the area are organizing a silent march on June 11.
06/06/2014 AFGHANISTAN - INDIA. Gesuita rapito in Afghanistan, il padre: Aiutava i poveri, perché l'hanno rapito? Non ci sono novità sul sequestro di p. Alexis Prem Kumar sj, indiano a capo della sezione afghana del Jesuit Refugee Service (Jrs). Il padre, Anthony, racconta dell'ultimo incontro con il figlio: "Mi diceva che anche se, l'Afghanistan era ancora sotto il giogo di violenze continue, l'area in cui lui lavorava era pacifica e non dovevo preoccuparmi per lui". 07/06/2014 10:45
AFGHANISTAN - INDIA. Arrestati tre talebani per il sequestro del gesuita indiano. Il ministero indiano degli Affari esteri conferma che "la situazione è molto delicata". Un gruppo di tribali in Tamil Nadu ha organizzato una veglia di preghiera per chiedere la liberazione del sacerdote. Kabul (AsiaNews/Agenzie) - Il governo dell'Afghanistan sta seguendo "alcune piste concrete" in relazione al sequestro del gesuita indiano p. Alexis Prem Kumar sj, avvenuto il 2 giugno scorso. Lo rivela il ministero indiano degli Affari esteri, confermando l'arresto di tre militanti talebani. Il portavoce del dicastero ha aggiunto che "l'Afghanistan sta lavorando su tutti i fronti" per liberare il sacerdote, ma non ha aggiunto altri dettagli perché  "la situazione è molto delicata".
Negli ultimi giorni alcuni media locali hanno sostenuto che p. Alexis fosse in Afghanistan in relazione alla missione diplomatica indiana nel Paese, e che per questo sia stato sequestrato. Il suo rapimento infatti è avvenuto dieci giorni dopo un attentato suicida al consolato indiano di Herat, la stessa provincia in cui si trovava il gesuita.
Tuttavia il ministero indiano degli Affari esteri ha negato "qualunque coinvolgimento" del sacerdote con il governo di New Delhi. "Egli è un cittadino indiano - si aggiunge - che è lì con una ong. Non ha alcun legame con il governo indiano, la missione diplomatica o il consolato".
Dal 2011 p. Alexis dirigeva la sezione afghana del Jesuit Refugee Service (Jrs). Ogni anno questa ong fornisce servizi educativi, sanitari e assistenza sociale di base a oltre 500mila rifugiati e profughi interni in tutto il mondo. Nel 2013 il Jrs ha aiutato più di 6mila afghani di ritorno dall'Iran e dal Pakistan.
Intanto, non si fermano le dichiarazioni e le manifestazioni di solidarietà a p. Alexis e alla sua famiglia. Un gruppo di tribali di Kodaikanal, villaggio del Tamil Nadu in cui il gesuita ha lavorato prima di partire per l'Afghanistan, ha organizzato una veglia di preghiera il 4 giugno scorso. "Lavorava con i nostri bambini - raccontano alcuni - e al tempo stesso con i rifugiati srilankesi. Tanti hanno beneficiato del suo impegno e della sua dedizione. Se abbiamo avuto case e documenti di identità è solo grazie a lui". In suo onore, i volontari e gli attivisti della zona organizzeranno una marcia silenziosa il prossimo 11 giugno.

07/06/2014 AFGHANISTAN - INDIA. Arrestati tre talebani per il sequestro del gesuita indiano. Il ministero indiano degli Affari esteri conferma che "la situazione è molto delicata". Un gruppo di tribali in Tamil Nadu ha organizzato una veglia di preghiera per chiedere la liberazione del sacerdote.
07/06/2014 TAIWAN - CINA. A Taiwan, anche l'opposizione vuole dialogare con Pechino. Tsai Ing-wen, capo del Dpp (Partito democratico progressista) vuole incontrare Zhang Zhijun (張志軍), il ministro cinese incaricato per le relazioni con Taiwan; il sindaco di Tainan ha incontrato il sindaco di Shanghai. Un contributo per togliere le ambiguità al "consenso" sulla "unica Cina".
07/06/2014 SRI LANKA. Sri Lanka, il grido di una madre: Mio figlio, ucciso dalla polizia per difendere i suoi compagni. In un'intervista ad AsiaNews Mary Swarnakanthi parla del figlio Roshen, morto a 21 anni mentre partecipava a una manifestazione nella Zona di libero commercio, dove faceva l'operaio. Un ragazzo cattolico "dal cuore buono e gentile, responsabile, che non aveva pregiudizi, né compiva discriminazioni". La donna chiede "giustizia e indagini appropriate per quanto accaduto".

'incontro di preghiera: Shimon Peres e Mahmoud Abbas. 07/06/2014 ORTODOSSI - VATICANO [ si ragazzi, ANCHE IO PREGHERò INSIEME A VOI IN GINOCCHIO, E CON ABBONDANZA DI LACRIME! ANCHE SE NESSUNO LO IMMAGINA, IO IN REALTà MI COMMUOVO TROPPO FACILMENTE! ] Bartolomeo: Cristiani uniti, veri catalizzatori della pace in Medio Oriente. Il patriarca ecumenico arriva oggi a Roma per prendere parte all'incontro di preghiera con papa Francesco, Shimon Peres e Mahmoud Abbas. L'incontro di preghiera ha un significato più importante dei risultati immediati. Istanbul (AsiaNews) - Il patriarca ecumenico Bartolomeo arriva stasera a Roma, per partecipare alla preghiera per la pace di domani, su invito del Papa  Francesco.

Ecco perché, la prima battaglia, della prossima guerra mondiale, sarà quella, della distruzione totale, del sistema satellitare terrestre!

CON I SATELLITI, E I RAGGI LASER, GLI USA POSSONO INTERCETTARE, ED ABBATTERE I MISSILI BALISTICI, ED ANCHE AEREI IN VOLO OVVIAMENTE! ] La NASA ha testato il sistema laser di trasmissione dati [ QUESTA è LA APPLICAZIONE CIVILE DI UN ARMA SEGRETA ] L'agenzia spaziale statunitense ha testato con successo una nuova tecnologia laser di trasmissione dati. Secondo gli scienziati, il nuovo sistema può trasmettere informazioni utilizzando un fascio laser focalizzato mille volte più veloce rispetto alle tecnologie tradizionali che utilizzano le onde radio. Durante l'esperimento gli scienziati hanno inviato diverse volte un video ad alta definizione alla ISS. L'invio di ogni copia ad una distanza di 418 km (dalla ISS in California) è durato circa 3,5 secondi. Per una simile azione con l’uso delle onde radio ci vorrebbero 10 minuti.  CIA --- MA. VOI LA VOLETE SMETTERE DI USARE LE FREQUENZE DEL MIO CELLULARE, PER SPIARE NEL MIO COMPUTER?

Al Cairo oggi si terrà la cerimonia di insediamento del Presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi. AUGURI MIO PRESIDENTE, MA, NESSUNO CHE CAMMINA NEL SOLCO DELLA SHARIA, POTRà DIRE: "IO HO FATTO QUALCOSA PER EVITARE LA TRAGEDIA! ] In presenza di 12 consiglieri giudiziari autorizzati e di ospiti provenienti da tutto il mondo, il nuovo Capo di Stato giurerà fedeltà al Paese. Le uniche altre persone ammesse alla cerimonia saranno gli operatori della televisione di Stato egiziana, non potranno essere presenti giornalisti stranieri o egiziani non accreditati.
La Russia è rappresentata al Cairo dal portavoce della Duma Sergey Naryshkin. In occasione del giuramento di Al-Sisi, che ha vinto le elezioni tenutesi fra il 26 e il 28 maggio, l'8 giugno è stato dichiarato giorno festivo.

Kerry 322 il sacerdote di satana, se il referendum della Crimea, ecc.. non è valido, poi, nessuna votazione, è più valida! Voi siete un complotto massonico Bildenberg, un regime di: altro tradimento costituzionale, voi siete tutto quello: che, mai, e poi mai, voi avreste dovuto diventare!

Kerry 322 il sacerdote di satana, spera in una riduzione della tensione intorno l'Ucraina, ed allora, poi, perché manda i bombardieri? [ Il segretario di Stato americano John Kerry spera che, nei prossimi giorni saranno intrapresi i passi che ridurranno la tensione attorno alla crisi ucraina, e che, non vi sarà la necessità di introdurre nuove sanzioni contro la Russia [ kerry è impazzito! sanzioni contro la Russia, a motivo di che? ]. Dopo il referendum in Crimea, durante il quale gli abitanti della penisola hanno votato per l'adesione alla Russia, gli Stati Uniti e l'Unione Europea hanno imposto sanzioni contro cittadini russi ( ahhh, quindi, loro ammettono di essere un regime nazista, dal momento che, loro disconoscono i referendum! ). Nel caso di una ulteriore escalation della situazione in Ucraina i Paesi occidentali minacciano la Russia di nuove sanzioni nei confronti di alcuni settori dell'economia. Mosca ha ripetutamente detto che parlare con la Russia il linguaggio delle sanzioni è inadeguato e controproducente.

PUTIN --  E POI, DOVE è tutta QUESTA GRANDE DIFFERENZA? ANCHE VOI PAGATE IL SIGnORAGGIO BANCARIO, A ROTHSCHILD SPA PADRONE, DEL MONDO per SATANA! [ come, il mondo pensa di uscire dalla sua distruzione, avendo, il suo satanismo della sua creazione del denaro, dal nulla con un costo, del 270%, come ha dimostrato lo scienziato Giacinto Auriti? ] Poroshenko è pronto a firmare l'accordo dell'associazione con l'UE. Il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko si è detto pronto a firmare l'accordo dell'associazione con l'Unione Europea appena Bruxelles prenderà la decisione rispettiva, comunica il sito web della presidenza ucraina. "Dobbiamo farlo entro il 27 giugno di quest'anno," ha detto Poroshenko. Secondo le sue parole, la modernizzazione basata sugli standard europei ( ie, standard greci italiani spagnoli? perché, è con il piffero che, la Germania Merkel troika, ti da i suoi standard! ) sarà la chiave per il successo del Paese che permetterà di risolvere molti problemi.[ e come mai, noi siamo, totalmente, sprofondati, nei nostri problemi? ] In precedenza durante il suo discorso inaugurale Poroshenko, ha dichiarato che occorre introdurre il regime senza visti Ucraina-Europa il più presto possibile.

E PERCHé LA NATO ROTHSCHILD HA DECISO, CHE, L'UCRAINA DEVE AVERE PER FORZA UN NEMICO? ] POI, TUTTE LE BELLE PAROLE DELLA MERKEL TROIKA KERRY OBAMA? SONO MENZOGNE, PURA IPOCRISIA! ] IL FATTO CHE UN MILITARE FACCIA POLITICA, FA CAPIRE A TUTTI COME LA EUROPA SIA DIVENTATA UN REGIME MASSONICO SPIETATO! MOLTE COMMISSIONI TECNINE NON SONO PIù SOTTO IL CONTROLLO DEL PARLAMENTO EUROPEO E POI, CI IRRORANO CON SCIE CHIMICHE [ La NATO sosterrà le riforme del settore della sicurezza e della difesa in Ucraina. Il Segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen si è congratulato con Poroshenko nell'assumere la carica di Presidente dell'Ucraina, ha riconfermato che l'Alleanza sosterrà l'Ucraina nell'attuazione delle riforme su larga scala nel quadro della Commissione NATO-Ucraina, riferisce il sito web del presidente dell'Ucraina. Rasmussen ha sottolineato che la NATO è pronta ad offrire un nuovo pacchetto di misure per sostenere l'Ucraina. "Stiamo concludendo la progettazione di ulteriori misure di sviluppo per fornire l'assistenza all'Ucraina e sostenere le riforme nel settore della sicurezza e della difesa," ha detto Rasmussen.

king SAUDI ARABIA -- Tu cosa stai facendo, per risolvere la gravità della crisi a est dell'Ucraina? LA CAVALLERIA DEI CINESI CHE TI MANDERò, PUò COMBATTERE CONTEMPORANEAMENTE, LA GUERRA, CHIMICA, BATTERIOLOGICA E NUCLEARE, INFATTI, I CAVALLI SONO SCHERMATI, ED HANNO LE MASCHERE ANTIGAS! TU QUANTI CAVALLI HAI? ] Matvienko: il mondo deve capire la gravità della crisi a est dell'Ucraina. La Russia spera che la comunità internazionale capisca la gravità della crisi umanitaria nella parte orientale dell'Ucraina, ha detto il presidente del Consiglio della Federazione Valentina Matvienko ai giornalisti russi. Secondo le sue parole, la Russia opera rigorosamente all'interno del quadro giuridico in base al diritto internazionale. "Vogliamo entrare in contatto con la comunità internazionale per far capire la gravità della crisi e farli diventare nostri alleati. Pertanto, possiamo fornire assistenza ai rifugiati che arrivano in Russia", ha detto il presidente del Consiglio della Federazione Russa.

Breaking Generational Curses. Speaking of curses.
Generational curses are judgments that are passed on to individuals because of sins perpetuated in a family in a number of generations. ] [ The Bible mentions “generational curses” in several places (Exodus 20:5; 34:7; Numbers 14:18; Deuteronomy 5:9). It sounds unfair for God to punish children for the sins of their fathers. However, this is looking at it from an earthly perspective. God knows that sin is passed down from one generation to the next. When a father has a sinful lifestyle, his children are likely to have the same sinful lifestyle as well. That is why it is not unjust for God to punish sin to the third or fourth generation – because they are committing the same sins their ancestors did. They are being punished for their own sins, not the sins of their ancestors. The Bible specifically tells us that God does not hold children accountable for the sins of their parents (Deuteronomy 24:16). Moses addressed this issue when the Israelites were preparing to enter the promised land.  He told the new generation that was preparing to enter in that they would not enter unless the dealt with their own personal sins and also the sins of their fathers. The account can be found in Leviticus 26:39-42, 39. And they that are left of you shall pine away in their iniquity in your enemies' lands; and also in the iniquities of their fathers shall they pine away with them.
40. If they shall confess their iniquity, and the iniquity of their fathers, with their trespass which they trespassed against me, and that also they have walked contrary unto me;
41. And that I also have walked contrary unto them, and have brought them into the land of their enemies; if then their uncircumcised hearts be humbled, and they then accept of the punishment of their iniquity: 42. Then will I remember my covenant with Jacob, and also my covenant with Isaac, and also my covenant with Abraham will I remember; and I will remember the land. There are four Curses in the Bible I think it would be wise to plead the blood of the lamb for removal of -- with ALL sincerity.  UNLESS - you are already saved by the blood of Christ.  In that case - rest assured even the curses below are forgiven. None of these curses effects your ultimate salvation if you have your faith in Jesus Christ. When we become Christians, we are new creations (2 Corinthians 5:17): 17 "Therefore if any man be in Christ, he is a new creature: old things are passed away; behold, all things are become new".   The cure, then, for a generational curse is faith in Christ and a life consecrated to Him (Romans 12:1-2):  They do give Satan "ammunition" to set up roadblocks for your life, however -except for those who are saved. Removal of these may just help your health and/or prosperity. You may think I'm being superstitious - see below how both Nehemiah & Daniel took these very serious. So, be safe and ask Jesus to cut any generational ties to you and anyone in your family who may have begun these curses. Ask Him to also cut any of these ties between you and your children and grand children.
CURSE THOSE THAT CURSE ISRAEL:
Genesis 12:3: "And I will bless them that bless thee and curse him that curseth thee; and in thee shall all nations of the earth be blessed." Christians should never forget that Jesus of Nazareth was born a Jew, lived as a Jew, and was proud to be a Jew.  Jesus (Yeshua) was also a rabbi.  It was because the Roman Cornelius of Caesarea was good to the Jews that Cornelius  was the first Gentile to receive the gospel.  In Psalm 122:6 we read; "Pray for the peace of Jerusalem, they shall prosper that love thee." Knowing this - and having eternal gratitude to the Jewish People I do not think it is possible to be a good Christian and not stand with Israel and the Chosen People.  Jesus said "Salvation is of the Jews". BIRTH OUT OF WEDLOCK: This is a 10 generation curse of Deuteronomy 23:2. God commanded that a person of illegitimate birth must be kept out of the congregation of the Lord, and his ancestors for ten generations. See the mighty prayers of which the sins of the fathers were repented of in Nehemiah 9:2-3 and in Daniel 9:5-6. They both took this very serious.
IDOL WORSHIP: This explains why Muslims, Hindu's and other pagans all appear cursed compared to Christian nations.  Because they are.  We need to remember that Muslims do not know who Yahweh (I am/Yeshua) is.  This name appears nowhere in the Qur'an.  Yahweh would not be the God of anyone who denies the suffering and atonement of His only Son on the cross as Muslims and others do. Just think what it would be like to always think you have to do the will of a false god who is not even there (Allah), and to be constantly surrounded by hatred that always "eggs you on" to hate and kill, as Muslims are.
Another curse you may want to plead away is that if anyone anywhere in your family ever bowed down to "Ba'al", "Molech" or any pagan god. Masons do this, many "unknowingly". But that does not release them from this curse -as masonry is idol worship. It is the sin of idol worship.
Idolatry visits the sins of the fathers to the children.
See Exodus 20:4-5 "..visiting the iniquity of the fathers upon the children even unto the third and fourth generation of them that hate me". Freemasonry is also a generational curse.  Freemasonry is also a religion other than Christianity.  Masonry’s practices and doctrines are iniquities laced with idolatry, paganism, the occult, Kabala, fertility cults, Satanism, spiritualism, demonology, and put it into a blender and come up with the Masonic religion.  It is not of God!  It is a false religion; the Harlot of Babylon.  Masons say they offer new candidates "the light".  The light they are actually giving is: Lucifer.  The Christian Bible says that Satan walks to and fro on this earth masquerading as an "angel of light",  that many might be deceived. SOUL TIES: God made marriage to be a covenant. It is coming together under one flesh. In the Old Testament, mere
sexual relations constituted a marriage. So intimacy with someone actually creates a covenant link -- or "soul tie". 
It would be wise to confess this to Jesus and ask that any of these out of marriage sexual relationships ("soul ties") be severed, except from your husband or wife....
So I think it would be wise to plead the blood of the lamb about all of the above - OR - is it necessary at all - since all your sins are forgiven once you accept Jesus Christ's death on the cross as payment for your sins? WE KNOW THERE IS ALSO ANOTHER, ON SATAN. Genesis 3:14 - 15. And the LORD God said unto the serpent, Because thou hast done this, thou art cursed above all cattle, and above every beast of the field; upon thy belly shalt thou go, and dust shalt thou eat all the days of thy life: 15 And I will put enmity between thee and the woman, and between thy seed and her seed; it shall bruise thy head, and thou shalt bruise his heel.

KING SAUDI ARABIA -- VECCHIO COGLIONE! questa brutta storia, di uccidere Israele e tutto il genere umano, perché, tu hai una finta religione: di imperialismo sharia ummah, senza reciprocità, pena di morte blasfemia apostasia? NON POTREBBE MAI ESSERE UNA BUONA STORIA, CHE, POTREBBE FINIRE BENE PER TE! lascia stare, quel succhiatore di scheletri di Rothschild, e vieni con me!

paul mcgrath.  Good stuff Bill.Keep up the great work of explaining islam and it's misconceptions of coexistence. I listen to you up here in New England where the muslim brotherhood will not bring Boston to islam. Mantenere il grande lavoro di spiegare islam ed è malintesi di convivenza. Ascolto voi qui nel New England, dove i Fratelli Musulmani non porterà Boston a islam. [/watch?v=_y8WQdKJITM ] YES ISLAM IS NAZI ONU Bill Warner Speech on Islam

KING saudi arabia -  STAI ALLEGRO! io ho deciso di mandarti i cinesi... hanno una lingua, che è come l'arabo, e tu capisci, soltanto, che tu devi morire! li ho visti in addestramento militare, con la cavalleria, in mezzo ad atomiche che, esplodono! quindi per venire ad ucciderti? non hanno bisogno neanche del petrolio!

QUANDO ROTHSCHILD COSTRINGERà LA RUSSIA, A FARE LA GUERRA MONDIALE, QUALE UCRAINO, O TEDESCO, RIMARRà IN PIEDI? OBAMA, VIENE IN EUROPA, A COLTIVARE I SUOI CADAVERI, E LUI SA MOLTO BENE, TUTTO QUESTO, LUI VIENE INTENZIONALMENTE, A FINIRE DI ROVINARE LA EUROPA DEFINITIVAMENTE!

CreationReal
LA TRAGEDIA DI QUESTI UCRAINI?, è QUALCOSA CHE, VA AL DI LA, DELLA FOLLIA! PERCHé, NOI VOGLIAMO FUGGIRE E LORO VOGLIONO ENTRARE? MA, SE L'EUROPA STA FALLENDO, AFFONDANDO, COME LORO POSSONO GALLEGGIARE? ] presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko aspetta che il sostegno dei Paesi Baltici e scandinavi aiuterà l'Ucraina nel cammino verso l'adesione all'Unione Europea. Sabato Poroshenko ha tenuto una riunione con il capo della Lituania Dalia Grybauskaite, l'ha ringraziata per il suo sostegno dell'Ucraina. "Sicuro che il sostegno che ci dimostrano la Lituania, i Paesi baltici, Scandinavia, Polonia, ci permetterà di pretendere in prospettiva all'adesione all'Unione Europea", cita le parole di Poroshenko il servizio stampa del la presidenza ucraina.

CreationReal
 la MALEDIZIONE DI ROTHSCHILD E IL SUO IMPERIALISMO NWO IMF, CIA NATO! ] PERCHé HITLER TROIA MERKEL NON RICONOSCE PIù LA AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI? [ Matvienko: il mondo deve capire la gravità della crisi a est dell'Ucraina. La Russia spera che la comunità internazionale capisca la gravità della crisi umanitaria nella parte orientale dell'Ucraina, ha detto il presidente del Consiglio della Federazione Valentina Matvienko ai giornalisti russi. Secondo le sue parole, la Russia opera rigorosamente all'interno del quadro giuridico in base al diritto internazionale. "Vogliamo entrare in contatto con la comunità internazionale per far capire la gravità della crisi e farli diventare nostri alleati. Pertanto, possiamo fornire assistenza ai rifugiati che arrivano in Russia", ha detto il presidente del Consiglio della Federazione Russa. Sabato i difensori di Slavyansk hanno abbattuto un aereo da ricognizione a pilotaggio remoto, ha dichiarato l'assistente del comandante della milizia popolare Igor Strelkov. E' avvenuto sul villaggio di Nikolaevka a est di Slavyansk. In precedenza gli autonomisti hanno abbattuto un aereo spia An-30B. Secondo le prime informazioni, sono morti uno dei piloti e alcuni specialisti di osservazione. Altri piloti sono riusciti a saltare fuori con i paracadute. I rappresentanti della parte ucraina hanno denunciato la morte di tre membri dell'equipaggio.

CreationReal

king SAUDI ARABIA --- ma, quanto ti costa, TUTTA la galassia jihadista, per tutto il mondo? di questo passo? tu finirai per consumare tutto il tuo petrolio, velocemente! ] guerriglieri hanno preso in ostaggio studenti e personale dell'università nella città irachena di Ar Ramadi, nella provincia di Anbar, nella parte centrale del paese a ovest di Baghdad. Secondo la polizia, l'attacco è stato organizzato dal gruppo "Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante". Tra il personale del servizio di sicurezza dell'università ci sono morti. Alcune zone ad Ar Ramadi negli ultimi mesi sono controllate dai militanti islamici e da altri gruppi antigovernativi.

CreationReal

Mark Horton  If that is all he said then it is appalling and I hope he sues the police for wrongfull arrest.
Criticizing Islam now Thought Crime UK England  /watch?v=oqwaOG6NsHY&feature=gp-n-y

CreationReal

stop! più pudore! più serietà, stop perversioni! più serietà e pudore, più rispetto per la dignità della vita umana! my JHWH -- TU NON PUOI FERMARE LA MIA IRA OGGI! C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, amen. V. R. S. +! Vadre Retro satana, Allontanati satana! amen. N. S. M. V. +. Amen! Non Suade Mihi Vana. amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! IN NOMINE PATRIS, ET FILII ET SPIRITUI SANCTO +. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!

CreationReal

GRAZIE PUTIN PER TUTTO L'AMORE CHE TU HAI VERSO L'ITALIA! [ dimmi ] CHE cosa FA, L'ISLAMICO JIHADISTA OBAMA GENDER, CHE, lui DA LE ARMI A QUESTI TERRORISTI IN SIRIA? I terroristi iracheni hanno occupato l'università ad Ar Ramadi. I guerriglieri hanno preso in ostaggio studenti e personale dell'università nella città irachena di Ar Ramadi, nella provincia di Anbar, nella parte centrale del paese a ovest di Baghdad. Secondo la polizia, l'attacco è stato organizzato dal gruppo "Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante". Tra il personale del servizio di sicurezza dell'università ci sono morti. Alcune zone ad Ar Ramadi negli ultimi mesi sono controllate dai militanti islamici e da altri gruppi antigovernativi.

CreationReal

QUESTO è VERO: HITLER MERKEL NATO CIA TROIKA NON AMA I GIORNALISTI ] Shoygu chiede di intraprendere tutte le misure per la liberazione dei giornalisti di Zvezda.
Il ministro della Difesa Sergej Shoygu ha chiesto di prendere tutte le misure legali per liberare i giornalisti del canale tv Zvezda, riferisce il Ministero della Difesa.
In precedenza, il Ministero degli Esteri russo ha chiesto l'immediato rilascio dei giornalisti. La guardia nazionale dell'Ucraina ha riferito che i giornalisti sono stati arrestati dai militari e poi consegnati al Servizio di sicurezza dell'Ucraina. I russi sono sospettati di monitoraggio e raccolta di informazioni su un posto di blocco delle forze di sicurezza ucraine. 7 giugno 2014, Mosca esorta Kiev a fermare le azioni illegali contro i media. Mosca esorta Kiev a fermare le azioni illegali contro i giornalisti russi e stranieri e garantire la loro sicurezza in conformità con le norme e gli standard internazionali, si dice nel comunicato del Ministero degli Esteri russo. Il dicastero ha evidenziato che certe forze in Ucraina non sono ovviamente interessate in una soluzione pacifica della crisi politica nel Paese. Il Ministero degli Esteri ha sottolineato che attende dalle organizzazioni internazionali competenti e in primo luogo dal rappresentante dell'OCSE per la libertà di stampa, Dunja Mijatovic, la valutazione principale della situazione intollerabile nei confronti dei giornalisti russi in Ucraina. [[ Donetsk, ucciso un assistente del capo della Repubblica. Nel centro di Donetsk sconosciuti hanno ucciso un assistente del capo del Consiglio Supremo della Repubblica Popolare di Donetsk Denis Pushilin, comunica l'ufficio stampa dello stato autoproclamato. ]] Gli sconosciuti hanno mitragliato l'auto in cui c'era un assistente di Pushilin. L'uomo è morto subito. Pushilin è stato eletto presidente del Consiglio Supremo della Repubblica popolare di Donetsk il 15 maggio. L'11 maggio a est dell'Ucraina si è tenuto un referendum, dopodiché i sostenitori della federalizzazione nelle repubbliche di Donetsk e di Lugansk hanno dichiarato la propria sovranità.

CreationReal

come fa, un nazista della Sharia, che, è la negazione: dei diritti umani, a rappresentare i diritti umani? NON VI PERMETTETE! GIURO, CHE, IO VI RENDO LA VITA IMPOSSIBILE! TUTTI I PAESI DELLA LEGA ARABA, DEVONO ESSERE CACCIATI DALL'ONU.. ONU è DIVENTATO UN CRIMINE ASSOLUTO CONTRO I DIRITTI UMANI! ] 7 giugno 2014, Il nuovo alto commissario dell'ONU per i diritti umani sarà un giordano. OBAMA HA DICHIARATO, ANCORA UNA VOLTA, DI VOLERE LA MORTE DI ISRAELE! ] [ nuovo alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani sarà un diplomatico giordano, il principe Zeid Ra'ad Zeid Al-Hussein. La sua nomina è stata ufficializzata venerdì dal segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon. La candidatura del diplomatico dovrà essere formalmente approvata in una riunione dell'Assemblea Generale. I Paesi membri possono decidere autonomamente se occorre e quando avverrà la votazione su questo argomento. Attualmente, Al-Hussein è il rappresentante permanente della Giordania presso l'ONU. Dovrà sostituire Navanethem Pillay che occupava la carica di alto commissario per i diritti umani dal settembre 2008.

CreationReal

my JHWH --- si! Europa Bildenberg, nazi sharia gender anticristo, abominio massonico!

CreationReal

EUROPA NAZISTA ha fatto! PioXI paganesimo sacrilegio nazista enciclica Mit brennender Sorge PioXI paganesimo sacrilegio nazista enciclica Mit brennender Sorge
per punire la "anti-nazista enciclica Mit brennender" Hitler ordina la elimizione di tutti i crocifissi dalle aule scolastiche, che la stessa cosa che la EUROPA NAZISTA ha fatto! /watch?v=LJ2IZtGtvd8

I HAVE REASON, when I said: "Satan is less dangerous than Rothschild!"! In fact, by Satan, we can defend, ourself, but, by Rothschild, because of Merkel Bildenberg Troika IMF? no one can defend!

CreationReal

king SAUDI ARABIA --- IO HO RAGIONE, quando ho detto: "Satana è meno pericoloso di Rothschild!"! infatti, da satana, ci possiamo difendere, ma, da Rothschild, per colpa della Merkel Bildenberg Troika? nessuno si può difendere!

CreationReal

/DraganGrazic/discussion even though there are a few good muslims  islam is by far the worst thing that ever happend to the world being muslim should be a crime with for wich you can be executed on the spot.. Anonymous Warns UK citizens Islamic invasion
[ ANSWER] è vero amico mio, quello che tu hai detto, ma, in realtà, neanche satana stesso: è peggio di Rothschild FMI il fariseo del Talmud! .. è da lui che, sono nati i Bush 322 Kerry Obama gender, Merkel Troika, Bildenberg anticristo ecc.. ! [ANSWER] is true, my friend, what you said, but, in fact, not even Satan himself is worse than the Pharisee Talmudic Rothschild IMF! .. Is he that is born Bush 322 Kerry gender Obama, Merkel Troika, Bildenberg antichrist etc. ..! /watch?v=UnS6Ib9eNy0


Binyamin Netanyahu -- perché, tu temi di distruggere: la LEGA ARABA, in 2 ore? loro non avranno nessuna esitazione, quando: Rothschild dirà loro, che, è giunto: il loro momento!

MY JHWH HOLY -- quell'usuraio, commerciante di schiavi di Rothschild? lui è capace, di succiare il sangue, anche, a quel povero disgraziato di Satana!

ALBERT PIKE MAZZINI E TRE GUERRE MONDIALI ] una emorroide di Satana? si chiama Rothschild IL FARISEO TALMUD! 07 giugno 2014 20:46 [ Non riuscito (impossibile convertire il file video) PERCHé ISRAELE NON DEVE CAPIRE CHE STA PER MORIRE!

GHEDDAFI DISSE CHE AL-QAEDA, ERA UNA INVENZIONE USA! CHE 11-09, ERA UN AUTO-ATTACCO, ECCO PERCHé è STATO UCCISO! ] USA SONO IL PAESE PIù TERRORISTA JIHADISTA DEL MONDO! Churkin: in Siria si prospetta un nuovo giro di vite sulla guerra civile. In Siria ci si può aspettare un nuovo giro di vite sulla guerra civile ed un aumento delle forniture di armi dall'Occidente, ha dichiarato ai giornalisti il ​​rappresentante permanente della Russia presso l'ONU Vitaly Churkin. Secondo il diplomatico, la maggior parte di coloro che combattono contro le autorità siriane sono organizzazioni terroristiche, tra cui molte sono internazionali. La loro attività minaccia direttamente non solo l'Europa occidentale, che è più vicina alla Siria, ma anche gli Stati Uniti. Ha evidenziato che i combattimenti in Siria continuano, tra cui, la lotta per un deposito di armi chimiche che ostacola l'operazione della distruzione dell'arsenale chimico del Paese, che dovrebbe terminare il 15 luglio.

tutte le belle BUGIE DI TROIKA HITLER NAZI MERKEL TROIKA NATO IMPERIALISMO ROTHSCHILD ] I difensori di Slavyansk nelle ultime 24 ore hanno distrutto 20 degli 80 veicoli blindati dell'esercito ucraino, concentrati nei pressi della città, ha dichiarato il sindaco popolare Vyacheslav Ponomarev. Ha anche confermato che è stato abbattuto un aereo dell'aeronautica militare ucraina An-30. A causa del bombardamento del centro della città è morta una donna.

Unione dei giornalisti della Russia: ai NAZI TROIKA MERKEL KIEV hanno detto: "nessuno ha il diritto di trattenere i giornalisti che svolgono il loro dovere. Il Capo del comitato per protezione della libertà di stampa e dei diritti dei giornalisti dell'Unione dei giornalisti della Russia Pavel Gutinov ha richiesto il rilascio dei colleghi e un'indagine approfondita sulla detenzione dei giornalisti del canale Zvezda. Ha sottolineato che gli eventi che stanno accadendo in Ucraina potranno minacciare l'istituzione del giornalismo in tutto il mondo che, al contrario, deve essere salvaguardata, perché il giornalismo non è strumento di guerra dell'informazione.
Gutionov dichiara che nessuno ha il diritto di trattenere i giornalisti che fanno il loro dovere e ha dichiarato che l'Unione si rivolge a tutte le organizzazioni internazionali e ucraine per far liberare i colleghi.

Poroshenko NEUTRALE, dice: "non può esserci pace finché non saranno ristabiliti i rapporti con la Russia [ allora, TU NON PUOI FARE LA NATO SPA ROTHSCHILD IN UCRAINA! ] In Ucraina non può esserci pace finché le autorità del Paese non ristabiliscono i rapporti con la parte russa, ha dichiarato il presidente ucraino Petro Poroshenko nel suo discorso inaugurale. politico ha anche promesso l'amnistia ai partecipanti del conflitto nell'est dell'Ucraina per coloro che non hanno commesso reati gravi. "Io come presidente nel prossimo futuro andrò nell’est in pace", ha detto Poroshenko.

my JHWH -- TU NON PUOI FERMARE LA MIA IRA OGGI! C. S. P. B. +. Amen! Crux Sancti Patris Benedecti. C. S. S. M. L. +. Amen! Crux Sacra Sit Mihi Lux. amen. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, amen. V. R. S. +! Vadre Retro satana, Allontanati satana! amen. N. S. M. V. +. Amen! Non Suade Mihi Vana. amen. S. M. Q. L. +. Amen! Sunt Mala Quae Libas. amen. I.V. B. +. Amen! Ipsa Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF! IN NOMINE PATRIS, ET FILII ET SPIRITUI SANCTO +. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!

Muhammad's bad news of course!

Agenda LEGA ARABA, nazi sharia, da tutti è conosciuto! Prima, si fa il genocidio, di tutti gli israeliani, e poi, si conquista ROMA! Questo è scritto nel Corano, impulso segreto, di dominare il mondo, quando si dice: "il musulmano che, tradisce la sua religione, apostasia, lui deve essere ucciso!" che, poi, è proprio quello che, loro fanno! [ dove è l'ONU nazi? ] Quindi, è la LEGA ARABA, che, deve essere sterminata! Se, vi era una strada pacifica, loro sarebbero già venuti da me! Musulmani hanno deciso di giocare, drammaticamente, il tutto per tutto! Musulmani non erano così, 70 anni fa, ma, Rothschild ha guastato i musulmani, per farli morire, insieme agli israeliani! Merkel TRoika, non sa, che, Israele è l'ultimo suo baluardo, prima della islamizzazione della Europa? si lo sa, loro Bildenberg, sono gli anticristo, che, non hanno nessuna medicina, contro, gli islamici, perché, il loro vero obiettivo, è quello, di distruggere il cristianesimo! ] Binyamin Netanyahu's Statements Raise Fears of 'Disengagement'. PM 'doesn't want one state from Sea to Jordan, must separate from Palestinians,' after ruling out talks. MKs warn of unilateral steps.6/6/2014, at Security and Defense Committee meeting: Binyamin Netanyahu at Security and Defense Committee meeting. Prime Minister Binyamin Netanyahu reportedly made controversial statements in a closed meeting on Monday, saying "I don't want one state from the (Mediterranean) Sea to the Jordan (River)...we must separate from the Palestinians." Journalist Ze'ev Kam of Makor Rishon on Friday exposed the statements that were made during a Knesset Foreign Affairs and Defense Committee meeting. Several of the MKs who attended, both from the political right and left, reportedly called Netanyahu's statements dramatic and requiring clarification, and warned that they hinted plans for unilateral action. The gist of Netanyahu's address to the Committee meeting was the necessity to "arrive at a separation from the Palestinians,". BASTA CON LA POLITICA IPOCRITA, DELLE MEZZE MISURE, DI QUESTI TRAGICI 66 ANNI INUTILI. DI TRAGEDIE, DI PERSONE INNOCENTI, CHE, SONO MORTE INUTILMENTE!. ANDIAMO TUTTI DAVANTI, AL GIUDIZIO DI DIO, SUL CAMPO DI BATTAGLIA! IL TEMPO è GIUNTO, DI FARE PARLARE LE ARMI!

open letter to: KING SAUDI ARABIA [ ti rimprovera lo Spirito Santo! ] tu usi i Media NETWORKTV, di Farisei Illuminati, ed il sistema massonico mondiale Merkel Troika, per uccidere 400, martiri dhimmi, ogni giorno! Come, Sharia Maometto stare all'Inferno insieme, a tutti i satanisti, anche? Come, tu puoi dire, di essere un ministro di Dio, se, poi, tu usi utilizzi: i 322 satanisti, Bush cannibali, Kerry, CIA 666, Rothschild IMF, per uccidere i cristiani innocenti?

open letter to: Susan Rice -- VOI FATE: 500 sacrifici umani, sull'altare di satana: ogni giorno, per fare diventare coglioni: tutti i cervelli di tutti gli ebrei del mondo,

CreationReal
 open letter to: Susan Rice -- che, speranza tu hai, di mettere i musulmani moderati in Siria, se, prima tu non uccidi il King SAUDIA ARABIA Sharia nazi, insieme alla distruzione di tutta la LEGA ARABA UMMAH CALIFFATO OTTOMANO ERDOGAN? QUESTA è L'UNICA LOGICA: " VOI AVETE TRADITO ISRALE! "

MA I TERRORISTI IN SIRIA SONO IL 90%! ] Susan Rice Hints U.S. Providing Weapons to Syrian Rebels. Obama’s National Security Adviser says that the United States is providing "lethal aid" to the moderate Syrian rebels. President Bashar Al-Assad è stato eletto da tutti i siriani sparsi per il mondo! ma, i satanisti 322 i massoni 666, non danno più importanza al popolo dei russofoni, ormai il sistema massonico Rothschild ha gettatola mascera, della democrazia ed è usito il volto vero del DEMONIO DEMO CRAZY BILDENBERG HITLER!


TUTTA LA LEGA ARABA è PEGGIORE DEL NAZISMO, PERCHé, HITLER NON UCCIDEVA: IN NOME DI DIO! NATO, UE USA, BILDENBERG TROIKA, STANNO IN SILENZIO, PERCHé, HANNO BISOGNO DELLA GUERRA MONDIALE PIù SPAVENTOSA DI OGNI ALTRA IMMAGINAZIONE HORROR! ] IO SONO SPAVENTATO DAL MODO DI SATANISTI SALAFITI MASSONI DI FARE POLITICA  [ Qatar to Financially Help Hamas-Fatah, Moussa Abu Marzouk Government. Arab states to help pay the wages of Gaza's public sector workers, says deputy Hamas leader. By Dalit Halevi and Elad Benari. First Publish: 6/6/2014, Hamas deputy leader Moussa Abu Marzouk, who is in charge on behalf of Hamas of the reconciliation with Fatah, confirmed on Thursday that Qatar had agreed to pay the June salaries of public sector workers in Gaza.


ERDOGAN NAZI SHARIA UMMAH, PER LA CONQUISTA BOKO HARAM CALIFFATO, IN TUTTO IL MONDO ] Turkey Condemns Israeli Construction Plans, construction, says it "violates international law." [ MENTRE, FARE IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI, COPTI, ORTODOSSI, CURDI, ECC.. NON AVERE LIBERTà DI RELIGIONE, ROTHSCHILD FARISEO ONU CIA, OCI 322 BUSH, HA DETTO CHE SI PUò FARE!

Hillary Clinton DEMON, Obama ANTICHIRIST I SATANISTI BUSH 322 KERRY [ SATANA AGENDA NWO IMF SPA FED ECB ] -- VOI AVETE UCCISO GHEDDAFI, SOLTANTO PERCHé, LUI STAVA FACENDO UNA BANCA AFRICANA INDIPENDENTE.. VOI SIETE DEI CANNIBALI, VOI SUCCHIATE IL SANGUE DEI POPOLI, VOI NON AVETE NESSUN RISPETTO PER LA DIGNITà DELLA VITA UMANA

Hillary Clinton DEMON: I Supported Arming Syrian Rebels, Obama ANTICHIRIST Refused! [[ MA, QUESTA è LA VERITà, DOPO AVERE STERMINATO TUTTI I CRISTIANI IN KOSOVO, IRAQ, ORA STATE STERMINANDO, TUTTI I CRISTIANI ANCHE IN SIRIA.. I VOSTRI ALLEATI SAUDI ARABIA, ECC.. QUALE DEMOCRAZIA HANNO IN PIù? VOI AVETE PUNITO LE NAZIONI ARABE, CHE HANNO SAPUTO CONSERVARE I CRISTIANI! ]]  THIS IS SATAN SYNAGOGUE IMF ROTHSCHILD 322 NWO. AGENDA GMOS ALIENS ABDUCTIONS! Former Secretary of State says in new book she favored arming Syria's rebels but was overruled by President Obama. By Elad Benari First Publish: 6/6/2014, Former U.S. Secretary of State Hillary Clinton favored arming Syria's rebels early in that country's civil war but was overruled by President Barack Obama, she says in her new memoir, obtained by CBS News. Clinton's book, "Hard Choices", is set for to be released on June 10, but CBS News said Thursday it purchased a copy at a bookstore. “I returned to Washington reasonably confident that if we decided to begin arming and training moderate Syrian rebels, we could put in place effective coordination with our regional partners,” she writes in the book, referring to an overseas trip she made. "The risks of both action and inaction were high. Both choices would bring unintended consequences.

la SHARIA è maschilismo assoluto, perché è intolleranza e brutale razzismo, si uccidono tra di loro come animali, anche, tra sciiti e sunniti! SOLTANTO, CHI VUOLE MALE AD ISRAELE, E A TUTTO IL GENERE UMANO, NON HA ANCORA CONDANNATO LA SHARIA! è IMPOSSIBILE VIVERE CON I MUSULMANI, E CON LA LORO ARROGANTE SUPERIORITà, E VOGLIA DI GENOCIDIO: PALESTINESI DEVONO ESSERE SUBITO DEPORTATI! ] Turkish Man Charged with Electrocuting Wife for Having a Girl. A Turkish man is charged with electrocuting his wife as punishment for giving birth to a girl while on the phone to police who failed to avert the crime, media reported Friday, according to AFP. The 29-year-old from southeastern Diyarbakir province does not deny murdering his wife by placing a live electric cable under her chin as she slept, a day after their second baby girl was born in January, the report said.

la Sharia ha fatto, di ogni musulmano, un terrorista! la sharia è incompatibile, con i diritti umani fondamentali! non deve più esistere un confronto violento, il Palestina, ecco perchè, è indispensabile, che, i Palestinesi devono essere deportati in Siria, quando, la Sharia verrrà abolita? poi, potanno essere richiamati! ] Failed arrest Impunity: Arab Mob Frees Rioter from Border Police Arrest, Video shows just how impossible Israeli soldiers' job has become, after years of leftist-Arab hamstringing. By Gil Ronen. First Publish: 6/5/2014, video uploaded to an Arab account on Facebook shows just how impossible the IDF's job of policing Palestinian Arab rioters has become, after decades in which a sophisticated leftist-Arab effort has made it almost impossible for them to use live fire against their foes. The video shows two Border Policemen arresting a rioter and attempting to put him in their jeep. However, he resists the arrest, and a group of his comrades presses up against the policemen, confident in the knowledge that the chance they will be fired upon is next to nil. The Border Police struggle valiantly with their captive as they are surrounded by the mob and eventually have no choice but to let him escape. Toward the end of the video, one of them expresses anger toward a third policeman, who appears to have been nearby the whole time but preferred to stay out of the confrontation. Leftist infiltration of Israel's court system has led to a situation in which even firing rubber bullets requires permission from high-ranking officers, and the slightest use of force is pounced upon by the media, which demands that the soldier involved be punished. The widespread frustration with this situation recently found expression in the spontaneous Facebook campaign in support of “David the Nahlawi,” a soldier who was videotaped cocking his weapon and bringing a dangerous situation under control in Hevron. The military initially said that he had behaved inappropriately but then backtracked under public pressure.


OCI ONU SHARIA HA FATTO dell'ISLAM UNA RELIGIONE AGGRESSIVA PER LA CONQUISTA genocidio, del GENERE UMANO! nazi sharia Ummah, senza libertà di religione e senza reciprocità, per i dalit dhimmi: è diventata una minaccia per la sopravvivenza, del genere umano, finché, NATO 666 CIA 322 Bush, voglio ottenere la loro guerra mondiale? io ordino che, tutti i Palestinesi devono essere deportati in Siria! ] Arab Attacker Breaks Jew's Skull in Brutal Shavuot Attack, Jewish youths on way to Kotel before Shavuot attacked and injured by armed Arabs; if roles were reversed 'Israel would focus on this only.'By Ido Ben-Porat, Ari Yashar. First Publish: 6/5/2014, A group of young Jews were attacked by Arab hooligans on Tuesday before the holiday of Shavuot in Jerusalem, right near the Dung Gate just to the south of the Old City. The youths were on their way to the Kotel (Western Wall). One of the youths suffered a broken skull in the incident, requiring heavy medical treatment and being evacuated to Hadassah Ein Kerem Hospital for continued treatment. Video footage of the shocking attack can be seen here: According to the youths, they were on their way to the Kotel when one of them stopped by the Dung Gate, the closest gate to the Kotel, to urinate by the side of the road. The group continued, when suddenly they realized a roughly 35-year-old Arab resident was attacking their friend who had stopped. The youths rushed to help their companion, only to find additional Arab hooligans arriving on the scene, several of them armed with baseball bats. At that point one of the Arab attackers struck one of the Jewish youths in the head, as caught on film, severely injuring him. The youth was evacuated to the hospital with a break in his skull and internal bleeding as a result of the heavy blow. He later recalled that the Arab man started shouting at him, claiming that they were on his property, and began strangling him. The Arab attacker was arrested by police, and had his detention extended. "If roles were reversed, it would be in all the headlines" Attorney Itamar Ben-Gvir, who represents one of the attacked Jewish youth for the Honenu legal aid organization, responded to the events, noting how things would have been different if the Jews had been the attackers instead. "If this had occurred in the opposite manner, the entire agenda in Israel would have been busy only on this issue," argued Ben-Gvir. "The media would have spread on thick the red titles, the police would be conducting arrests, and (Justice Minister) Tzipi Livni and (President) Shimon Peres and even the prime minister would have been condemning it." "But when a Jew takes a bat to the head, the hypocrisy celebrates and the media is silent. We demand that the police enforce justice, submit an indictment and ask for the attacker to be arrested until the end of legal proceedings," said Ben-Gvir. Livni, Peres and Prime Minister Binyamin Netanyahu have all been outspoken in their condemnation of "price tag" vandalism attacks by Jews against Arab-owned property.
Aside from physical attacks of the nature of this latest case, numerous incidents of Arab "price tagging", including on the graves of Tannaic scholars in the north and swastikas scrawled on Israeli flags in the heart of Jerusalem, have received notably less, if any, media attention than similar incidents committed by suspected Jewish extremists.

Notes http://www.arrivalofthefittest.com/CS... | This course is a detailed study of the history of dinosaurs and false evidence for evolution in the textbooks. Research the evidence that dinosaurs were carried on the ark and discover the times they were mentioned in the Bible. Read about the many historical and archaeological records of dinosaurs made by man throughout history, from early Babylonian times to present encounters with living dinosaurs. You will learn how most dinosaurs died off, as well as how earlier generations played a great part in their near extinction.
Creation Science College Class 102: The Garden of Eden - Class 08 - Dr. Kent Hovind (replacement)
See how evolutionists have permeated public school textbooks with false and fraudulent information simply to promote their religious worldview. You will uncover the misinformation still found in many textbooks: geologic column, the so-called embryonic recapitulation, and other false assumptions. /watch?v=UdidHJK5T48&index=79&list=UU0XYuc5bFGpVzMqY-F39WoA
Topics: Man lived to be 900, KJV vs NIV NASB, Gap theory, Day age theory, Old earth vs young earth, Canopy of water or ice above atmosphere, More oxygen pre-flood, Hyperbaric oxygen chamber, giant plants, lots of coal, artifacts found in coal, x-ray, Giant people, Regenerating ribs, Giant fossil humans, Giant insects, Cave men in the bible, Cave men mistakes and hoaxes, Lucy, Giant animal fossils, Dinosaurs just large reptiles, Ica stones, Dinosaur and human footprints together, The Bible and health, Cure for cancer, Fluoride, 2 philosophies of law and government, Sharp tooth vegetarians.
http://drdino.com
"Copyright was placed on all Creation Science Evangelism materials (no matter the production date) effective January 1, 2005. PERMISSION IS GIVEN TO DUPLICATE AND DISTRIBUTE OUR PRODUCTS -- within the following guidelines:
1.Materials are to be copied, unedited, unaltered and distributed absolutely free of charge.
2.Under no circumstances are copies of our videos / DVD's / Printed Materials to be sold for any price." - 
http://www.creationtoday.org/about/policies/

Arab with knife. Another Stabbing Attempt Foiled in Samaria. [ NON è PIù POSSIBILE VIVERE NEL TERRORISMO, PERCHé QUESTO DISTRUGGE L'EQUILIBRIO MENTALE, ANGOSCIA, OMICIDI RITUALI SHARIA, PER LA CONQUISTA DEL MONDO CALIFFATO UMMAH, DI APOSTASIA NAZI BLASFEMIA, TUTTI I PALESTINESI DEVONO ESSERE DEPORTATI IN SIRIA.. IL MOMENTO è ARRIVATO!  ] Palestinian Arab terrorist tried to stab a soldier at the Azzun junction. The soldier was unhurt and the terrorist was apprehended. By Elad Benari, Canada. First Publish: 6/6/2014, A Palestinian Arab terrorist in his 20s tried on Friday afternoon to stab an IDF soldier at the Azzun junction in Samaria. The soldier was unhurt and the terrorist was apprehended. The IDF said the stabbing attempt took place as the soldiers were on a routine patrol and arrested a suspicious vehicle for inspection. During the inspection, the troops identified a suspicious object in the pocket of the terrorist, who was one of the passengers in the vehicle. When the terrorist was asked to present the object, he pulled out a knife and tried to stab a soldier. He was taken for questioning by security forces.
Friday’s incident is the latest in a series of terror-related incidents in the region. On Wednesday night, security officials foiled a stabbing attempt outside an IDF base in the Binyamin region. The stabber attempted to attack a soldier outside the base, lunging at him and shouting out anti-Israel and anti-Semitic epithets. Security forces intervened and arrested the perpetrator. Security forces on Tuesday evening apprehended a Palestinian Arab terrorist who tried to stab a soldier at an IDF base near the town of Beit El in the Binyamin region. According to the IDF, the terrorist was caught as he was moving towards the entrance of the base while holding a knife, a PLO flag and shouting “Allahu Akbar.” The soldier was not harmed, and the terrorist was taken in for questioning. On Monday night, a terrorist opened fire at Border Police soldiers who were stationed at the Tapuah Junction in Samaria, near the city of Ariel. The soldiers returned fire and killed the terrorist. One soldier was lightly wounded in the incident and was treated at the scene by army medics. That incident came three days after security forces apprehended an Arab terrorist wearing a bomb belt at the same location.

lorenzoALLAH
7 aprile 2014 [ chi ha mai spiegato a questa gente che sono diventati gli schiavi di rothschild per comprare dalui il loro denaro ad interesse? ] Crisi: Grecia, famiglie sempre più in difficoltà. Anche in Grecia a pagare di più per la crisi economica sono le famiglie. Nel 2012 circa la metà delle famiglie greche hanno dovuto sopravvivere con meno di 800 euro al mese. É quanto risulta dagli ultimi dati degli uffici delle imposte pubblicati dal quotidiano ateniese Kathimerini in base ai quali l'anno scorso 2.751.856 contribuenti, con coniugi e figli a carico, hanno dichiarato un reddito annuo inferiore ai 9.500 euro.
Di questi nuclei famigliari, circa uno su tre è proprietario di immobili con un valore inferiore a 100mila euro, mentre 600mila famiglie sono proprietarie di un immobile con un valore compreso fra 100mila e 150mila euro, ma hanno un reddito inferiore a 9.500 euro annui. Pur ammettendo una certa percentuale di evasione fiscale appare comunque evidente una difficoltà complessiva dei nuclei familiari.
Rispetto all'anno prima, infatti, le famiglie con un reddito annuo inferiore ai 9.000 euro sono aumentate in 12 mesi di 207.743 unità. Nel 2012, 2.339.670 famiglie hanno dichiarato un reddito annuo al di sotto della soglia di 9.000 euro, mentre nel 2013 il loro numero è salito a 2.547.413 unità.
Queste cifre sono ora all'esame dell'apposita Commissione parlamentare che deve decidere in merito alla distribuzione del pacchetto di aiuti sociali per 450 milioni di euro destinati dal governo alle famiglie più colpite dalla crisi. I criteri per la ripartizione saranno decisi insieme con l'Ente greco per l'occupazione della manodopera (Oaed).
  ©riproduzione riservata
http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/grecia-famiglie-in-difficolt%C3%A0-crisi.aspx

7 aprile 2014 [ chi ha mai spiegato a questa gente che sono diventati gli schiavi di rothschild per comprare dalui il loro denaro ad interesse? ] Crisi: Grecia, famiglie sempre più in difficoltà. Anche in Grecia a pagare di più per la crisi economica sono le famiglie. Nel 2012 circa la metà delle famiglie greche hanno dovuto sopravvivere con meno di 800 euro al mese. É quanto risulta dagli ultimi dati degli uffici delle imposte pubblicati dal quotidiano ateniese Kathimerini in base ai quali l'anno scorso 2.751.856 contribuenti, con coniugi e figli a carico, hanno dichiarato un reddito annuo inferiore ai 9.500 euro.
Di questi nuclei famigliari, circa uno su tre è proprietario di immobili con un valore inferiore a 100mila euro, mentre 600mila famiglie sono proprietarie di un immobile con un valore compreso fra 100mila e 150mila euro, ma hanno un reddito inferiore a 9.500 euro annui. Pur ammettendo una certa percentuale di evasione fiscale appare comunque evidente una difficoltà complessiva dei nuclei familiari.
Rispetto all'anno prima, infatti, le famiglie con un reddito annuo inferiore ai 9.000 euro sono aumentate in 12 mesi di 207.743 unità. Nel 2012, 2.339.670 famiglie hanno dichiarato un reddito annuo al di sotto della soglia di 9.000 euro, mentre nel 2013 il loro numero è salito a 2.547.413 unità.
Queste cifre sono ora all'esame dell'apposita Commissione parlamentare che deve decidere in merito alla distribuzione del pacchetto di aiuti sociali per 450 milioni di euro destinati dal governo alle famiglie più colpite dalla crisi. I criteri per la ripartizione saranno decisi insieme con l'Ente greco per l'occupazione della manodopera (Oaed).
  ©riproduzione riservata
http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/grecia-famiglie-in-difficolt%C3%A0-crisi.aspx

[ NATO USA UE BILBERBERG DI AL-QAEDA ] 10 aprile 2014. http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/siria-armeni-cristiani.aspx
Siria, armeni cristiani “deportati” in Turchia. Alcuni anziani cristiani armeni della cittadina siriana di Kessab, sul confine con la Turchia, di cui hanno preso il controllo nelle ultime settimane gruppi di ribelli jihadisti, sono stati trasferiti dai miliziani in territorio turco senza essere stati informati della loro destinazione, riferiscono fonti citate dall'agenzia Fides. La maggior parte degli abitanti armeni di Kessab sono fuggiti verso Lattakia, nella Striscia alevita sul Mediterraneo, all'arrivo dei combattenti jihadisti, in particolare del Fronte al-Nusra aderente ad al-Qaida. Secondo le testimonianze di alcune anziane armene accolte nel villaggio turco di Vakif, vicino al confine, riportate da media armeni, gli armati che hanno attaccato Kessab parlavano in turco. Hanno scelto di trasferire i pochi anziani rimasti nella cittadina dalla parte turca del confine. Secondo Fides il trasferimento forzoso in Turchia è avvenuto in "condizioni proibitive" per gli anziani, che erano stati tenuti all'oscuro della reale destinazione. La diaspora armena, in particolare negli Usa, ha accusato la Turchia di avere aiutato i gruppi armati jihadisti ad attaccare Kessab, strappandone il controllo alle forze governative. La comunità armena americana ha chiesto l'intervento del presidente Barak Obama. Il governo siriano ha affermato che i miliziani ribelli erano arrivati a Kessab provenienti dal territorio turco. ©riproduzione riservata